Archivi del mese: luglio 2016

Disabilità sensoriale, sì unanime dell’Aula alla promozione della lingua dei segni ed all’abbattimento delle barriere comunicative

disabileApprovata all’unanimità la legge per la rimozione delle barriere alla comunicazione e il riconoscimento e la promozione della lingua dei segni italiana e della lingua dei segni italiana tattile. Un provvedimento che ha visto convergere, dopo le puntuali audizioni di tutti i portatori d’interesse, maggioranza e opposizione, per aiutare, innovare e prevenire il trattamento di questa disabilità. “Abbiamo fatto approvare anche un ordine del giorno del Pd per proseguire sulla strada dell’innovazione consentendo così alle persone portatrici di sordità o deficit di comunicazione e linguaggio di migliorare le proprie condizioni di benessere e integrazione sociale – spiega il consigliere Pd Luca Gaffuri – In particolare si impegna la Giunta a implementare l’uso di strumenti idonei a identificare precocemente la sordità e la sordocecità in gravidanza, attraverso la promozione di screening audiologici che per ora sono possibili solo in 31 su 72 punti nascita in Lombardia; a individuare i centri regionali di riferimento in cui applicare l’impianto cocleare e definirne i criteri di accreditamento; e, infine, a promuovere l’uso, negli uffici pubblici, sui mezzi di trasporto e nella fruizione di eventi, di appositi display per diffondere le informazioni in tempo reale, rimuovendo così le barriere della comunicazione evitando di discriminare il soggetto affetto da deficit auditivo”.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato | Lascia un commento

Parco Valle Lambro, ampliati i confini nel comune di Eupilio. Ora più territorio tutelato

1123025-Travel_Picture-Parco_Nazionale_dello_StelvioCon l’approvazione, avvenuta questo pomeriggio in Consiglio regionale, del progetto di legge che modifica il Testo unico delle leggi regionali in materia di istituzione dei parchi, sono stati ampliati i confini del Parco regionale della Valle del Lambro, così come richiesto dal Comune di Eupilio. Quindi, d’ora in poi, un’altra parte del territorio comunale rientrerà nell’ambito di tutela del parco. “Esprimo soddisfazione per la decisione di Regione Lombardia di accogliere la richiesta del consiglio comunale di Eupilio di ampliare i confini del parco nel proprio comune – commenta Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd –. Il territorio interessato ha una superficie di circa 16 ettari che si aggiungono ai 232 già ricompresi nell’attuale perimetro del parco, determinando una superficie complessiva interna all’area protetta di circa 248 ettari. Un bel risultato per una comunità che gode già di un’ottima localizzazione e che fa del rispetto ambientale un suo punto di forza”. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato | Lascia un commento

Pedemontana, bene riduzione pedaggi e trasparenza. Perplessi sul termine dei lavori

Planimetria del sistema viabilistico "Pedemontana"

Planimetria del sistema viabilistico “Pedemontana”

“Bene la decisione di ridurre il costo dei pedaggi e la volontà di rendere più trasparente l’iter dei lavori, ma nutriamo ancora molta perplessità sul fatto che l’opera, così com’ è, verrà terminata nel 2021”. Così intervengono i consigliere regionali del Pd Alessandro Alfieri e Luca Gaffuri in merito alle dichiarazioni espresse in conferenze stampa da Maroni e dal neo presidente di Pedemontana Antonio Di Pietro. “Riteniamo opportuno un confronto in Aula su questo tema – precisano -: sulla conclusione dei lavori dell’infrastruttura che ad oggi, per mancanza di liquidità, è completa solo per alcuni lotti. Se si vuole finire l’opera bisogna necessariamente modificare il progetto per renderlo sostenibile finanziariamente”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato | Lascia un commento

Torrente Cosia, inutile la polemica della Lega: la Regione ha riconosciuto la sua competenza. Ora quanto prima le risorse

cosia“Ho provveduto a coordinare la struttura dedicata dell’assessorato con l’Ufficio territoriale regionale dell’Insubria, quale autorità idraulica competente”, esordisce così, riconoscendo oltre tutto la competenza di Regione Lombardia, l’assessore regionale al Territorio, urbanistica e difesa del suolo Beccalossi nella risposta alla lettera di sollecito di Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, circa i problemi dell’alveo del torrente Cosia, nel tratto che scorre in Comune di Como. “Una folta vegetazione ha preso praticamente possesso della sede del torrente – aveva scritto Gaffuri all’assessore –. Una situazione che potrebbe causare condizioni di pericolo idraulico in occasione di eventuali prossimi episodi atmosferici di forte violenza, qualora si verificasse un intenso afflusso di acque meteoriche con conseguente improvviso aumento della portata del torrente”.

