Archivi tag: gestione

Tagli navigazione laghi:il Governo ripromette ma i fatti lo smentiscono

“Dopo l’appello lanciato dai Presidenti delle Province di Lecco e Como, a tutti i parlamentari del territorio lecchese e comasco e al Governo, in merito ai tagli alla Navigazione Laghi, e dopo la presentazione dell’ulteriore interrogazione a firma Codurelli e Braga, questa mattina c’è stata la risposta del Governo, tramite il sottosegretario Giachino. Il Governoconferma, come già aveva promesso in passato (int. Codurelli-Braga n. 5-01107), che le gli avanzi di amministrazione degli anni 2007-2008 della gestione governativa laghi dovrebbero essere utilizzati per fronteggiare le spese di esercizio per la gestione dei servizi di navigazione, ammettendo che nella Finanziaria 2011 non solo non sono stati assegnati i residui ma a fronte di una richiesta di 26.500.000 euro ne sono stati assegnati solo, come noi avevamo denunciato nell’atto, 16.863.156.

Nella risposta il Ministero dei trasporti dichiara di essere impegnato al fine di assicurare le risorse mancanti attraverso i provvedimenti di legge, attualmente in fase di discussione in Parlamento. Non ho potuto far altro che rimarcare che le promesse diventino fatti concreti, dal momento che non state mantenute nemmeno lo scorso anno, nè nella Finanziaria 2011, tanto meno nel Milleproroghe all’esame in Senato, sprovvisto dell’importo dovuto per garantire la sopravivenza del servizio. Il PD conferma il proprio impegno, attraverso proposte emendative, a sostegno del servizio di trasporto lacuale, servizio per noi strategico per il turismo e la cittadinanza. Ci aspettiamo altrettanto coerenza da Governo e maggioranza affinché le promesse sentite anche questa mattina, dopo quelle di Castelli nel 2009, si concretizzino. Certo che la lettera arrivata solo pochi giorni fa (11 gennaio) dall’assessore regionale Cattaneo, la dice lunga sull’attenzione che il centro-destra riserva ad un servizio così strategico per il territorio e per la Regione.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Acqua pubblica e gestione del servizio idrico integrato

Desideriamo porre all’attenzione dell’opinione pubblica della Provincia di Lecco il tema dell’acqua e della gestione del servizio idrico integrato. Come certamente è noto, il governo ha imposto con l’ennesimo voto di fiducia l’approvazione del decreto Ronchi e con esso di fatto la privatizzazione forzata della gestione del servizio idrico. Un esito che consideriamo non accettabile e contro il quale già i nostri gruppi parlamentari hanno condotto una ferma opposizione.

La difesa dell’acqua pubblica è un atto dovuto ed è anche al centro di due diverse iniziative referendarie, una promossa dal forum acqua pubblica, l’altra dall’Italia dei Valori. Siamo vicini a quanti decidono di combattere contro la privatizzazione forzata dell’acqua e della sua gestione attraverso lo strumento del referendum ma pensiamo che il referendum non sia lo strumento migliore. Innanzitutto perché ha purtroppo perso efficacia negli anni: gli ultimi 24 referendum su 24 negli ultimi 15 anni sono stati persi perché non é stato raggiunto il quorum. Inoltre il referendum, per sua natura, abroga parti di leggi e quindi non è in grado di ridefinire un quadro articolato di norme coerenti come invece richiede un bene così importante come è l’acqua e un servizio così complesso come è il servizio idrico integrato.

Per questo il PD a livello Regionale e Nazionale si sta impegnando per realizzare un patto per l’acqua pubblica, partecipato, finalizzato alla scrittura di un disegno di legge complessivo sull’acqua pubblica e sul servizio idrico integrato.  Anche noi come PD Provinciale di Lecco intendiamo partecipare a questo processo. In particolare vogliamo:

-          costruire occasioni di confronto e di partecipazione sul tema;

-          analizzare e verificare l’esperienza e la realtà lecchese;

-          elaborare delle linee guida, insieme ai cittadini, ai nostri amministratori locali e al partito, sull’acqua pubblica e sul servizio idrico integrato, tenendo presente che l’acqua è un bene scarso e come tale va prelevata e gestita secondo criteri efficienti, combattendo ogni forma di spreco.

Lo faremo attivando le nostre risorse interne, dando avvio a un dibattito allargato sul tema dell’ambiente che sappia porre, come primo punto all’ordine del giorno, il tema dell’acqua.

La prima occasione di incontro sarà martedì 25 maggio 2010, alle ore 21,00, con una serata sul tema “L’acqua è un bene pubblico: costruiamo insieme un patto per l’acqua”, che si terrà ad Oggiono, presso la sala consiliare, piazza Garibaldi n. 14.

Cordiali saluti,

Chiara Pagano

Raffaele Straniero

Responsabili Territorio e Ambiente

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , | Lascia un commento