Archivi categoria: Mobilità

Emergenza neve

Insieme alla prima neve eccola inesorabile la polemica sulla gestione “dell’emergenza”.

Un plauso all’Amministrazione! L’organizzazione ha funzionato bene. Il Piano progettato dagli uffici, visionato in una Commissione Consiliare partecipata e ricca di utili consigli, è stato efficace. Si è agito con la sufficiente prontezza nel rispetto dell’equilibrio tra le risorse pubbliche spese e la qualità del servizio offerto.

Ieri mattina le strade erano agibili, i mezzi pubblici presenti, il traffico, tenuto conto della situazione, normale.

Considerato questo, le scuole potevano essere aperte? Forse sì, ma è facile dirlo ora. C’è poi da aggiungere che il traffico scorrevole e poco intenso potrebbe essere il risultato dell’efficace sistema di avvisi incrociati studiato per la comunicazione ai cittadini. Non si può dire sia stato altrettanto chiaro ed efficiente quello della provincia.

Va infatti chiarito che la Legge regionale LOMBARDIA 6 agosto 2007 n. 19 “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della Regione Lombardia”, all’ Art. 6 – Ruolo delle province e dei comuni dice al comma 1 precisa che “Spettano alle province, in materia di istruzione secondaria superiore, e ai comuni, in relazione agli altri gradi inferiori dell’istruzione scolastica” e alla lettera d. sottolina che anche la “sospensione delle lezioni in casi gravi e urgenti” spetta alla Provincia e non al Comune dove sono ubicate.

Se ieri mattina i marciapiedi ricoperti da un soffice manto di neve che imponeva un paio di scarpe adeguato non erano però scivolosi, oggi il ghiaccio rischia di farla da padrone rendendo i percorsi pedonali punto debole del piano.

A questo proposito bisogna però sottolineare che:

  1. i marciapiedi non si puliscono e “salano” con gli appositi camioncini, inoltre ci vuole tempo per la pulizia di tutti i marciapiedi della Città
  2. Le regole e il buon senso attribuiscono ai frontisti l’onere di ripulire e mantenere agibile il “loro” pezzo di marciapiede.

Per il primo punto ritengo doveroso valutare l’azione del Comune, nel caso in cui si dovessero presentare significative ed evidenti lacune il mio Gruppo si prenderà le responsabilità dovute.

Per il secondo, il discorso è un po’ più complesso e riguarda da un lato la cultura e il civismo che una comunità sa esprimere, dall’altra la capacità degli strumenti di partecipazione (in primis i CTP) sui quali bisogna lavorare per rendere possibile, coordinato ed efficace l’intervento diretto dei cittadini nel migliorare la qualità della vita in Città. Perché non pensare attraverso i CTP alla formazione di comitati civici di quartiere che – come una piccola squadra di protezione civile – organizzino e gestiscano la pulizia dei marciapiedi e dei percorsi pedonali e ciclabili in collaborazione con l’Amministrazione?

In fine occorre ricordare che sono stati previsti nel bilancio più di 200.000 € per lo sgombero neve. Tenuto conto che salvo casi eccezionali la permanenza della neve in città e i disagi ad essa connessi sono di breve durata, bisogna decidere se spendere (e a mio avviso sperperare) tutte le risorse per due giorni di neve, oppure attrezzarsi con un paio di scarpe pesanti per camminare, una pala per pulire il marciapiede avanti casa, utilizzare pneumatici invernali (se proprio non si può fare a meno dell’auto), risparmiando così diverse decine di migliaia di euro pubblici da destinare  ad attività e servizi più utili e duraturi.

Ufficio Stampa PD Lecco

Pubblicato in Mobilità | Lascia un commento

Linea Lecco-Como:ancora non ci siamo

“Per la quarta volta in nove mesi la linea ferroviaria Como-Molteno-Lecco figura tra le direttrici del Servizio ferroviario regionale che non hanno soddisfatto l’indice di affidabilità, in questo caso per il mese di novembre. Crediamo che si debba intervenire al più presto per valorizzare una tratta le cui potenzialità sono ingiustamente sottostimate”, commentano così Luca Gaffuri e Carlo Spreafico, capogruppo e consigliere regionali del Pd, l’avviso di Trenord con il quale si avvertono gli abbonati della Como-Molteno-Lecco che otterranno uno sconto del 20% per il mese di febbraio, oppure potranno richiedere il bonus alla scadenza di validità dell’abbonamento annuale.

