Pd: “Dal 2010 nessun controllo delle caldaie”.

Lodi – “Occorre fare il punto su Eal e sulle società da essa partecipate. Il Consiglio Provinciale deve essere informato rispetto allo stallo che si sta verificando in modo particolare in Eal Service”, così Mauro Soldati, Segretario Provinciale Pd, in merito alle società partecipate della Provincia di Lodi.

Eal Service svolge un’attività industriale di rilievo, relativa alla gestione del calore a favore delle amministrazioni pubbliche del Lodigiano ed è una società mista pubblico/privato, partecipata per il 49% dagli artigiani del territorio e per il 51% da Eal s.p.a., controllata dalla Provincia di Lodi. Tramite una convenzione con la Provincia, inoltre, si dovrebbe occupare dei controlli sulle caldaie, ma da luglio 2010 la convenzione è scaduta e da allora nessun controllo è stato più effettuato.

“Tempo fa – dichiara Soldati – chiedemmo quali scelte industriali avrebbe fatto la Eal per la controllata Service, come s’intendeva operare e con quali prospettive. Il 21 marzo con l’Assessore Maiocchi e successivamente con il Presidente di Eal Ceriani ci fu risposto che le problematiche da loro individuate erano in corso di definizione. Si paventò anche un presunto conflitto di interessi interno all’azienda con la necessità di scinderne i due rami, con sportello energia da una parte e gestione calore dall’altro. Da allora però nulla è cambiato ed in più l’azienda è paralizzata”.

Nell’ultimo consiglio di amministrazione di Eal Service, il Presidente Carlin, succeduto al dimissionario Alloni, aveva annunciato la nascita dal 1° settembre, su indicazione della Provincia, di una nuova società per il controllo delle caldaie, senza però che la notizia fosse preceduta dal alcun confronto in Cda e nemmeno con il socio privato di Eal Service, cioè “J – Gruppo Energie Intelligenti”, società costituita da un pool di aziende artigiane del Lodigiano.

“Intanto – conclude Soldati – siamo al secondo autunno e inverno senza controllo delle emissioni. Non ci servono nuove società, ma che quel che c’è funzioni al meglio. In un momento dell’anno come questo, in cui si torna ad accendere il riscaldamento, è doveroso uscire da questa confusione ed effettuare i controlli, che sono il presidio preventivo per la salute e la sicurezza dei cittadini lodigiani. Forse è il caso di fare ordine e noi forniremo il nostro contributo presentando in Consiglio Provinciale una mozione su Eal s.p.a., con l’obiettivo di ritrovare le modalità di un confronto utile e nell’interesse del territorio”.

 Ufficio Stampa Federazione Pd del Lodigiano

Articolo scritto in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Lodigiano, Sanità e welfare e con i tag , , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>