 

Ora, a distanza di due settimane, la risposta dell’assessore: “Il dirigente dell’Utr dell’Insubria ha effettuato il 12 luglio scorso, con i funzionari del

Comune di Como, un sopralluogo sul torrente, fra la via Castelnuovo e la via Ambrosoli, ispezionando con attenzione il tratto che precede la tombinatura del torrente stesso, dove cambia l’autorità idraulica – prosegue la lettera –. La vegetazione presente, per lo più erbacea, collocata nella parte più laterale della sponda, secondo i riscontri tecnici, non risulterebbe ‘rilevante’ al deflusso. Occorre tuttavia prevedere un intervento manutentivo per evitare che l’aumento della vegetazione stessa possa comportare un ulteriore degrado del selciato di fondo del torrente”.

 

L’assessorato fa, inoltre, sapere che “il Comune ha richiesto a Regione Lombardia il finanziamento dei lavori di manutenzione, accollandosi le spese di progettazione e il coordinamento dei lavori. A fronte della difficoltà a reperire risorse aggiuntive, provvederemo a calendarizzare gli interventi di manutenzione nelle prossime programmazioni”.

 

A questo punto non rimane a Gaffuri che vigilare “affinché queste risorse vengano davvero inserite quanto prima nella lista degli interventi più urgenti. L’importante è che ora sia chiaro anche alla Lega Nord, che sollevò una polemica nei confronti del Comune, come la competenza sia in capo alla Regione che ha l’onere di monitorare la situazione e, nel caso, porvi rimedio”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , | Lascia un commento

Edilizia scolastica: grazie al nostro ordine del giorno, via libera a un piano di interventi da 14 milioni

ScuolaVia libera in Lombardia agli interventi per l’edilizia scolastica, grazie a un ordine del giorno, presentato dal Gruppo regionale del Pd, nell’ambito della discussione dell’assestamento di bilancio, in Consiglio regionale, approvato all’unanimità. L’atto impegna la Giunta regionale “ad aprire entro la fine del 2016 un bando rivolto agli enti locali per interventi dedicati all’edilizia scolastica che prevedano la messa in sicurezza, ristrutturazione, rinnovo di arredi e impiantistica degli immobili adibiti all’istruzione scolastica, nonché a interventi rivolti al miglioramento delle palestre esistenti; affinché tale bando preveda la dotazione finanziaria dell’intero importo giacente presso il Fondo Finlombarda dedicato all’edilizia scolastica (stimato intorno ai 14 milioni di euro); a garantire l’accesso al bando anche agli enti locali che non abbiano già presentato richiesta per fondi precedentemente destinati all’edilizia scolastica”. Inoltre, aggiunge Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, “l’assessore al Bilancio Garavaglia ha chiesto di inserire anche un impegno rivolto alla Giunta per quel che riguarda la rimozione di eventuale amianto presente negli edifici scolastici”.

 

Soddisfatto, dunque, il Pd, considerato che “le condizioni degli edifici scolastici della Lombardia, molti dei quali necessitano da anni di interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria, rischiano di impedire lo svolgimento delle lezioni e non garantire la sicurezza degli studenti – aggiunge Gaffuri –. E d’altra parte, nell’ultima seduta di Commissione Istruzione è stata dichiarata una disponibilità di circa 14 milioni di euro, inizialmente destinati all’edilizia scolastica e attualmente giacenti presso il Fondo di Finlombarda, il cui utilizzo non è ancora stato definito. Non c’era perciò motivo di rinviare un piano di intervento che è oltre modo urgente”.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato | Lascia un commento

