Archivi tag: berlusconi

Lorenzo Guerini al tavolo con Berlusconi

Il deputato lodigiano ha partecipato all’incontro di sabato con Berlusconi che tanto sta facendo discutere dentro e fuori dal PD.
Riportiamo l’intervista da lui rilasciata al quotidiano locale Il Cittadino, a firma di Greta Boni.

images

«Era un incontro necessario»

«È stato un incontro molto importante – commenta il deputato lodigiano -. Pur essendo tra quelli previsti con tutte le forze politiche, è chiaro che questo ha un significato rilevante, viste le figure presenti al tavolo. Era un incontro necessario, per definire un’intesa il più ampia possibile. Sono stati fatti dei passi in avanti, tuttavia l’intesa deve essere costruita anche con le altre forze, i contatti sono in corso».

Riserbo sui dettagli

Sulla legge elettorale, per il momento c’è il massimo riservo. Proprio ieri il sindaco di Firenze ha scritto sul suo profilo Facebook: «L’accordo, trasparente e alla luce del sole, è molto semplice. Si fa una legge elettorale per cui chi vince governa stabilmente senza il diritto di ricatto dei partitini: suggerisco a chi critica la legge di aspettare almeno di sapere come è fatta, io la presento domani (oggi per chi legge, ndr) in direzione alle 16».

Le questioni sul tavolo

Nell’agenda targata Pd, però, ci sono altre questioni: «L’auspicio – precisa Guerini – è che questo sforzo possa trovare l’impegno delle altre forze politiche, non solo per ciò che riguarda la legge elettorale ma anche per l’accordo a favore del superamento del bicameralismo perfetto, con la trasformazione del Senato in camera delle Autonomie e la riforma del titolo V della Costituzione. Si tratta di definire l’impianto delle regole e l’assetto istituzionale dei prossimi anni, un obiettivo ambizioso e delicato».

«A un passo dall’accordo»

Renzi ribadisce che l’accordo è a portata di mano: «Nasce il Senato delle Autonomie – scrive su Facebook -: via i senatori eletti, via i loro stipendi con riduzione del numero dei parlamentari e dei costi della politica. Si cambia il titolo V, superando non solo le Province ma semplificando anche il ruolo delle Regioni: in più i consiglieri regionali riducono indennità a quelle dei sindaci e si cancellano i rimborsi-scandalo ai gruppi».

Stop alle critiche

Di fronte alla pioggia di critiche arrivate da più parti per il vertice tra Renzi e Berlusconi, Guerini ribadisce che il segretario Pd si confronterà con tutte le forze disponibili, «è chiaro che non si può ignorare la forza più rilevante dell’opposizione, chi critica fino a ieri era seduto allo stesso Governo con Berlusconi». E conclude: «Il tema è costruire un’alternativa, in modo che dopo le elezioni non si sia più costretti a fare un governo con Berlusconi».

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Parole senza senso!

In una delle ormai consuete uscite di Berlusconi, che hanno il solo scopo di distrarre l’opinione pubblica dai problemi del Paese e dai suoi guai giudiziari, ecco riemergere la demolizione della scuola pubblica.

Seppur parole e argomenti sono gli stessi degli ultimi 16 anni, la posta è troppo grande per far finta di nulla.

Da Berlusconi arriva uno schiaffo inaccettabile. Con richiami di sapore antico, il premier se la prende con comunisti e gay, insultando ancora una volta l’intelligenza e la coscienza civile del Paese, e all’elenco stavolta aggiunge gli insegnanti della scuola pubblica. Uno schiaffo inaccettabile a chi lavora con dedizione in condizioni rese sempre più difficili dal Governo. Dire che i professori sono ideologizzati e non insegnano ciò che dovrebbero, che “inculcano principi diversi da quelli delle famiglie”, è un’offesa clamorosa. Alla scuola pubblica, dai primi gradi fino alle superiori passando poi all’Università, il governo Berlusconi ha presentato il conto più salato in termini di risorse mancate, dignità negata agli insegnati, impoverimento dei percorsi formativi. Lo sanno le famiglie e gli studenti che ogni giorno misurano l’abbandono in cui versa uno dei settori strategici per il futuro del Paese e che resiste al collasso solo grazie alla passione e al lavoro quotidiano dei tantissimi docenti che non si rassegano alla violenza con cui sono trattati e considerati. E’ inoltre e addirittura patetico l’atteggiamento della Gelmini, che difende Berlusconi invece che la scuola pubblica. Dovrebbe dimettersi subito, se solo avesse il minimo rispetto del proprio ruolo e la minima coscienza di ciò che vuol dire essere Ministro della Pubblica Istruzione.

Liberta d’insegnamento? La Costituzione è quotidianamente irrisa e considerata un intralcio, sacrificata sull’altare del destino personale del Presidente del Consiglio e del suo Governo. Berlusconi conosce solo il significato della parola arbitrio, come dimostra la sua costante insofferenza per la legge che cerca sempre di aggirare o di piegare per tutelare i suoi interessi.

Maria Grazia De Carolis
Resp. Scuola PD Provincia di Lodi

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Scuola | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Berlusconi Dimettiti! – I gazebo nel Lodigiano

Anche il Lodigiano si mobilita nella raccolta firme promossa dal Partito Democratico per dare un forte segnale al governo di centro-destra. Berlusconi non è più credibile, ha disonorato il paese e deve dimettersi!

>>QUI<< trovi il file pdf con tutte le date e i gazebo disseminati sul territorio della provincia.

Firma anche tu, per cambiare l’Italia!!!

Pubblicato in Blog Dem, Eventi, Idee e politica, Lodigiano, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti