Archivi categoria: Cultura e sport

Italiani nel mondo:sostegno a manifestazione di Basilea

“Come Partito Democratico   accogliamo con soddisfazione la mobilitazione svizzera a favore dei corsi di   lingua e cultura che rischiano di essere soppressi a fine anno scolastico per   mancanza di fondi”.Inizia così una nota stampa del Partito Democratico a sostegno   dell’iniziativa organizzata per sabato 5 maggio a Basilea dal Gruppo   promotore del Comitato per la difesa dei corsi di Lingua e Cultura italiana e   firmata dai capigruppo delle commissioni cultura di Camera e senato, Manuela Ghizzoni   e Antonio Rusconi, dal Responsabile nazionale del PD all’estero   Eugenio Marino, dalla Responsabile nazionale scuola Francesca Puglisi   e dal Responsabile nazionale cultura Matteo Orfini. “Non è più   sostenibile – continua la nota – che si proceda con tagli lineari che   interessano indiscriminatamente tutti i capitoli di spesa del MAE”.

“Chiediamo al Governo – continuano i dirigenti del PD – di assumersi la responsabilità di operare delle scelte e, in questo caso, noi pensiamo che la diffusione della lingua e cultura italiana all’estero sia una priorità irrinunciabile nell’ambito delle politiche per gli italiani nel mondo e che non possa essere risolta con pericolose e dannose contrapposizioni tra lavoratori e insegnanti residenti in Italia o all’estero”.

“Vanno salvaguardate – è la chiusura della nota – le professionalità inviate dall’Italia, rivisto e riformato il loro ruolo e quello degli enti gestori in un sistema misto e in un contesto di complementarietà e recuperati i fondi per continuare i corsi, in larga parte tenuti dagli enti. In questa direzione il Partito Democratico è disponibile con le proprie proposte a trovare le soluzioni nell’ambito della spendig review, senza creare scontri tra categorie di lavoratori, ma in un contesto di concertazione, valorizzando i ruoli di tutti e migliorando i servizi a beneficio della comunità e dell’immagine dell’Italia nel mondo”.

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica | Lascia un commento

Campagna “L’Italia sono anch’io” il sostegno del PD alla campagna

La scelta del Sindaco di Lecco Virginio Brivio di essere il primo firmatario (15 novembre 2011) in Città della campagna “L’Italia sono anch’io” è per il Partito Democratico una grande soddisfazione e un esempio importante per i comuni della Provincia e dell’intero Paese.

Le due proposte di legge di iniziativa popolare promosse con la Campagna nazionale prevedono che i bambini nati in Italia da genitori stranieri regolari possano essere cittadini italiani e il diritto elettorale amministrativo ai lavoratori stranieri regolarmente presenti in Italia da cinque anni.

Tale iniziativa sta trovando un consenso importante in tutto il territorio nazionale, non solo è significativo il numero di associazioni che hanno dato vita alla Campagna, ma soprattutto è da constatare il dibattito che si sta sviluppando con serietà sui temi complessi e urgenti come l’integrazione e il diritto al voto anche nel nostro territorio. E proprio oggi il capo dello stato Napolitano ha chiaramente dichiarato che non è più ammissibile negare la cittadinanza ai bambini che nascono nel nostro Paese.

Il PD è sempre stato attento ai processi di integrazione delle persone non italiane e al riconoscimento dei loro diritti nella prospettiva di una cittadinanza attiva e responsabile. Il Forum Immigrazione della Federazione Provinciale del PD lavora avendo a cuore questi temi, promuovendo un dialogo che cerca di sviluppare sinergie tra associazioni, enti pubblici, buone pratiche. Con questo metodo di lavoro il Forum organizzerà a Lecco in data sabato 17 dicembre pomeriggio un incontro di approfondimento e confronto dal titolo “Nuovi Italiani. Partecipazione e Responsabilità” che vedrà coinvolti rappresentanti delle istituzioni pubbliche e delle associazioni di immigranti, ma non solo. Si tratta di un convegno di carattere regionale – organizzato insieme al Forum Immigrazione della Federazione Provinciale del PD di Como – che vuole essere un’occasione preziosa di incontro e riflessione a cui la politica non può e non deve sottrarsi.

La firma del Sindaco di Lecco rappresenta quindi una scelta politica precisa in totale discontinuità con le precedenti amministazioni, un segnale di civiltà di un Comune che non si limita a parlare di accoglienza, ma si impegna a garantire ad ogni persona i propri diritti, face
ndo di Lecco una Città aperta, interculturale, internazionale accettando quei nuovi scenari sociali e societari che sono già storia.

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

L’appello delle donne PD

In sole 2 ore di presidio sono state raccolte 150 firme di sostegno all’appello lanciato dalle donne PD !!!

Vivace e partecipato il presidio di domenica 23 gennaio in piazza XX settembre a Lecco: molti i lecchesi che esprimono il loro disgusto e firmano la richiesta di dimissioni di Berlusconi da parte delle donne PD, in attesa di firmare l’appello, giuridicamente formalizzato, promosso da Bersani per il mese di febbraio.

