Archivi del mese: settembre 2016

Referendum ‘Prima i nostri’, Gaffuri: “Lega Nord genuflessa verso Lega dei Ticinesi e Udc boccia le nostre proposte a difesa dei frontalieri”

Risoluzione sul cabotaggio approvata all’unanimità, ma ordine del giorno, collegato al provvedimento e relativo alla vicenda del referendum anti frontalieri, sonoramente bocciato dalla maggioranza di centrodestra, questa sera, in Consiglio regionale della Lombardia. Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Statale Briantea, sbloccato progetto della variante. “Passo avanti che porterà miglioramento alla qualità della vita del centro di Olgiate Comasco”

Regione Lombardia ha deliberato l’approvazione dello schema del secondo atto integrativo alla convenzione del 14 settembre 2015 stipulato tra la Regione, Anas e Provincia di Como per la progettazione della variante alla S.S.342 Briantea per il tratto Solbiate – Olgiate Comasco. Nello specifico viene definito il finanziamento dell’intera opera: la provincia finanzierà con 7,6 milioni di risorse statali la variante di Olgiate Comasco e nel frattempo con questo atto potrà concludere la definizione del progetto esecutivo da consegnare ad ANAS perché proceda all’appalto dell’opera. Inoltre, il completamento del quadro finanziario fa sì che Anas possa inserire nel suo programma delle opere per il 2017 il secondo lotto del progetto, ovvero la variante di Solbiate, per una somma di 30 milioni di euro. Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Frontalieri: “Una mozione urgente e un Ordine del Giorno per tutelare i lavoratori italiani. Maroni con chi sta?”

Una mozione urgente per cercare di chiarire quanto prima i rapporti tra Lombardia e Canton Ticino dopo l’esito del referendum ‘Prima i nostri’. La presenterà domani, martedì 27 settembre 2016, all’inizio della seduta settimanale del Consiglio regionale, il Gruppo regionale del Pd che, contestualmente, tratterà lo scottante argomento anche in un ordine del giorno da affrontare durante la discussione della risoluzione riguardante la stipula dell’accordo italo-svizzero sul cabotaggio, che contiene anche un passaggio sulla tassa di collegamento, quella che prevede il pagamento dei parcheggi.

 

“Maroni, Salvini e la Lega Nord non sono esenti da colpe per quanto avvenuto domenica in Canton Ticino”, stanno dicendo da due giorni i vertici del Pd lombardo. Ma non è solo una questione politica: “Esiste una Commissione speciale che dovrebbe occuparsi dei rapporti tra le due regioni contermini – racconta Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e segretario di quella Commissione –. Da quando è cambiato il presidente (un’alternanza in casa Lega tra l’attuale assessore Francesca Brianza e il consigliere Antonello Formenti, ndr), quasi all’inizio dell’anno, gli incontri si sono via via rarefatti fino a non riunirsi più dopo le vacanze estive. Eppure i temi non mancano, lo abbiamo visto anche stavolta”.

 

Uno di questi era appunto la questione del cabotaggio, ovvero del noleggio con conducente che in territorio ticinese ha forti limitazioni. “Cominciamo a mettere in chiaro questo: parlano tanto di mancanza di reciprocità, ma ecco un ambito in cui già manca e da parte loro”, rileva Gaffuri. Proprio da qui partirà la battaglia contro qualsiasi forma di discriminazione possa palesarsi verso i lavoratori frontalieri.

E proseguirà nei contenuti della mozione urgente: “Impegneremo la Giunta e la Commissione a fare il punto sulla garanzia delle condizioni di pari trattamento e sulla reale volontà di prosecuzione delle forme di collaborazione – continua Gaffuri –. L’elemento di distorsione del mercato del lavoro ticinese da contrastare è costituito dalla sperequazione salariale praticata dalle imprese locali ai danni dei lavoratori italiani. La Svizzera dovrebbe ricominciare da qui: ne va del bene anche dei suoi cittadini”.

 

E per quanto riguarda Maroni e i suoi alleati, Gaffuri e il Pd sono chiari: “Hanno in qualche modo alimentato questa situazione e questo clima. Basti dire che, di fronte a quanto sta accadendo, evidente già con il voto del febbraio 2014, il Consiglio regionale non ha mai incontrato le istituzioni ticinesi, se non una volta, appena insediato. Ma poi le cose sono cambiate e non ci siamo più confrontati. Forse dovremmo ripartire da qui. Ma Maroni deve decidersi: o con i frontalieri o con la Lega dei Ticinesi”.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Piano Regionale della Mobilità e Trasporti, il Pd vota NO. Gaffuri: “Piano senza visione e insufficiente”

logo_mobilitàll Partito democratico ha votato No al Piano regionale mobilità e trasporti in approvazione in Consiglio regionale. Il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri ne spiega le motivazioni. “Il Prmt, così come pensato dalla Giunta, è un piano che non fa scelte e si limita a elencare delle questioni senza indicare strategie, priorità e risorse – dichiara -. E’  una mappatura dell’esistente e non un piano strategico con una visione del futuro di questa regione. Mentre la Giunta Maroni progetta nuove autostrade per 315 chilometri, rimangono irrisolti problemi reali quali il trasporto ferroviario e il trasporto interurbano che vengono lasciati a se stessi”. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Lascia un commento

Derivazioni idriche, una moratoria per tutelare i corsi d’acqua comaschi

Il Gruppo regionale del Pd ha votato a favore, questo pomeriggio, in Consiglio regionale, della mozione, approvata all’unanimità, che chiede una moratoria di tutte le nuove concessioni di piccole derivazioni sull’intero territorio lombardo, almeno fino a quando non saranno elaborati il bilancio idrologico regionale da parte di Arpa e il programma di tutela e uso delle acque. I corsi d’acqua lombardi sono, infatti, largamente sfruttati dal punto di vista idroelettrico con conseguenti impatti sull’ambiente e sulla biodiversità. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Lascia un commento

Disabilità, quando i genitori non ci saranno più. Dibattito alla Festa PD di Milano

Sabato 3 settembre, ore 18.00, alla Festa dell’Unità del PD metropolitano di Milano (allo scalo di Porta Romana, Piazzale Lodi, MM3 Lodi TIBB) parteciperò al dibattito sulla recente legge del “dopo di noi” (legge 22 giugno 2016 n. 112) in materia di assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare: per la prima volta nell’ordinamento giuridico vengono individuate e riconosciute specifiche tutele per le persone con disabilità quando vengono a mancare i parenti che li hanno seguiti fino a quel momento. Fatta la legge, ora di deve entrare nel pratico.
Con l’on. Elena Carnevali, il presidente dell’associazione VIDAS Ferruccio De Bortoli, già direttore di Corriere della Sera e Sole 24 Ore, la presidente di Federsolidarietà Lombardia Valeria Negrini, di Anffas Lombardia Emilio Rota e la dottoressa Loredana Vasselli.
Dopo di Noi Festa PD Milano 2016

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento