Archivi del mese: aprile 2013

Ludopatie: anche la Lombardia si doti di una legge contro il gioco d’azzardo

Il Consigliere regionale del PD Luca Gaffuri accoglie con favore l’impegno di Maroni di studiare dei meccanismi che limitino la diffusione di slot machines in Lombardia poiché “vanno nella direzione che noi auspicavamo da tempo. Ricordo che già dal marzo 2012 il Pd aveva posto particolare attenzione al problema presentando una proposta di legge per contrastare il gioco d’azzardo patologico – per altro condivisa con alcuni esponenti del centrodestra – che offriamo come base per avviare l’iter legislativo nelle Commissioni competenti”.

Il progetto di legge del Pd chiede l’istituzione di un apposito Osservatorio sulla diffusione del fenomeno del gioco d’azzardo e di unità operative specializzate nel trattamento della dipendenza da gioco all’interno dei dipartimenti per le dipendenze delle Asl. Inoltre il Pd propone l’obbligo per i soggetti gestori o concessionari di slot machines di dotare le apparecchiature di un lettore della tessera sanitaria regionale, per impedirne l’uso ai minori.

“Viste le dimensioni preoccupanti che ha assunto il problema – conclude Gaffuri – ci auguriamo che in Regione si inizi in tempi brevi a discuterne per intervenire anche dal punto di vista legislativo, mettendo in campo appositi strumenti di prevenzione e di cura”.

Pubblicato in dalla Regione, Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

L’incarico a Enrico Letta è buona notizia per il Paese

“L’incarico a Enrico Letta è una buona notizia per il Paese. Letta ha equilibrio, capacità politica e esperienza utili per dare vita ad un Governo che sappia dare agli italiani le risposte che essi attendono. Il presidente del Consiglio incaricato ha sempre avuto la capacità di creare coesione intorno a proposte politiche e ideali al di là degli schieramenti e al contempo è una figura di riferimento per il Partito Democratico. Letta conosce molto bene Como, la sua provincia, la sua realtà imprenditoriale e associativa, essendo il leader politico che più spesso negli ultimi anni ha fatto incontri pubblici nel capoluogo e nei principali centri del territorio comasco. Sono certo che saprà mettere al primo posto il tema del lavoro e della crescita economica, agendo con la capacità e la competenza che gli vengono unanimemente riconosciute. A Letta va dunque il mio più sentito augurio di buon lavoro.” Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | 2 commenti

Riduzione dei tribunali: lo Stato non scompaia dal territorio

“Lo Stato non deve scomparire dal nostro territorio”. Così Luca Gaffuri, consigliere regionale del PD, ha commentato la mozione approvata dal Consiglio regionale con la quale si chiede al Ministero della Giustizia di valutare nel dettaglio la produttività e l’effettiva funzione svolta dalle sedi giudiziarie minori e di considerare le eccezioni che non meritano la chiusura. “Il voto è arrivato a larga maggioranza su una mozione inizialmente presentata dalla Lega Nord ma modificata in modo sensibile grazie ad un nostro emendamento come gruppo consiliare PD. La nostra opinione – sottolinea Gaffuri -  è che il riordino del sistema dei tribunali non debba tradursi in una scomparsa dello Stato dalle aree più o meno periferiche anche del comasco. Parafrasando una frase di Ezio Vanoni, una delle figure più significative del panorama politico degli anni ’50, mi sembra il caso di ricorda che la politica deve ricordarsi di ogni località, anche e soprattutto di quelle più disagiate sempre e non solo quando c’è bisogno oppure quando si viene incontro ad una loro necessità pratica. Ecco perché abbiamo ottenuto di scrivere nella mozione, che si chieda al Ministero di rinunciare ai tagli lineari e di definire dei criteri di merito, che tengano conto delle criticità di alcuni territori, su cui operare la razionalizzazione e riorganizzazione dei tribunali. I tagli lineari non fanno mai un buon servizio ai cittadini e per ridurre gli sprechi è sempre meglio intervenire con criteri oggettivi valutando i singoli casi”. Luca Gaffuri si riferisce soprattutto alla sede distaccata del Tribunale a Menaggio, località al centro di altri ‘tagli’ (dalle poste alla sede INPS) in parte rientrati. “Sul caso menaggino bisogna inoltre sottolineare che per iniziativa di alcuni Comuni è stato proposto a tutti e 53 i paesi del centro lago appartenenti all’ex mandamento di partecipare pro quota al costo per il mantenimento, ad esempio, dell’ufficio del Giudice di Pace, spesa da ripartirsi in proporzione al numero di abitanti di ciascun paese. Una dimostrazione concreta di come lo stesso territorio abbia a cuore la situazione e voglia intervenire per trovare una soluzione a questo problema anche se il tempo stringe”.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Commissione Lombardia-Svizzera: si parli subito dell’indennità di disoccupazione dei frontalieri

Si è insediata oggi, mercoledì 17 aprile 2013, in Consiglio regionale, la Commissione speciale “Rapporti tra Lombardia, Confederazione Elvetica e Province autonome”. Tra i compiti del nuovo organismo – come previsto dalla delibera di istituzione votata pochi giorni fa in Aula – vi è quello di svolgere un’indagine di natura conoscitiva per acquisire notizie e documenti allo scopo di fornire un inquadramento giuridico, economico, culturale e sociale, sulla cui base elaborare proposte e iniziative. Inoltre, avrà il compito di “accertare l’esecuzione degli accordi vigenti nelle diverse materie di interesse comune per le aree di confine coinvolte; valutare le criticità emergenti, non solo a livello amministrativo, ma anche relative agli aspetti sociali, occupazionali, territoriali e di sicurezza derivanti dall’esecuzione degli accordi operanti tra i territori di confine e dalle differenze tra i diversi ordinamenti; definire indirizzi e criteri cui ispirare l’azione politica regionale nell’ambito dei rapporti con i Cantoni della Confederazione Elvetica e con le Province autonome, innanzitutto con la finalità di contrastare la distrazione di risorse e la delocalizzazione di attività produttive dalla Lombardia verso i territori confinanti; individuare potenziali nuovi ambiti di collaborazione, anche con riferimento a settori non ancora oggetto di intese”. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Proroga PGT: “Si discuta subito la modifica della legge regionale 12 in Commissione”

“Otto mesi previsti dal nostro progetto di legge, depositato nei giorni scorsi, sono un periodo sufficiente per i comuni comaschi per concludere l’iter di approvazione dei Pgt e adeguarsi definitivamente alla norma”. Così il consigliere regionale del PD Luca Gaffuri commenta la delibera approvata ieri dalla Giunta che prevede un ulteriore termine al 30 giugno 2014.  “Si tratta della quarta proroga in 5 anni – spiega l’esponente del Pd – Per noi questa rappresenta un’ultima chiamata per i comuni inadempienti i quali hanno tutto il tempo per approvare i propri strumenti urbanistici entro fine anno. Apprezziamo l’approccio della Giunta che, a seguito della presentazione della nostra proposta di legge, ha affrontato la questione in maniera reattiva e nella direzione da noi indicata. Ora si tratta di valutare la durata di questa proroga. Ci auguriamo che la Commissione V affronti il prima possibile la modifica della Legge Regionale 12 e che questa discussione prenda finalmente in considerazione anche il nostro progetto di legge sul contenimento del consumo di suolo che è la principale emergenza di questa Regione”.

Pubblicato in dalla Regione, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Altro che TAV: è Alptransit l’infrastruttura che dal 2016 determinerà lo sviluppo del nostro territorio

