Trasporto sulla Como-Molteno-Lecco, la mia interrogazione

Ho presentato un’interrogazione all’assessore regionale alla mobilità Alessandro Sorte sullo stato del servizio ferroviario sulla linea Como-Molteno-Lecco. Faccio riferimento alle recente segnalazione da parte dei comitati di diverse linee dei numerosi disagi registrati nell’ultimo mese, con particolare riferimento alle soppressioni. Sulla Como-Molteno-Lecco la situazione è notevolmente peggiorata nel mese di giugno a partire dall’introduzione dell’orario estivo, e le numerose soppressioni (26 totali nel periodo 11 – 28 giugno – erano 6 nello stesso periodo del 2016 -, 8 soppressioni parziali – zero nel 2016 – e 41 corse con ritardi superiori ai 15 minuti – 3 nel 2016 -) sarebbero dovute a problemi sulla linea ferroviaria di competenza di RFI e alle cattive condizioni del materiale rotabile di altre linee, il che avrebbe generato la necessità di spostare altrove i nuovi convogli appena messi in servizio sulla Como – Molteno – Lecco.

Gaffuri chiede all’assessore innanzitutto se sia a conoscenza di questa situazione, se abbia avuto un’interlocuzione con i vertici tanto di Trenord quanto di RFI e se intenda “sollecitare presso i gestori ferroviari o assumere in proprio azioni volte al miglioramento in termini di qualità, affidabilità e puntualità del servizio passeggeri, quali sono tali azioni e in che tempi sono previsti effetti percepibili”.

È evidente che qualcosa non funziona e Sorte deve cambiare passo. Mancano gli investimenti, che la Regione può e deve fare, per acquistare almeno 150 nuovi treni e per intervenire sulle linee ferroviarie laddove è necessario. E deve ottenere da Trenord e da RFI garanzie sulla qualità del servizio.

Articolo scritto in Blog Dem, Mobilità e con i tag .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>