In più occasioni abbiamo sottolineato come il collegamento ferroviario tra Como e Lecco ricopra un’importanza strategica per il movimento delle persone e, perché no, anche delle merci – continuano Gaffuri e Spreafico –. Da diverso tempo, ormai, pensiamo che occorra ripensare seriamente all’efficienza della linea in modo tale da dotarla di treni ogni mezz’ora negli orari di punta e ogni ora nelle altre fasce. La Giunta di Regione Lombardia, accogliendo un nostro ordine del giorno presentato a dicembre, ha affermato che dovrà impegnarsi per studiare come incrementare l’affidabilità di questa linea, autentica Pedemontana ferroviaria, al fine di poterla mettere in collegamento con Lugano. Speriamo che questo impegno diventi realtà al più presto e la Como-Molteno-Lecco scompaia da questa poco gradita classifica mensile”.

Pubblicato in Mobilità | Lascia un commento

Ancora disagi sui treni

Siamo su un binario morto grazie alle politiche fallimentari del Governo PDL e Lega e della Regione Lombardia, ormai non c’è giorno in cui i pendolari non si trovino a dover subire ingiustamente  disagi pesantissimi in termini di ritardi, causati dall’obsolescenza del materiale rotabile e dei treni: si ricorda che il notevole aumento delle tariffe era supportato dall’esigenza di investire nel miglioramento della qualità investimenti che ancora oggi non si intravedono. Siamo nella regione più ricca d’Italia come continuamente sottolineato da tutti ma questo brutto biglietto da visita dovrebbe far riflettere molto.

Dopo aver accolto con parere favorevole la nostra mozione  nr 100715 finalizzata  alla salvaguardia del trasporto pubblico locale, chiediamo che  il nuovo Governo dia seguito all’ impegno preso alla Camera il 27 ottobre  scorso a fronte del taglio di un miliardo e mezzo di euro che il Governo ha  effettuato alle Regioni nella scorsa manovra.

I tagli alle risorse di questi tre anni hanno provocato il dimezzamento dei servizi e l’aumento delle tariffe, a tutto ciò si aggiunge lo smantellamento in corso di tutto l’apparato industriale del settore come Fincantieri, Irisbus Iveco, Alenia e Ansaldo Breda: doppia beffa per il nostro territorio se consideriamo la lunga crisi che sta vivendo la RSI di Costamasnaga, azienda con elevata professionalità e a rischio chiusura per una totale mancanza di una seria politica industriale nel settore  Le Istituzioni non possono più permettersi di  rimanere  alla finestra pena il fallimento totale che non riguarda solo il settore ma che inciderà su tutti gli ambiti dell’economia: fronte di tutto ciò mi aspetto che il nuovo ministro venga al più presto nella commissione preposta al più presto a riferire sul tema rispondendo anche alla mia interrogazione presentata il 27 ottobre.

Lucia Codurelli

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Codurelli:verso i pendolari comportamenti inaccettabili

Le inaugurazioni,tante, troppe, le feste, le dichiarazioni sono inutili, se alle parole non si fanno seguire i fatti, quanto accaduto nei giorni scorsi  e denunciato dal Comitato pendolari è indegno, inaccettabile”.

E’ lapidario il commento dell’On. Lucia Codurelli dopo l’increscioso sgombero forzato dei pendolari diretti a Sondrio,  che si sono visti costretti a scendere da un treno, con la metà delle carrozze inaccessibili, con l’uso della forza e con l’intervento delle Forze dell’ordine.   Trenord e Regione Lombardia continuano a ignorare la sempre più disastrosa situazione in cui versano treni e strutture ferroviarie, oltre ai ritardi che ormai incessantemente si susseguono sulle tratte ferroviarie più frequentate e che stanno mettendo a dura prova i pendolari che ormai quasi tutti i giorni si trovano a fare i conti con ritardi e soppressioni.

