Archivi categoria: Ambiente e agricoltura

Ti (ri)faccio la Festa

FESTA_PD_OSNAGO[ri]Torna la festa Democratica dei Circoli del Meratese con dibattiti, concerti e ospiti speciali. Ogni sera sarà presente un ottimo servizio di ristorazione, con ristorante, pizzeria, birreria e servizio bar. Per i bambini, tutte le sere, un’area speciale con eventi ludici, letture, sport, laboratori, banda musicale, giochi e sperimentazioni.

Inaugurazione Venerdì 28 agosto alle ore 18.00 presso la Fiera di Osnago

con la partecipazione dei componenti della assemblea provinciale di Lecco, direzione e segreteria, e Giovani Democratici della Provincia.

Per informazioni:

www.pdlecco.it

www.festaPDosnago.it

 

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Lascia un commento

A Colico parliamo di consumo del suolo

LA NUOVA LEGGE SUL CONSUMO DI SUOLO DI REGIONE LOMBARDIA:

il Consiglio Regionale della Lombardia con i soli voti della maggioranza ha approvato la Legge sul contrasto al consumo del suolo; un provvedimento che, seppure dal titolo parrebbe essere condivisibile, nel merito contiene molte previsioni sbagliate in quanto non ferma l’erosione del paesaggio e non combatte il dissesto idrogeologico.

Nei mesi precedenti il gruppo consiliare del PD, dopo aver eleborato, creando un apposito tavolo tecnico e politico, una proposta organica di revisione della LR 12/2005 che conteneva altresì disposizioni efficaci contro il consumo di suolo,ha condotto in aula e in commissione una dura battaglia contro questa Legge cercando di ridurre il danno e riuscendo a far passare alcuni emendamenti, ma il giudizio rimane comunque negativo.

Desideriamo capire e far capire cosa cambierà ora in Lombardia con questa nuova Legge,che impatterà in maniera decisiva sulle politiche urbanistiche e territorioriali degli enti locali; per questo abbiamo organizzato, in collaborazione con il PD regionale e le Federazioni di Como e Sondrio, una Assemblea aperta ad amministratori e cittadini che hanno a cuore il proprio territorio, che si terrà

Ne parleremo con il consigliere regionale Raffaele Straniero, Vittorio Soldo componente della segreteria regionale e con Marco Longoni membro della Direzione provinciale e regionale del PD.

Leggi il programma

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Lascia un commento

Convegno a Lecco sul settore idrico

Partendo dalla considerazione che si stanno avvicinando scadenze riguardanti i futuri assetti della governance del sistema idrico lecchese, abbiamo pensato di organizzare un convegno di approfondimento sul tema” sottolinea Ercole Redaelli, Segretario Provinciale del PD “un’occasione importante di confronto non solo dal punto di vista giuridico, ma anche economico”.

La conferenza si svolgerà venerdì 16 settembre alle ore 17.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Lecco e vedrà la presenza sia di Virginio Brivio, Sindaco del Comune di Lecco, di Ercole Redaelli, Segretario Provinciale del PD, con la relazione tecnica del Prof. Stefano Lucarelli del Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Bergamo.

Il Convegno è stato curato da Gian Mario Fragomeli, Responsabile Enti Locali del PD Provinciale e dal Segretario Provinciale.

“Partendo dalla considerazione che si stanno avvicinando scadenze riguardanti i futuri assetti della governance del sistema idrico lecchese, abbiamo pensato di organizzare un convegno di approfondimento sul tema” sottolinea Ercole Redaelli, Segretario Provinciale del PD “un’occasione importante di confronto non solo dal punto di vista giuridico, ma anche economico”.

La conferenza si svolgerà venerdì 16 settembre alle ore 17.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Lecco e vedrà la presenza sia di Virginio Brivio, Sindaco del Comune di Lecco, di Ercole Redaelli, Segretario Provinciale del PD, con la relazione tecnica del Prof. Stefano Lucarelli del Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Bergamo.

Il Convegno è stato curato da Gian Mario Fragomeli, Responsabile Enti Locali del PD Provinciale e dal Segretario Provinciale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Consorzio dell’Adda:anche il centro destra si è svegliato


In merito al documento presentato dal Centrodestra in Provincia sulla questione Consorzio dell’Adda desidero esprimere la mia piacevole sorpresa per il fatto che, finalmente, anche il Centrodestra si è svegliato ed ha battuto un colpo. Peccato che l’impostazione che hanno dato al problema è alquanto miope e riduttiva: non si tratta (solamente) di chiedere posti in un Consiglio di amministrazione o di avere qualche spicciolo in più, si tratta di governare e sfruttare una risorsa preziosa che ci appartiene e che è sottovalutata.

Il lago oggi è trattato come un catino regolato a monte da chi con l’acqua produce energia e a valle da chi con l’acqua produce in agricoltura e allevamento. Noi, Lecco, Como e Sondrio, che siamo i “proprietari” del catino, subiamo questi condizionamenti senza poter intervenire e senza averne alcun profitto significativo.

Il lago invece è una risorsa per la navigazione, per il turismo, per la pesca ed anche come fonte di energia pulita. Dobbiamo mettere insieme le tre province interessate e la regione per alaborare un progetto che ci faccia diventare protagonisti nel governo di questa risorsa.

