GIOVEDI’ 22 AGOSTO L’APERTURA DELLA FESTA DELL’UNITA’ DI LODI, NEL SEGNO DELLE PREOCCUPAZIONI E DELLA MOBILITAZIONE DEMOCRATICA PER SUPERARE LA CRISI POLITICA E ISTITUZIONALE INNESCATA DALLA CADUTA DEL GOVERNO

Nel corso della riunione svoltasi oggi della direzione nazionale del Partito Democratico, facendo riferimento alla crisi di Governo che si è formalmente aperta ieri con le dimissioni del Presidente del Consiglio dei Ministri, il segretario Nicola Zingaretti ha esortato a “chiamare a raccolta tutte le nostre forze e già nei prossimi giorni rivolgerci a partire dalle numerose Feste dell’Unità a una mobilitazione che chiarisca quanto è accaduto”.

E’ sotto questo segno che domani si aprirà l’edizione 2019 della Festa dell’Unità di Lodi e l’invito del segretario nazionale trova sicuramente pronta e convinta risposta da parte dei dirigenti, degli iscritti, degli attivisti e dei simpatizzanti lodigiani del Pd, perché (come recita l’Ordine del Giorno approvato dalla direzione all’unanimità) proprio a partire dalle organizzazioni territoriali si sviluppi “il massimo della mobilitazione e della iniziativa democratica, in un passaggio particolarmente delicato per il futuro del Paese”.

Proprio l’importanza cruciale del frangente rimarca una volta di più quanto sia essenziale il ruolo del Pd a garanzia della tenuta dell’intero sistema politico e istituzionale. Citando il passo conclusivo dell’Ordine del Giorno, siamo davvero tutti consapevoli che “la democrazia ed i suoi canali di partecipazione sono un patrimonio prezioso che tutte e tutti noi dobbiamo preservare”.

Nel corso degli 11 giorni della Festa daremo prova di questa consapevolezza e di questo senso di responsabilità, cercando di portare un contributo al confronto ed alla riflessione sulle possibilità e le modalità con cui sarà forse possibile avviare una nuova fase politica che sappia affrontare i problemi del Paese, attraverso la nascita di un governo di svolta per questa legislatura o se sarà invece inevitabile il ricorso alle urne, con il Pd che sarà allora impegnato a costruire un progetto che sappia indicare alla nostra società una alternativa efficace all’inconcludente e dannoso esperimento del sedicente “governo del cambiamento”.

Roberta Vallacchi, segretaria provinciale

Articolo scritto in Blog Dem.



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>