Archivi del mese: dicembre 2015

Tangenziale vuota, Maroni immobile

145px-Autostrada_A59_Italia.svgLa Regione non intende impegnarsi per togliere il pedaggio delle tangenziali di Como e Varese. Maroni e la sua maggioranza di centrodestra, ma anche il Movimento Cinque Stelle, hanno  votato contro l’ordine del giorno con il quale chiedevo alla Regione un impegno nei confronti di Autostrada Pedemontana Lombarda, di concerto con la concessionaria CAL, perché la società riformuli il piano finanziario dell’opera escludendo il pedaggio per le tangenziali (qui il testo che ho proposto).

Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem, dalla Regione, Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Auguri per il Natale e il 2016 che verrà

 

Nell’augurarti un felice Natale e buon anno nuovo ti lascio un pensiero, per questi giorni di feste:

«un Paese diventa una comunità se

vi sono persone che si rendono conto che ci si realizza se si realizzano anche gli altri;

e che si è liberi e gratificati se liberi e realizzati sono anche gli altri.»

Sergio Mattarella 

Auguri a tutti noi, di consapevolezza e realizzazione!

poinsettias by liz west
con licenza CC BY 2.0 – tramite Flickr
Pubblicato in Idee e politica | 1 commento

La Giunta attui la riforma sanitaria realizzando la Cittadella Sanitaria a Como

sannaL’ordine del giorno al bilancio regionale di previsione che andrà in discussione da domani in Aula, appena depositato dal consigliere Pd Luca Gaffuri che ne è primo firmatario impegna la Giunta regionale a sostenere finanziariamente il progetto Cittadella sanitaria di Como, rispettando gli impegni presi per la sua realizzazione e provvedendo così all’effettivo riordino dei servizi sociosanitari, proprio come previsto dalla riforma della sanità appena approvata.

“La realizzazione della Cittadella sanitaria consentirebbe in effetti la concretizzazione di un polo integrato della salute per la città di Como andando esattamente nella direzione del superamento di quella frammentazione che oggi caratterizza gli interventi sociosanitari sul nostro territorio, promuovendo l’integrazione fra servizi sanitari, sociosanitari e sociali – spiega Gaffuri – . Gli edifici delle aree dell’ex Ospedale Sant’Anna, oltretutto, si configurano come strutture ideali in questo senso, anche per il facile accesso con il trasporto pubblico. Proprio in una fase nella quale l’integrazione dei servizi sociosanitari diventa la scelta strategica di Regione Lombardia, non è pensabile rinunciare a un progetto come quello della Cittadella sanitaria, tanto più che la sua realizzazione consentirebbe anche il recupero urbanistico di un pezzo importante della città e ridarebbe un senso all’autosilo della Valmulini, gravemente sottoutilizzato da quando l’ospedale Sant’Anna è stato trasferito a San Fermo. Ultimo, ma non meno importante, chiediamo anche alla Giunta di valutare l’opportunità che la stessa Ats dell’Insubria possa trovare collocazione all’interno della Cittadella sanitaria così da realizzare il progetto nella sua pienezza”.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Scuole dell’infanzia paritarie, grazie al nostro intervento votato l’emendamento dell’assessore per ripristinare gli 8 milioni a bilancio

ScuolaGrazie a un emendamento dell’assessore regionale all’Economia Garavaglia, questo pomeriggio, in I Commissione Bilancio, si sono potute ripristinare per intero le risorse destinate da Regione Lombardia alle scuole dell’infanzia paritarie che hanno ora di nuovo a disposizione 8 milioni di euro. “Abbiamo votato convintamente a favore dopo aver sollecitato in ogni modo il ripensamento della posta di bilancio, in un primo momento tagliata esattamente della metà – fa sapere Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione –. Appena ci siamo accorti della decisione della Giunta di portare a 4 i milioni di euro di risorse, abbiamo lanciato l’allarme: in questo modo, tante piccole scuole che in tutte le province lombarde, ma in particolare nelle zone più disagiate, suppliscono alla mancanza di analoghe strutture pubbliche, rischiavano di chiudere. Con tutti i danni sociali e didattici che questo avrebbe comportato”.

Continua a leggere

Pubblicato in Scuola | Taggato | Lascia un commento