Trasporto ferroviario in crescita in Lombardia

Si tratta di dati sicuramente incoraggianti che dimostrano concretamente quello che da anni vado affermando insieme ad altri consiglieri regionali del PD: il futuro della nostra mobilità non deve essere affidato alle esclusivamente alle automobili ma anche e soprattutto ai treni”. Così Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale commenta i dati pubblicati da Legambiente nella ricerca “Pendolaria”, ovvero l’analisi degli spostamenti dei lavoratori, e le ultime dichiarazioni sul trasporto ferroviario a livello nazionale da parte della NTV, la società che gestisce i convogli ad alta velocità “Italo”. “La ricerca di Legambiente ha constatato come negli ultimi tre anni il numero di pendolari che utilizza il treno per gli spostamenti quotidiani è cresciuto del 19,8% nella nostra Regione. Continuando sulla strada degli investimenti sul materiale rotabile e sull’affidabilità delle linee, complice anche la situazione della nostra viabilità, il treno sarà sempre più importante e nel prossimo futuro questi dati così estremamente positivi potrebbero interessare anche alcune linee come la Como-Lecco cui auspichiamo una maggiore valorizzazione” sottolina Gaffuri che guarda con ottimismo al domani in considerazione anche delle dichiarazioni relative all’utilizzo generale del treno nel nostro Paese: “Sapere che i numeri hanno confermato come per la prima volta dal dopoguerra, nel settore dei trasporti, il mezzo ferroviario ha sottratto traffico al mezzo stradale (utenza cresciuta di ben 4 milioni di passeggeri, per un +10-15%) è un motivo di grande soddisfazione per chi, come me, crede nel treno e nella cosiddetta “cura del ferro” per l’Italia. Purtroppo decenni di completo disiniteresse nei confronti delle nostre ferrovie non si possono cancellare così come le indubbie difficoltà economiche che riguardano la gestione delle linee, soprattutto di quelle regionali. In ogni caso sono fiducioso. Pur tra mille difficoltà anche incredibili, come le due settimane di odissea per migliaia di pendolari a causa dei problemi al nuovo software di gestione del personale di Trenord, nel nostro territorio il treno è sempre più utilizzato. Se potessimo contare sempre su materiale di prim’ordine e su una gestione impeccabile l’utenza sarebbe senza dubbio ancora più numerosa. E’ quindi nostro dovere impegnarci per raggiungere questo obiettivo, ovvero l’eccellenza nei trasporto ferroviari, e questo sarà sicuramente un risultato cui punterà la nuova amministrazione regionale se i cittadini daranno fiducia alle forze civiche e di centrosinistra che sostengono il candidato presidente Umberto Ambrosoli”.

Articolo scritto in Mobilità e con i tag , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>