La soglia della tolleranza è ampiamente superata: il degrado morale, prima ancora che l’illegittimità delle  azioni, suscita – finalmente! – indignazione.

Una domanda: il presidente della Regione Formigoni vuol ancora voltare la faccia dall’altra parte? Finge di non vedere le frotte di ragazze in vendita alla villa di Arcore? Può, in buona fede, sostenere che Berlusconi è un “perseguitato”? o che ancora bisogna “sospendere il giudizio” fino a condanna definitiva? Devono dircelo i giudici che certi comportamenti , ampiamente documentati, se non illegali sono altamente immorali? O la moralità delle azioni del Presidente del Consiglio non conta niente?

La responsabile Donne PD

Gabriella Zaina

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Spreafico:Manteniamo la classe Star di vela alle Olimpiadi.

Voto favorevole del Partito Democratico in Consiglio regionale alla mozione che impegna la Giunta Formigoni ad attivarsi presso le sedi opportune perché non venga confermata, nel prossimo mese di maggio, la decisione interlocutoria assunta in novembre dalla Federazione internazionale degli sport velici di escludere la classe Star dal programma olimpico a partire dai giochi di Rio de Janeiro del 2016.

Commentano i consiglieri regionali del PD Luca Gaffuri e Carlo Spreafico: «L’esclusione della classe Star dalle olimpiadi sarebbe grave, non solo perché si tratta della classe olimpica con maggiore tradizione, sempre presente dall’edizione dei giochi di Los Angeles 1932 con una sola eccezione. Due dei maggiori produttori internazionali d’imbarcazioni di classe Star sono cantieri lariani, Lillia a Musso e Folli ad Abbadia: la competizione olimpica rappresenta un dato di prestigio e un riconoscimento importante d’eccellenza per le due aziende ed è una vetrina di portata mondiale per tutto il comparto della nautica locale e lombarda. Non siamo quindi disponibili a rinunciare al fatto che un prodotto dell’abilità e dell’esperienza del migliore artigianato lombardo non sia presente all’evento olimpico. Anche perché in Regione abbiamo sempre sostenuto l’opportunità di puntare sulla filiera della nautica come volano per lo sviluppo del territorio lariano, in particolare comasco».

Pubblicato in Cultura e sport | Taggato , , , | Lascia un commento

La Riforma dell’Università

“Una legge mediocre, in controtendenza con il resto dell’Europa, che viene approvata nel silenzio del Ministro su un punto chiave: invece di eliminare gli sprechi, come ha sempre dichiarato di voler fare sopprimendo sedi decentrate e improduttive, allarga il numero di soggetti che avranno il diritto di dare lauree e dottorati”.

E’ quanto afferma il senatore del Partito Democratico Antonio Rusconi, capogruppo in Commissione Istruzione a Palazzo Madama intervenendo in aula sul Decreto legge Gelmini.

“L’articolo 19 – sottolinea l’esponente pd – che è stato aggiunto alla Camera, è stato fatto oggetto di critica anche in Commissione. Probabilmente io ho esagerato, ma il ministro ha parlato impropriamente di insinuazioni quando si è discusso di istituti profit, che si occupano di istruzione universitaria, oggetto di numerosi articoli giornalistici. Eppure il testo dell’articolo è chiaro: i corsi di dottorato di ricerca sono istituiti dagli istituti di istruzione universitaria e da qualificate ‘istituzioni italiane di formazione’ e ricerca avanzate. Ed è per questo che avevamo chiesto di sopprimere proprio le parole «e da qualificate istituzioni italiane di formazione e ricerca avanzate». Noi sosteniamo, come la stessa Gelmini ha ribadito più volte in tante interviste, che serva più qualità alle università italiane, che ci siano troppe sedi decentrate e troppe università che regalano titoli”.

“Siamo d’accordo con il ministro che serva più eccellenza e qualità. Allora perché dobbiamo allargare il numero di soggetti, non sempre qualificati, autorizzati a concedere lauree e dottorati? Sarei lieto di ricevere, a fronte di ciò, una risposta – conclude Rusconi – da parte del Ministro, se le mie osservazioni, e quelle che hanno fatto tanti giornalisti di autorevoli testate, siano solo insinuazioni”.

Pubblicato in Cultura e sport, Scuola | Taggato , , , | Lascia un commento

Incontro pubblico con Giuseppe Civati

“……misurare la distanza che corre fra una politica solida, unitaria ed unificante, una visione volta al futuro e nutrita di senso della giustizia che nella Costituzione ebbe il suo miglior prodotto, e quella che si fatica a chiamare la “cultura” politica che ispira i nostri odierni governanti.” Da questa frase tratta dalla prefazione di Valerio Onida al libro di Civati e Rufini “Assalto alla Costituzione – giorno dopo giorno, articolo dopo articolo”,i Circoli del PD del Circondario meratese hanno preso lo spunto per organizzare un incontro – dibattito sulla cultura politica al giorno d’oggi  al quale parteciperà anche il Consigliere regionale Giuseppe Civati. L’incontro si terrà mercoledì 1 dicembre alle ore 21,00 presso la Sala Civica Sandro Pertini a Osnago.

Pubblicato in Cultura e sport | Taggato , , , | Lascia un commento