Archivi categoria: dalle Commissioni

Linee ferroviarie comasche come un bollettino di guerra

In Commissione Trasporti del consiglio regionale l’assessore si è presentato per rispondere a diverse interrogazioni sulla situazione di grande criticità di alcune direttrici lombarde, tra cui due mie sulla linea Milano–Chiasso-Como e sulla Como-Molteno-Lecco.
Nel primo caso, nei mesi di giugno e luglio la tratta è stata protagonista di gravi situazioni di sicurezza e pericolo, nonché di ripetute soppressioni e forti ritardi, guasti del materiale rotabile e costanti disservizi. In merito, l’assessore ha riportato dati per nulla rassicuranti, confermando che gli indicatori di puntualità della linea sono sotto il requisito minimo richiesto dalla Regione.
Insomma, quello che ci ha presentato sembra più un bollettino di guerra che un servizio ferroviario. Vorrei vedere l’assessore molto più arrabbiato nei confronti di chi effettua un tale servizio che rischia di mandare in tilt una linea di valenza internazionale, Regione Lombardia non può accettare una situazione di questo tipo.
Stesso discorso per la Como-Molteno-Lecco per la quale avevo segnalato un peggioramento consistente della qualità del servizio a partire dal 12 giugno scorso, in concomitanza con il cambio di orario: nonostante la sostituzione di buona parte del materiale rotabile, questa linea ha raggiunto nei mesi estivi il record dei disservizi, soprattutto ritardi e continue soppressioni (tra l’11 e il 28 giugno ben 26).
I dati sono sotto gli occhi di tutti e parlano chiaro: questa linea avrebbe molte potenzialità, ma i continui disservizi non favoriscono certamente la vita dei pendolari. Spero che con una maggiore attenzione da parte di Regione Lombardia, grazie all’introduzione di nuovi mezzi e anche grazie all’apertura dell’Arcisate-Stabio che consentirà una nuova pedemontana ferroviaria, si possa tornare a puntare su questa linea in termini di investimento.

Pubblicato in dalle Commissioni, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

La Commissione speciale con la Svizzera è sparita nel nulla

Dal Canton Ticino i giornalisti chiedono informazioni sulla seduta che dovrebbe veder riunita la Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica con la sua ex presidente, ora assessore regionale. E io che sono segretario di quella Commissione non ne so assolutamente nulla.
Mi chiedo che senso abbia tenere in vita un organismo che non si riunisce da mesi, esattamente da fine marzo, quando abbiamo ricambiato, dopo anni, la visita al Gran consiglio a Bellinzona. Un’occasione per mettere sul piatto i molti temi ancora aperti, ma che nel nostro caso è rimasta totalmente in sospeso.
E gli argomenti, appunto, non solo non mancano, ma crescono di mese in mese: se le questioni legate ai frontalieri e alla posizione della politica ticinese nei loro confronti è sempre in cima all’agenda, ricordo che i progetti sul trasporto ferroviario rimangono aperti: dovremmo verificare il rispetto del cronoprogramma dell’Arcisate-Stabio, ma vorremmo saperne di più anche sulla Milano-Chiasso e sugli interventi nella stazione svizzera.
Quest’estate si è aggiunta la vicenda della frana del Pizzo Cengalo che, sebbene sia più legata al Canton Grigioni, ha necessità di essere affrontata in Commissione speciale, visto interessa le nostre popolazioni e il traffico frontaliero in quella zona. Sempre sul fronte delle novità, la Giunta regionale ha approvato un progetto di legge di legge di ratifica relativo alla cooperazione culturale tra Regione Lombardia, i Cantoni Ticino e Vallese e la Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia, che dovrebbe passare in consiglio regionale, ma non è stata per ora calendarizzata. E naturalmente, men che meno, è previsto se ne parli in Commissione.
Da segretario ho più volte sollecitato, via lettera, il presidente della Speciale a convocare almeno una seduta e reitererò l’invito. Non mi resta che incrociare le dita e attendere.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, dalla Regione, dalle Commissioni, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Meglio non chiudere le unità complesse

Ho presentato un’interrogazione all’assessore regionale alla Sanità a proposito della chiusura delle Unità complesse di Chirurgia dei presidi ospedalieri di San Fermo della Battaglia e di Menaggio, come previsto dalla direttiva sulle determinazioni delle linee guida regionali per l’adozione dei piani di organizzazione aziendale strategici.
Nell’atto chiedo all’assessore se non ritenga opportuno operare una deroga, favorendo, invece, interventi e investimenti che possano piuttosto promuovere la competitività e la capacità attrattiva verso le due strutture sanitarie pubbliche del territorio comasco. Dal mio punto di vista è, infatti, sbagliato ridurre le chirurgie, perché così si va a compromettere la competitività e la capacità attrattiva degli ospedali, impattando sulle liste d’attesa per gli interventi, creando disagi per l’utenza e incidendo negativamente sulla professionalità dei medici chirurghi.

Pubblicato in dalla Regione, dalle Commissioni, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Milano-Chiasso, sulla sicurezza solo una risposta formale

Avevo più volte interpellato l’assessore regionale ai Trasporti in merito agli incidenti mortali che si sono verificati lungo la linea ferroviaria Milano-Chiasso. Ho atteso tre mesi per avere una risposta e finalmente l’ho ottenuta, prima delle vacanze estive. Peccato che fosse assolutamente di rito, senza veri impegni. Non ci resta che auspicare che la Giunta si attivi per davvero affinché certi episodi non si ripetano più.
Nello specifico, l’interpellanza si riferiva al terribile incidente avvenuto tra le stazioni di Albate Camerlata e Cucciago lo scorso 11 aprile. Con riferimento ai ripetuti incidenti mortali, anche oltre la linea di confine, chiedevo esplicitamente all’assessore se fossero state verificate le condizioni di sicurezza del treno coinvolto e se la Regione intendesse aumentare le misure di sicurezza lungo questa linea, per prevenire altre sciagure. Ma la risposta, appunto, non è stata molto articolata.