Finalmente Como avrà una rete di piste ciclabili

Piste ciclabiliE’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia la graduatoria dei progetti per la realizzazione di nuove piste ciclabili ritenuti ammissibili al finanziamento sul Programma Operativo Regionale FESR 2014- 2020. Il progetto presentato dal comune di Como è stato ammesso: si tratta della pista ciclabile lungo la dorsale urbana della Via dei pellegrini PCIR 5 e sue diramazioni. Il costo complessivo dell’opera è di circa 2 milioni e 500 mila euro di cui sarà finanziato per il 50% con fondi europei (un milione e 378mila euro). “E’ davvero una bella notizia – dichiara  soddisfatto il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri -, grazie al lavoro dell’amministrazione, in particolare dell’assessore Daniela Gerosa, e degli uffici tecnici che hanno predisposto il progetto, anche Como potrò puntare sulla mobilità ciclistica orfano sino ad oggi. Ora bisognerà proseguire e attuare tutti gli adempimenti necessari per poter arrivare in tempi brevi alla conclusione del procedimento di concerto con Palazzo Lombardia. Obiettivo dell’amministrazione comunale, sin dall’inizio del mandato, era accedere ai finanziamenti europei. Questo risultato dimostra il successo della Giunta Lucini”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Aree vaste: Como con Varese e senza l’Alto Lario. Maroni se ne infischia delle richieste del territorio

CantoniA Villa del Grumello a Como si è tenuta la riunione del tavolo della competitività; all’ordine del giorno la presentazione del documento relativo alla riforma delle province per le aree vaste elaborato da Maroni a seguito del giro dei tavoli territoriali di confronto sul tema. Nonostante le richieste pervenute dal territorio di riunire la provincia di Como con Lecco, Maroni ha confermato il progetto iniziale, concordato con la Giunta, di riunire sotto un’unica area vasta Como e Varese.   Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Tangenziale di Como: si riqualifichi la provinciale Novedratese, unico collegamento reale e funzionante

Planimetria del sistema viabilistico "Pedemontana"

Planimetria del sistema viabilistico “Pedemontana”

A Villa del Grumello a Como si è tenuto il tavolo della competitività chiamato a discutere anche del futuro della tangenziale di Como. Tra i presenti anche l’architetto Regalia, ex amministratore di Pedemontana e consulente del comitato dell’autostrada Varese – Como – Lecco, il quale ha proposto il completamento della tangenziale utilizzando, per il secondo lotto, la soluzione della canna unica, come già successo per la superstrada Valcamonica – Edolo. In questo modo si dà senso alla tangenziale favorendone l’utilizzo anche attraverso la riduzione del costo del pedaggio. Altro aspetto sottolineato da Regalia è la riqualificazione della provinciale Novedratese. “Finalmente si ragiona tenendo conto della status quo del territorio – dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri -, e si parte per il secondo lotto da un progetto già delineato abbandonando così alternative che si riducono a semplici linee tracciate sulla carta. È inoltre necessario riqualificare la provinciale Novedratese quale collegamento naturale tra Varese, Como, Lecco e Bergamo – aggiunge – che al momento rappresenta davvero l’unico collegamento reale e funzionante tra l’est e l’ovest della provincia di Como”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Statale Regina, Commissione regionale bilancio approva progetto telecamere tra Colonno e Tremezzo

via ReginaÈ stato approvato in commissione bilancio del Consiglio regionale uno stanziamento di 50.000 euro al progetto d’installazione di un sistema di videosorveglianza per assicurare il monitoraggio della sicurezza stradale nel tratto della strada statale Regina che interessa i comuni di Colonno, Sala Comacina e Tremezzina (con gli abitati di Ossuccio, Lenno, Mezzegra e Tremezzo). Il progetto si inserisce nella cornice dell’accordo di programma per il monitoraggio delle situazioni di emergenza viabilistica lungo la S.S. 340 “Regina” tra Colonno e Tremezzina, siglato l’11 luglio scorso in prefettura a Como. Le risorse regionali sono destinate al Comune di Tremezzina in qualità di ente capofila del progetto di video sorveglianza. Lo stanziamento è frutto di un emendamento al bilancio regionale 2016 – 18 che sarà discusso e licenziato dall’Aula a fine luglio. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Torrente Cosia, Gaffuri: “La competenza è di Regione Lombardia”

cosiaLa questione della manutenzione delle sponde e dell’alveo del torrente Cosia, nel tratto che scorre in comune di Como, è stata posta all’attenzione dell’assessore regionale al Territorio e urbanistica Beccalossi. Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, ha, infatti, appena inviato alla responsabile del comparto, una lettera in cui spiega la situazione. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato | Lascia un commento