“Risale a due mesi fa l’ultimo aumento di biglietti e abbonamenti giustificato con la necessità di far cassa per mantenere e ammodernare il materiale rotante, ma ad oggi non si intravede minimamente un cambio di rotta – sottolinea – i disagi continuano ad essere assai frequenti, i treni sono sporchi, le carrozze inaccessibili a causa dei guasti al riscaldamento, alla mancanza di luci o alle porte che non funzionano, ritardi e soppressioni sono ormai diventati la norma e la carenza di personale sui treni, specialmente durante le corse serali lascia i viaggiatori in potenziali situazioni di insicurezza.”

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Lascia un commento

Rusconi:interrogazione urgente su aumenti trasporto pubblico

Il sen. Rusconi comunica di aver presentato un’interrogazione urgente al Ministro dei Trasporti in merito alla decisione presa dalla Giunta Regionale della Regione Lombardia, su proposta dell’assessore alla mobilità Raffaele Cattaneo, di procedere, a decorrere dal prossimo 1 agosto, alla seconda fase di aumenti tariffari del trasporto pubblico regionale con un incremento del 9,09%. Poiché tale decisone è stata adottata a completamento della manovra economica straordinaria annunciata nei mesi scorsi a seguito della quale nel mese di febbraio le tariffe del trasporto pubblico regionale avevano già subito un aumento del 10 per cento, l’aumento complessivo delle tariffe per il 2011 raggiunge il 20%.

Il sen. Rusconi chiede al Ministro se gli aumenti previsti abbiano davvero la giustificazione economica che viene loro attribuita, o se non siano invece il frutto di scelte demagogiche e di calcoli errati e, soprattutto, quali azioni intenda intraprendere per salvaguardare e sostenere il sistema del trasporto pubblico locale. Il contenuto integrale dell’interrogazione in allegato. Roma, 28 luglio 2011 Antonio Rusconi
visualizza l’interrogazione

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento

Documento della Direzione provinciale sul trasporto pubblico

Il Settore Ambiente del PD Provinciale, coordinato da Chiara Pagano e Raffaele Straniero, ha da pochi giorni elaborato e proposto alla Direzione Provinciale, che lo ha approvato, un documento critico sul complesso tema del trasporto pubblico che – nonostante le promesse di Regione Lombardia e Governo – non è oggetto di seri investimenti, in particolare per il potenziamento e riqualificazione delle linee ferroviarie.

“Il PD Provinciale ritiene che sia urgente” precisa Straniero “dare una svolta allo stato delle cose perché il nostro Territorio e i cittadini ne risentono, è fondamente convocare il Tavolo territoriale di coordinamento sulla questione dei tagli al trasporto pubblico se si vuole disincentivare l’utilizzo di mezzi privati, e quindi ridurre il traffico e ciò che ne consegue”.

Segue documento

La Direzione Provinciale del Partito Democratico

-             nella consapevolezza che maggiori investimenti nel settore del trasporto pubblico sono assolutamente necessari per renderlo più adeguato, efficiente e rispondente alle esigenze dei cittadini, ed in particolare dei pendolari, e per disincentivare l’utilizzo dei mezzi privati, onde ridurre il traffico automobilistico e l’inquinamento,

-             valutati negativamente i tagli ai fondi del trasporto pubblico decisi dal Governo centrale e dalla Regione Lombardia,

-             ricordato l’impegno che su questo fronte è sempre stato espresso dall’Amministrazione Provinciale di Lecco con le Giunte Anghileri e Brivio,

-             valutate positivamente le iniziative assunte dal Gruppo Consiliare Regionale del PD in ordine al miglioramento del servizio ferroviario e dai Sindaci del lecchese in merito alla necessità di una riqualificazione delle linee ferroviarie Lecco-Molteno-Monza e Lecco-Como ed alla richiesta di convocazione del Tavolo territoriale di coordinamento sulla questione dei tagli al trasporto pubblico,

RITIENE indispensabile un rilancio dell’iniziativa politica sul settore del trasporto pubblico per non abbandonare i pendolari ad una situazione sempre più difficile sia in termini di utilizzo dei mezzi sia in termini di costo del servizio,