Pubblicato in Blog Dem, dalla Regione, dalle Commissioni, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Frontalieri, domani giovedì 4 febbraio incontro con Ceriani sull’accordo fiscale

bandiera-svizzeraDomani, giovedì 4 febbraio 2016, alle 16, in Sala 3, al terzo piano di Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, in via F. Filzi 22, a Milano, si riunirà la Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica per incontrare Vieri Ceriani, consigliere del Ministro per le Politiche fiscali, in merito all’aggiornamento sull’accordo tra Italia e Svizzera per la tassazione dei redditi da lavoro frontaliero e un’informativa sulle questioni fiscali e non fiscali inerenti il territorio di Campione d’Italia. Continua a leggere

Pubblicato in dalle Commissioni | Taggato | Lascia un commento

Cittadella sanitaria a Camerlata: monitoreremo affinché gli impegni assunti vengano rispettati.

“Ci aspettiamo ora che Regione Lombardia dia un segnale chiaro della volontà ribadita oggi in Commissione dall’Assessore alla Sanità Mantovani di voler rispettare gli impegni presi coi comaschi sulla realizzazione della cittadella sanitaria – ha detto il consigliere Pd Luca Gaffuri, che dai primi di febbraio attendeva una risposta alla sua interrogazione inerente all’Accordo di Programma per la realizzazione del nuovo ospedale Sant’Anna di Como. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, dalle Commissioni, Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

La montagna davvero al centro del progetto di Macroregione Alpina

MontagnaLa Commissione speciale Rapporti tra la Lombardia e la Confederazione elvetica ha discusso dei temi relativi alla partecipazione della Regione al processo di formazione degli atti comunitari, in vista della seduta del 5 novembre del Consiglio regionale, dedicata alle questioni europee. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, dalle Commissioni | Taggato , | Lascia un commento

Fusione di Comuni: benissimo il referendum day

È stata approvata oggi in Consiglio regionale con un solo voto contrario una risoluzione che dà il via libera ai comuni che intendono fondersi per poter portare a termine l’iter legislativo in tempo per la tornata amministrativa della primavera del 2014. In dicembre, dunque, si terrà un referendum day nel quale i comuni già orientati verso la fusione possano celebrare i referendum popolari consultivi e, quindi, poter votare con il nuovo assetto nella tornata elettorale amministrativa della primavera del prossimo anno. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, dalle Commissioni, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Gioco d’azzardo, presto una nuova legge ripartendo dalle nostre proposte

Sono partite oggi nella Commissione consiliare Attività Produttive le audizioni, che continueranno nella prossima seduta convocata per il 23 maggio, in merito alle attività commerciali del gioco d’azzardo. I consiglieri hanno convenuto sulla necessità di dare avvio ad uno specifico gruppo di lavoro che si occuperà di portare avanti una proposta di legge che tocchi tutti gli aspetti connessi alla regolamentazione di questa attività, compreso il tema, tanto attuale quanto drammatico, della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico.

“Già dalla scorsa legislatura abbiamo lavorato sul problema del contrasto alle dipendenze dando vita ad una proposta di legge che oggi può costituire una piattaforma di partenza per un nuovo documento che tenga insieme diversi aspetti. Fondamentale che ci sia il prima possibile una legge nazionale che dia attuazione all’inserimento delle ludopatie nei LEA (livelli essenziali di assistenza) recentemente previsto e che legiferi sugli aspetti di natura urbanistica e commerciale – ha detto il consigliere Pd Luca Gaffuri – Siamo disponibili dunque a lavorare su un intervento regionale che parta anzitutto dagli aspetti più propriamente sociosanitari del fenomeno e che non corra poi il rischio di essere reso inefficace per invasione di competenze che non sono proprie della Regione”.

 

Pubblicato in dalla Regione, dalle Commissioni, Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

CUD, sospendere la decisione di non inviare i moduli per posta

tagli agli enti localiLa nuova procedura per il recapito dei CUD da parte dell’Inps sta creando troppi problemi ai tanti pensionati che, a differenza di quanto succedeva fino allo scorso anno, non riceveranno più il modulo per posta ma dovranno procurarselo via internet o recandosi agli uffici dell’Inps, delle Poste, dei Caf o dal proprio commercialista abilitato all’assistenza fiscale. Occorre trovare presto una soluzione, sostiene il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri che nelle prossime ore presenterà una mozione in Consiglio regionale.

“I disagi sono insostenibili – dichiara Gaffuri – la decisione del governo di bloccare l’invio per posta dei CUD da parte degli enti previdenziali è sbagliata, perché risponde ad una logica di risparmio ma non a quella della semplificazione. Non tutti gli anziani hanno accesso a un computer e sono in grado di scaricare il documento, anche perché la procedura stabilita dall’Inps per il rilascio del pin, il codice di sicurezza, non è né immediata né semplice, mentre le altre modalità prevedono un costo o comunque lunghe file allo sportello. Il risparmio per la pubblica amministrazione diventa quindi un costo, di soldi o di tempo, per il cittadino. Occorre sospendere la decisione, tornare alle modalità precedenti, anche perché non sono questi i veri costi dell’Inps su cui risparmiare. Appena saranno istituite le commissioni chiederò l’audizione dei vertici dell’Inps regionale in commissione bilancio.”

Pubblicato in dalla Regione, dalle Commissioni, Economia e lavoro | Taggato , , , , | Lascia un commento