Il PD e i suoi rappresentanti nelle Istituzioni stanno spingendo da anni in questa direzione senza essere ascoltati. L’ultima azione risale solamente al 24 maggio scorso: una conferenza stampa tenuta su questi temi presso la sede lecchese della Regione Lombardia. (comunicato stampa allegato)

Mi auguro che il Centrodestra in provincia riesca ad aprire un varco entro cui insinuare, successivamente, una proposta vera e un po’ più consistente. Non ho molta fiducia che ci riescano nonostante abbiano sempre presentato come un vantaggio il fatto di essere politicamente omologhi alle maggioranze sia in Regione che al Governo: i progetti di legge presentate dai loro Parlamentari sull’argomento sono inesorabilmente fermi.

Ercole Redaelli

Segretario provinciale PD

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Tagli navigazione laghi:il Governo ripromette ma i fatti lo smentiscono

“Dopo l’appello lanciato dai Presidenti delle Province di Lecco e Como, a tutti i parlamentari del territorio lecchese e comasco e al Governo, in merito ai tagli alla Navigazione Laghi, e dopo la presentazione dell’ulteriore interrogazione a firma Codurelli e Braga, questa mattina c’è stata la risposta del Governo, tramite il sottosegretario Giachino. Il Governoconferma, come già aveva promesso in passato (int. Codurelli-Braga n. 5-01107), che le gli avanzi di amministrazione degli anni 2007-2008 della gestione governativa laghi dovrebbero essere utilizzati per fronteggiare le spese di esercizio per la gestione dei servizi di navigazione, ammettendo che nella Finanziaria 2011 non solo non sono stati assegnati i residui ma a fronte di una richiesta di 26.500.000 euro ne sono stati assegnati solo, come noi avevamo denunciato nell’atto, 16.863.156.

Nella risposta il Ministero dei trasporti dichiara di essere impegnato al fine di assicurare le risorse mancanti attraverso i provvedimenti di legge, attualmente in fase di discussione in Parlamento. Non ho potuto far altro che rimarcare che le promesse diventino fatti concreti, dal momento che non state mantenute nemmeno lo scorso anno, nè nella Finanziaria 2011, tanto meno nel Milleproroghe all’esame in Senato, sprovvisto dell’importo dovuto per garantire la sopravivenza del servizio. Il PD conferma il proprio impegno, attraverso proposte emendative, a sostegno del servizio di trasporto lacuale, servizio per noi strategico per il turismo e la cittadinanza. Ci aspettiamo altrettanto coerenza da Governo e maggioranza affinché le promesse sentite anche questa mattina, dopo quelle di Castelli nel 2009, si concretizzino. Certo che la lettera arrivata solo pochi giorni fa (11 gennaio) dall’assessore regionale Cattaneo, la dice lunga sull’attenzione che il centro-destra riserva ad un servizio così strategico per il territorio e per la Regione.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Acqua pubblica e gestione del servizio idrico integrato

Desideriamo porre all’attenzione dell’opinione pubblica della Provincia di Lecco il tema dell’acqua e della gestione del servizio idrico integrato. Come certamente è noto, il governo ha imposto con l’ennesimo voto di fiducia l’approvazione del decreto Ronchi e con esso di fatto la privatizzazione forzata della gestione del servizio idrico. Un esito che consideriamo non accettabile e contro il quale già i nostri gruppi parlamentari hanno condotto una ferma opposizione.

La difesa dell’acqua pubblica è un atto dovuto ed è anche al centro di due diverse iniziative referendarie, una promossa dal forum acqua pubblica, l’altra dall’Italia dei Valori. Siamo vicini a quanti decidono di combattere contro la privatizzazione forzata dell’acqua e della sua gestione attraverso lo strumento del referendum ma pensiamo che il referendum non sia lo strumento migliore. Innanzitutto perché ha purtroppo perso efficacia negli anni: gli ultimi 24 referendum su 24 negli ultimi 15 anni sono stati persi perché non é stato raggiunto il quorum. Inoltre il referendum, per sua natura, abroga parti di leggi e quindi non è in grado di ridefinire un quadro articolato di norme coerenti come invece richiede un bene così importante come è l’acqua e un servizio così complesso come è il servizio idrico integrato.

Per questo il PD a livello Regionale e Nazionale si sta impegnando per realizzare un patto per l’acqua pubblica, partecipato, finalizzato alla scrittura di un disegno di legge complessivo sull’acqua pubblica e sul servizio idrico integrato.  Anche noi come PD Provinciale di Lecco intendiamo partecipare a questo processo. In particolare vogliamo:

-          costruire occasioni di confronto e di partecipazione sul tema;

-          analizzare e verificare l’esperienza e la realtà lecchese;

-          elaborare delle linee guida, insieme ai cittadini, ai nostri amministratori locali e al partito, sull’acqua pubblica e sul servizio idrico integrato, tenendo presente che l’acqua è un bene scarso e come tale va prelevata e gestita secondo criteri efficienti, combattendo ogni forma di spreco.

Lo faremo attivando le nostre risorse interne, dando avvio a un dibattito allargato sul tema dell’ambiente che sappia porre, come primo punto all’ordine del giorno, il tema dell’acqua.

La prima occasione di incontro sarà martedì 25 maggio 2010, alle ore 21,00, con una serata sul tema “L’acqua è un bene pubblico: costruiamo insieme un patto per l’acqua”, che si terrà ad Oggiono, presso la sala consiliare, piazza Garibaldi n. 14.

Cordiali saluti,

Chiara Pagano

Raffaele Straniero

Responsabili Territorio e Ambiente

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , | Lascia un commento