Archivi del mese: agosto 2016

A proposito degli organici degli insegnanti in Lombardia

L’avvio dell’anno scolastico è ormai alle porte e mi sembra quindi doveroso ricordare l’appello lanciato al Ministero dell’Istruzione affinché non proceda con il previsto taglio di organico di personale docente nella scuola lombarda. Il rischio, infatti, è quello di un leggero peggioramento se davvero verrà fatto il ridimensionamento. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, Scuola | Lascia un commento

Disabilità sensoriale, finalmente approvata la legge sulla lingua italiana dei segni

Approvata all’unanimità la legge per la rimozione delle barriere alla comunicazione e il riconoscimento e la promozione della lingua dei segni italiana e della lingua dei segni italiana tattile. Un provvedimento che ha visto convergere, dopo le puntuali audizioni di tutti i portatori d’interesse, maggioranza e opposizione, per aiutare, innovare e prevenire il trattamento di questa disabilità. “Abbiamo fatto approvare anche un ordine del giorno del Pd per proseguire sulla strada dell’innovazione consentendo così alle persone portatrici di sordità o deficit di comunicazione e linguaggio di migliorare le proprie condizioni di benessere e integrazione sociale – spiega il consigliere Pd Luca Gaffuri – In particolare si impegna la Giunta a implementare l’uso di strumenti idonei a identificare precocemente la sordità e la sordo-cecità in gravidanza, attraverso la promozione di screening audiologici che per ora sono possibili solo in 31 su 72 punti nascita in Lombardia; a individuare i centri regionali di riferimento in cui applicare l’impianto cocleare e definirne i criteri di accreditamento; e, infine, a promuovere l’uso, negli uffici pubblici, sui mezzi di trasporto e nella fruizione di eventi, di appositi display per diffondere le informazioni in tempo reale, rimuovendo così le barriere della comunicazione evitando di discriminare il soggetto affetto da deficit auditivo”.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato | Lascia un commento

Garante regionale dell’infanzia, un incarico per merito o per affinità politica?

 

“Massimo Pagani dovrebbe rendersi conto che non è garante della Lega o di Salvini, ma di tutti i bambini della Lombardia. Attendiamo che venga anche in ufficio di presidenza a illustrare nel dettaglio i risultati raggiunti in quest’anno. Dico però fin d’ora che per quanto mi riguarda, anche per l’importanza che personalmente attribuisco alla figura del garante dell’infanzia, per la cui istituzione io e il mio gruppo abbiamo condotto una battaglia durata anni, sono pronta a proporre il procedimento di revoca previsto dalla legge”.
Questo il commento alla presentazione delle attività del primo anno del garante dell’infanzia della Regione Lombardia Massimo Pagani. Già ritenuto inadatto per le sue prese di posizione sul profilo facebook personale, poche settimane fa Pagani era comparso, con tanto di maglietta con la scritta “Rho libera”, a fianco del leader della Lega Nord Matteo Salvini durante una visita al campo base di Expo in polemica con la prospettiva del trasferimento di 150 richiedenti asilo.
Prima della pausa estiva il Consiglio regionale avrebbe dovuto nominare i due consiglieri componenti della Commissione consultiva dell’Ufficio del Garante, ma la maggioranza ha chiesto di rinviare perché non pronta. “La commissione – conclude Luca Gaffuri – avrebbe anche il compito di stimolare il Garante e magari di contenerne gli svarioni istituzionali. Non ce n’era bisogno ma questo episodio conferma ancora una volta la considerazione che il centrodestra regionale ha di questo istituto.”

 

Pubblicato in dalla Regione | Taggato | Lascia un commento

Finanziamento per la rete dei centri antiviolenza, 500mila euro

Prima della pausa estiva il Consiglio regionale ha approvato un emendamento al bilancio per sostenere le reti a tutela delle donne vittime di violenza. Il PD aveva chiesto lo stanziamento di un milione di euro ma l’assessore al bilancio Massimo Garavaglia, pur riconoscendo la fondatezza della richiesta, ha chiesto, in cambio del via libera, la riduzione dell’importo a 500mila euro. Si era anche presentato anche un ordine del giorno per svincolare i 2,7 milioni di euro stanziati dal Governo per gli anni 2013 – 2014, ancora non impegnati, e il Consiglio ha votato a favore. “Per l’assistenza alle donne vittime di violenza, per i centri che se ne occupano e per i comuni che li sostengono, questo stanziamento è una notizia positiva, anche se le necessità sarebbero ben superiori. Con queste risorse ci aspettiamo che la Giunta possa già in autunno predisporre i bandi a cui le reti dei comuni potranno aderire per dare continuità alle attività dei centri”, ha dichiarato in proposito Luca Gaffuri.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Piccolo produzioni alimentari: grazie a noi sono tutelate

D’ora in poi, anche una cucina di un’abitazione civile, con determinate caratteristiche igienico-sanitarie, potrà essere utilizzata per la preparazione, il confezionamento e la conservazione di piccole produzioni locali, come ad esempio lo zafferano. Un risultato non da poco per l’economia di montagna che viene portato a casa grazie a un emendamento voluto dal Pd, in Consiglio regionale, in fase di discussione e approvazione dell’assestamento di bilancio. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato | Lascia un commento

Trasporto pubblico su gomma: risorse per assicurare il servizio per l’anno in corso

Un ordine del giorno all’assestamento al bilancio 2016 – 2018 impegna la Giunta a stabilire annualmente le quote dei trasferimenti alle agenzie di trasporto pubblico locale al fine di garantire i sevizi per l’anno successivo. Il Partito democratico aveva presentato un emendamento ad hoc poi ritirato, in accordo con l’assessore al Bilancio Massimo Garavaglia, in quanto recepito nel provvedimento approvato in Aula. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato | Lascia un commento

Cooperative sociali: abbiamo salvaguardato il welfare lombardo

L’aumento dell’IVA (dal 4 al 5%), sancito dalla Legge di Stabilità 2016, ha causato un impatto negativo per le cooperative operanti nella nostra regione, che erogano servizi per circa 1 milione di assistiti e danno lavoro a 63 mila e 500 persone. Come PD abbiamo chiesto alla Giunta Regionale di impegnarsi ad individuare le risorse da destinare alle cooperative sociali a ristoro degli oneri sostenuti per il pagamento dell’IVA a seguito delle nuove disposizioni. Inoltre si richiede di far fronte all’attuale riduzione dei ricavi, quantificata in circa il 5%, considerando la quota a carico del Servizio Sanitario Regionale al netto di IVA, riuscendo così ad evitare disparità di trattamento fra enti gestori di servizi sociosanitari. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento

A proposito delle linee guida per la stesura dei regolamenti comunali per le sagre

Le linee guida per la stesura dei regolamenti comunali delle sagre hanno lo scopo di assicurare omogeneità sul territorio della Lombardia. Per consentire il monitoraggio e l’accesso alle informazioni sulle fiere e sulle sagre che si svolgono sul territorio, i comuni sono tenuti a redigere e approvare un elenco delle manifestazioni che si svolgeranno l’anno seguente. E, per quanto riguarda la Giunta regionale, invece, essa ha il compito di pubblicare il calendario regionale delle fiere e delle sagre che deve contenere una serie di informazioni (tra cui i dati anagrafici degli organizzatori, l’ubicazione, la denominazione della manifestazione, il programma, ecc..). Pur nel rispetto delle regole e nella necessità della stesura di linee guida idonee all’adempimento di tutti gli atti di pianificazione e programmazione previsti, il Pd ha espressamente chiesto di stralciare quelle norme burocratiche poco utili alla finalità suddetta e addirittura dannose per chi organizza manifestazioni su aree pubbliche, contribuendo così ad arricchire l’offerta enogastronomica e culturale delle comunità.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Lobbyng: non la migliore delle leggi ma punto di partenza verso la trasparenza

Lo scorso mese di luglio il Consiglio regionale della Lombardia, con votazione bipartisan, ha approvato la legge che mira a rendere trasparenti i rapporti tra rappresentanti di interessi, le cosiddette lobby e relativi lobbisti, con i legislatori regionali. Una legge fortemente voluta dal Pd che ha depositato la prima proposta di legge da cui è partito il processo legislativo.
Grazie a questa legge d’ora in poi tutti i rappresentanti di interessi che intendono intervenire per influenzare la formazione di leggi o decisioni del Consiglio regionale dovranno essere registrati in un elenco presso la presidenza del Consiglio e, una volta all’anno, entro il 28 febbraio, saranno tenuti a riferire i nomi dei consiglieri incontrati in Regione e per quale processo decisionale. La legge impegna anche la Giunta a dotarsi di un regolamento entro dodici mesi.
Prima della Lombardia, tra le Regioni italiane, solo Toscana, Abruzzo e Calabria si erano già dotate di una normativa relativa all’attività di lobbying.
“Non è la migliore delle leggi possibili, ma è un primo passo perché segna un punto di partenza importante nella direzione della trasparenza – sottolinea il consigliere Pd Luca Gaffuri – . L’assunzione della responsabilità della politica passa dalla messa in campo di azioni concrete -. La buona politica ha il compito di avere un ruolo di mediazione tra tutti gli interessi legittimi e questa è una sfida importante per la Regione Lombardia, così duramente colpita, anche molto recentemente, da scandali legati al rapporto malato tra decisori e interessi economici di parte. La corruzione e la mancanza di trasparenza sono una malattia della nostra società e fanno perdere competitività al sistema.”

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Grazie a noi risorse per il Trasporto Pubblico Locale

Il Consiglio regionale ha recentemente approvato l’assestamento al bilancio 2016-18, con il voto contrario del Partito Democratico. Mentre per il fondo sociale la giunta e la maggioranza di centrodestra non hanno voluto sentire ragioni, per il trasporto pubblico il Pd ha ottenuto il risultato di un impegno dell’assessore la bilancio Garavaglia di anticipare le risorse del 2017 al 2016 per fare fronte alla sofferenza delle Province su questo servizio. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, Mobilità | Taggato , , | Lascia un commento