“Nel nostro Paese si discute quasi ogni giorno di TAV. Eppure, a breve periodo, è il collegamento Alptransit che ci interessa di più”. Così il consigliere regionale Luca Gaffuri al termine di un incontro che ha avuto presso la sede del Consiglio Regionale con i vertici lombardi di Legambiente, nelle figure del presidente, Damiano Di Simine, e della direttrice, Barbara Maggetto. Un incontro che ha permesso di discutere a 360° su tante tematiche: dalle infrastrutture ai trasporti, dai Piani di Governo del Territorio al servizio idrico integrato. A proposito di infrastrutture non sono mancati i riferimenti al collegamento Alptransit, il cui cantiere sta entrando nella fase conclusiva. “A dicembre si effettueranno le prime prove di connessione da ambo le direzioni di quello che sarà il più lungo tunnel ferroviario del mondo: ben 57 chilometri – sottolinea Gaffuri -. Una galleria che vedrà i convogli sfrecciare ad oltre 200 chilometri orari in modo sicuro ed a brevi intervalli grazie alle quattro cabine di comando elettroniche per la sicurezza. Semplici dati che evidenziano come, al momento, più che la TAV, Alptransit avrà una evidente ripercussione per il nostro territorio: nell’arco di 20 anni, infatti, è previsto un incremento nel numero di passeggeri e di merci in transito. Ad una riduzione del traffi­co merci transalpino pari a 650.000 tir l’anno si prevede che già nel 2019 l’infrastruttura ferro­viaria transalpina sarà in grado di assor­bire circa 1.200.000 spedizioni annue di traffico combinato, in aggiunta alle 900.000 dell’anno pre-crisi 2008. I primi treni nel tunnel di base del San Gottardo circoleranno da dicembre 2016. Il tutto per ribadire un concetto: Alptransit rappresenta buona parte del futuro per il nord Italia, per la Lombardia e per Como. Cose che, personalmente, ripeto da anni”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , | 2 commenti

Commissione Lombardia-aree di confine

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato oggi, martedì 9 aprile 2013, l’istituzione della Commissione speciale che curerà i Rapporti tra Regione Lombardia e le aree di confine. Favorevole anche il Gruppo regionale del Partito democratico. “Ovviamente condividiamo l’istituzione di questa commissione che si occuperà, in particolare, dei rapporti con il Canton Ticino – conferma Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd –. Nella precedente legislatura si sono tenuti tre incontri tra Consiglio regionale e Gran Consiglio del Canton Ticino e la vecchia maggioranza non è stata in grado di concretizzare le istanze che emersero da quelle occasioni di confronto. Ecco perché ritengo importante che vi sia un luogo dove parlare una lingua istituzionale comune”.

 

E se i problemi e le peculiarità di questi territori di confine riguardano soprattutto i frontalieri e tutto ciò che ne comporta, dall’indennità di disoccupazione al dumping salariale, Gaffuri ricorda che ci sono “questioni altrettanto importanti come le infrastrutture, e penso in primis ad AlpTransit, appuntamento cui rischiamo di presentarci del tutto impreparati e che potrebbe comportare un conseguente intasamento di strade e autostrade lombarde”.

 

La Commissione dovrebbe, secondo Gaffuri, anche ascoltare le richieste che vengono dalla Svizzera: “Il Gran Consiglio del Canton Ticino ci segnalava le difficoltà che le imprese ticinesi incontrano se vogliono provare a lavorare in Italia. La burocrazia, sia nazionale che regionale, è il primo ostacolo. Infine, dovremo tendere l’orecchio anche verso la richiesta, più volte esplicitata, di un interesse particolare nei confronti di Expo. Ricordo che la Svizzera è stata la prima ad aderire alla grande manifestazione che Milano ospiterà da qui a poco”. Insomma, un occhio di riguardo reciproco è forse la ricetta giusta, suggerisce Gaffuri.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , , | Lascia un commento

Tunnel di Monza: opera fondamentale per imprenditori, per i pendolari e per il turismo dell’alto lago

“L’apertura della galleria di Monza rappresenta un’ottima notizia per tutta la Brianza comasca e per l’Alto Lago che può contare su più celeri collegamenti con Milano. Il Consigliere regionale del Partito Democratico, Luca Gaffuri, interviene oggi, giovedì 4 aprile, quando anche la corsia in direzione sud è percorribile del tunnel di Monza sulla superstrada 36. Un’opera di notevole importanza anche per i tanti comaschi, e i brianzoli in particolare, che usano la superstrada per Milano. “Quello di Monza era un nodo importante da sciogliere, che è costato circa cinque anni di disagi. Ora, con la nuova galleria, sarà più facile raggiungere direttamente la tangenziale nord (e di conseguenza la est) di Milano o l’autostrada A4 Milano-Torino “ continua Gaffuri. Un’infrastruttura importante che accorcia i tempi di percorrenza sulla direttrice Milano-Colico e che separa la viabilità urbana, che resta in superficie, dal traffico a lunga percorrenza, che corre in sotterraneo, riducendo fortemente gli attuali livelli di traffico (ovvero 100 mila veicoli al giorno, di cui il 20% di traffico pesante). “Tabelle orarie alla mano, già oggi, ci si potrebbe impiegare meno di un’ora da Milano a Colico con evidenti benefici per il turismo del fine settimana per tutta la zona dell’Alto Lago. Auspico che possano concludersi al più presto gli altri interventi in corso di svolgimento sul tracciato della SS 36 in modo che i vantaggi siano effettivi e ne possano beneficiare anche i turisti diretti in Valtellina o sul lago di Como. Allo stesso tempo mi auguro che tra poco, quando incominceranno i lavori sul tracciato della superstrada Milano-Meda per la realizzazione dell’autostrada Pedemontana, non si verifichino gli stessi disagi in termini di problemi alla viabilità e di tempistica complessiva che hanno caratterizzato la realizzazione del tunnel monzese. La nostra Brianza, francamente, non se lo meriterebbe” conclude Gaffuri.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Lago da risanare: un buon progetto

Luca Gaffuri è favorevole alla proposta lanciata dal Sindaco di Como, Mario Lucini, per rendere nuovamente balneabile il primo bacino del lago: “E’ necessario che Regione Lombardia, visto che ci sono già fondi stanziati da altri enti inclusa la Fondazione Cariplo, partecipi a questo intervento prioritario in vista di EXPO 2015. Già all’inizio della precedente legislatura chiesi di inserire nel piano regionale di sviluppo questo progetto, ma l’allora assessore Raimondi non lo ritenne meritevole”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, dal Comune di Como, dalla Regione | Taggato , , | Lascia un commento

Una proposta di legge per i comuni senza Pgt, come Como

Il Pd ha annunciato questa mattina la presentazione di un progetto di legge per permettere ai quasi 580 comuni lombardi su 1544, tra cui Como, Varese e Lecco, che non hanno ancora concluso l’iter di approvazione del Piano di governo del territorio di continuare ad utilizzare gli strumenti urbanistici vigenti fino alla fine del 2013. Ciò permetterebbe a questi comuni, oltre la metà di quelli comaschi, di perfezionare la pianificazione del territorio in base ai dettami della legge regionale del 2005 senza vedere il blocco totale degli interventi urbanistici nel loro territorio.

“Abbiamo raccolto – spiega il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri – l’appello proveniente dai sindaci, dalle associazioni di categoria e dagli ordini professionali preoccupati per le ripercussioni della norma introdotta a fine dicembre che ha sostanzialmente fatto decadere i vecchi piani regolatori, lasciando comuni anche importanti, come Como, senza alcun strumento urbanistico. Con questa norma, straordinaria e non ripetibile, motivata anche dalla profonda crisi che investe il comparto dell’edilizia, si può dare un po’ di respiro all’economia locale e dare agli enti locali un incentivo a concludere entro quest’anno il percorso di approvazione dei piani di governo del territorio.”

Sempre oggi il PD ha presentato un’altra proposta di legge di modifica alla legge urbanistica regionale con lo scopo di introdurre delle norme per contenere il consumo di suolo e frenare la progressiva urbanizzazione del territorio che ha caratterizzato la Lombardia degli ultimi decenni.

“Con questo progetto di legge che modifica sedici articoli della legge urbanistica – spiega Gaffuri – vogliamo far passare dei concetti nuovi quali l’utilizzo in via prioritaria delle aree dismesse, abbandonate e degradate, l’introduzione delle soglie percentuali massime di consumo di suolo e la compensazione ecologica preventiva”.

SITUAZIONE AVANZAMENTO PGT AGGIORNATA AL 13 MARZO 2013

Pubblicato in dalla Regione, Economia e lavoro | Taggato , , | 1 commento