CONSIDERA prioritari per la Sondrio-Lecco-Milano, nonché per tutte le linee ferroviarie, gli obiettivi della puntualità dei treni, del rinnovo e della manutenzione del materiale rotabile, di una maggiore pulizia dei convogli, di una maggiore attenzione nella redazione degli orari alle esigenze degli studenti e dei lavoratori pendolari, della vivibilità e della sicurezza delle stazioni ferroviarie,

RITIENE indispensabile che le Province di Lecco, Como e Monza Brianza affrontino in un’ottica comune, nei confronti della Regione Lombardia, la questione del miglioramento delle linee ferroviarie Lecco-Molteno-Monza e Lecco-Como, anche nella direzione della creazione della Pedemontana ferroviaria e nell’ottica di un veloce collegamento con la Svizzera attraverso il Gottardo,

EVIDENZIA l’importanza, per la tratta ferroviaria dell’alto lago, di assicurare le coincidenze con le corse dei traghetti a Varenna e Bellano,

SI ASSOCIA alla richiesta del Gruppo Consiliare Regionale del PD che vengano “bloccati” ulteriori aumenti delle tariffe del trasporto pubblico senza un reale e tangibile innalzamento degli standard qualitativi e quantitativi del servizio.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Iniziativa 8 stazioni

Il gruppo consiliare regionale del PD e la Federazione Provinciale di Lecco promuovono in otto stazioni della nostra Provincia un’azione di informazione e di vicinanza nei confronti dei “pendolari”,  con l’intenzione di evidenziare le responsabilità politiche dei tagli al trasporto pubblico e degli aumenti tariffari attuati a partire dal 2011 nonché di rendere note le proposte del PD in materia, anche alla luce dell’indagine condotta dal gruppo regionale PD su un campione di 12 delle 28 stazioni della Provincia di Lecco per verificare lo stato di salute del servizio ferroviario.

Il programma degli incontri con i pendolari prevede la visita alle seguenti stazioni secondo questo calendario (nella fascia oraria fra le 7 e le 8):

- lunedì 28 febbraio Lecco

- martedì 1 marzo Calolziocorte/Olginate

- mercoledì 2 marzo Olgiate/Calco/Brivio

- martedì 8 marzo Cernusco/Merate

- mercoledì 9 marzo Molteno

- giovedì 10 marzo Mandello del Lario

- venerdì 11 marzo Colico

- lunedì 14 marzo Varenna.

Sarà presente il consigliere regionale Carlo Spreafico e sono stati coinvolti i Circoli e gli amministratori dei Comuni di riferimento

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Navigazione lacuale: la risposta del Consiglio Regionale non dà certezze

Regione Lombardia ha ripreso il confronto sul tema della regionalizzazione del servizio di navigazione lacuale. Lo ha detto oggi, martedì 18 gennaio 2011, in Consiglio regionale, l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Cattaneo, in risposta a una interrogazione a risposta immediata, il cosiddetto question time, presentata dai consiglieri regionali del Pd, tra cui Carlo Spreafico, consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza regionale.

Ora, per Spreafico “se si vuole la regionalizzazione, non ci sono scuse: Lombardia, Veneto, Piemonte sono governate dal centrodestra, come il Governo nazionale, quindi arrivino a un accordo”.

I consiglieri che provengono dal precedente mandato sanno che, costantemente, quando il centrodestra va al governo taglia i fondi alla navigazione lacuale. Solo grazie al Governo di centrosinistra erano stati recuperati i fondi. Ora di nuovo sono stati tolti”, dice Spreafico, spiegando il question time. Il Pd fa presente che la Lombardia è la regione italiana con più vie navigabili (100 chilometri di coste navigabili, più di 200 porti turistici e 5 porti) e il servizio di navigazione lombardo in un anno trasporta 8,5 milioni di passeggeri, traghetta 700mila veicoli e le sue banchine commerciali trattano più di un milione di tonnellate di merci.

Il Pd aveva anche rilevato che “le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato hanno stabilito una riduzione delle risorse destinate all’attività di Gestione governativa per la navigazione sui laghi di Garda, Como e Maggiore pari al 40% e che tale decisione comporterà un’importante contrazione dei servizi con conseguenze negative per l’occupazione e l’utenza a discapito dello sviluppo turistico e commerciale dei territori lacustri della Lombardia”.

La richiesta a Cattaneo è precisa: “Quali iniziative Regione Lombardia ha intrapreso dal 2009 a oggi presso il Governo affinché lo Stato proceda a trasferire alle regioni competenti il servizio pubblico di navigazione su Verbano, Lario e Benaco e nel frattempo assicuri le risorse necessarie all’attività della Gestione governativa per la navigazione sui laghi Maggiore, di Garda e di Como”.

Ma “la risposta dell’assessore è stata evasiva e non ha dato certezze. Terremo alta l’attenzione attraverso la richiesta, già da settimana prossima, di un’audizione sulla navigazione lacuale con i rappresentanti degli operatori turistici, dei sindacati, del Consorzio del Lario e dei laghi minori e della Provincia di Lecco. Comunque, noi non demordiamo e organizzeremo un incontro con i consiglieri regionali di Veneto, Piemonte e Trentino Alto Adige per fare fronte comune”, ha concluso Spreafi

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Tagli navigazione laghi:il Governo ripromette ma i fatti lo smentiscono

“Dopo l’appello lanciato dai Presidenti delle Province di Lecco e Como, a tutti i parlamentari del territorio lecchese e comasco e al Governo, in merito ai tagli alla Navigazione Laghi, e dopo la presentazione dell’ulteriore interrogazione a firma Codurelli e Braga, questa mattina c’è stata la risposta del Governo, tramite il sottosegretario Giachino. Il Governoconferma, come già aveva promesso in passato (int. Codurelli-Braga n. 5-01107), che le gli avanzi di amministrazione degli anni 2007-2008 della gestione governativa laghi dovrebbero essere utilizzati per fronteggiare le spese di esercizio per la gestione dei servizi di navigazione, ammettendo che nella Finanziaria 2011 non solo non sono stati assegnati i residui ma a fronte di una richiesta di 26.500.000 euro ne sono stati assegnati solo, come noi avevamo denunciato nell’atto, 16.863.156.

Nella risposta il Ministero dei trasporti dichiara di essere impegnato al fine di assicurare le risorse mancanti attraverso i provvedimenti di legge, attualmente in fase di discussione in Parlamento. Non ho potuto far altro che rimarcare che le promesse diventino fatti concreti, dal momento che non state mantenute nemmeno lo scorso anno, nè nella Finanziaria 2011, tanto meno nel Milleproroghe all’esame in Senato, sprovvisto dell’importo dovuto per garantire la sopravivenza del servizio. Il PD conferma il proprio impegno, attraverso proposte emendative, a sostegno del servizio di trasporto lacuale, servizio per noi strategico per il turismo e la cittadinanza. Ci aspettiamo altrettanto coerenza da Governo e maggioranza affinché le promesse sentite anche questa mattina, dopo quelle di Castelli nel 2009, si concretizzino. Certo che la lettera arrivata solo pochi giorni fa (11 gennaio) dall’assessore regionale Cattaneo, la dice lunga sull’attenzione che il centro-destra riserva ad un servizio così strategico per il territorio e per la Regione.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Bike Sharing anche a Lecco?

Il sistema di ciclovie del lecchese merita un’adeguata valorizzazione con un progetto che incentivi una mobilità sostenibile tra il capoluogo e i paesi del circondario primi tra tutti quelli del lago. Questo il tema dell’incontro che si terrà venerdì 3 dicembre alle ore 20,30 presso la Sala civica “Don Gnocchi” di Abbadia Lariana tal titolo “fatta la pista….facciamo il ciclista, bike sharing anche a Lecco?”. In particolare si parlerà della ciclopista Abbadia-Lecco, i cui lavori sono in fase di avvio, del suo percorso e delle sue caratteristiche costruttive, ma soprattutto di un servizio di Bike Sharing (bici a noleggio) di cui Lecco e il circondario dovranno dotarsi. Parteciperanno all’incontro Rocco Cardamone, Coordinatore dei Circoli PD del lago, Ercole Redaelli Segretario provinciale PD, Gianfranco Ceci Vice Sindaco del Comune di Bergamo, Virginio Brivio Sindaco di Lecco, Franco De Poi Assessore alla mobilità della Provincia di Lecco, Gianluca Pin Direttore commerciale “Bicincittà”, Lodovico Cameroni di Leccociclabile

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento