Archivi del mese: settembre 2018

Chiusura Ponte di Paderno d’Adda, Fragomeli (PD): «Niente di improvvisato. Un intervento complesso che ci consegnerà il ponte dei prossimi cent’anni»

Chiusura Ponte di Paderno d’Adda, Fragomeli (PD): «Niente di improvvisato. Un inter-vento complesso che ci consegnerà il ponte dei prossimi cent’anni»

«Quando c’è di mezzo la sicurezza delle persone, nessuno può più permettersi di improvvisare niente, soprattutto noi lecchesi dopo la dolorosa vicenda del ponte di Annone».

Gian Mario Fragomeli, deputato lecchese del PD, interviene nuovamente in merito alla questione della recente chiusura del Ponte di Paderno d’Adda.

«Come avevo avuto modo di anticipare lo scorso marzo – spiega – la chiusura del Ponte San Mi-chele di Paderno d’Adda era prevista per il mese di ottobre 2018. Il detrioramento della struttu-ra si è però rivelato superiore a quanto previsto e si è pertanto deciso di anticiparne la chiusura di un paio di settimane. Niente di improvvisato quindi ma, come sappiamo, quello di Paderno, è un ponte dall’alto valore storico e logistico, per la sistemazione del quale era prevedibile dover mettere in conto dei disagi, anche e soprattutto per gli abitanti delle due sponde dell’Adda e per chi lo utilizzava quotidianamente per i propri spostamenti.

«In questi ultimi anni – Continua Fragomeli – ho avuto modo di dimostrare con i fatti quanto i temi della viabilità e dei ponti stradali mi siano sempre stati a cuore. Il mio impegno, anche re-lativamente alla questione del Ponte San Michele, non si è quindi concluso con il reperimento – per quanto fondamentale – dei 20 milioni di euro necessari alla sua riqualificazione. Ho sempre seguito con attenzione gli sviluppi dell’accordo per il recupero della struttura affinché si arrivas-se, nel minor tempo possibile, ad una conferenza dei servizi che consentisse quanto prima l’avvio dei lavori».

«Quello di Paderno è un ponte che ha ormai 130 anni, per il quale le sollecitazioni cui è sottopo-sto derivano, per il 50 per cento, dal peso della struttura stessa; per il 30 per cento dal peso dei treni in transito e per il 20 per cento dalla quantità di traffico veicolare. Viste quindi le condizioni in cui si trova, si è semplicemnete deciso di non rischiare e di non attendere oltre per decre-tarne la chiusura, fermo restando la tempistica delle opere già programmate.

«I primi ad essere eseguiti saranno i lavori per il rifacimento del manto stradale, per il comple-tamento dei quali saranno necessari solo pochi mesi. Nel frattempo RFI sta già lavorando per velocizzare l’iter per l’assegnazione dei lavori di consolidamento strutturale, in modo tale che il periodo di chiusura al traffico veicolare possa essere inferiore rispetto al tempo effettivamente necessario al completamento dei lavori, rendendo così possibile ipotizzare una riapertura al transito delle auto anticipata rispetto alla data di fine lavori».

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

“Miglia da percorrere prima di dormire” : a Lecco il 14 settembre la presentazione del romanzo di Marco Grassi

Con il 14 settembre riprendono, dopo la pausa estiva, le attività della Federazione provinciale : la serata sarà l’occasione per presentare, insieme all’autore Marco Grassi, il romanzo e confrontarsi sulla attuale situazione politica con gli interventi del Deputato Gian Mario Fragomeli del Consigliere regionale Raffaele Straniero e l’introduzione di Fausto Crimella e Davide D’Occhio rispettivamente Segretario provinciale del P.D. e dei giovani Democratici.

VENERDI’ 14 SETTEMBRE

ore 21.00

Federazione Provinciale P.D.

Via Calloni 16 – Lecco

Qui la trama del libro:

Appena eletto presidente degli Stati Uniti, nel 2016, Bernard Cosano attende di subire un’operazione per via di una lesione ossea. Sarà l’occasione per ripercorrere insieme alla sua assistente Pilar i primi passi della sua carriera, nei convulsi anni Sessanta: la giovinezza infiammata dagli ideali democratici, la passione politica ispirata dalle parole del senatore Robert Kennedy, le amicizie, le invidie, gli eventi che hanno fatto la storia americana e mondiale. I problemi di salute, però, mettono duramente alla prova il neopresidente, che deve decidere se rinunciare alla carica proprio come, molti anni prima, dopo l’omicidio di Robert Kennedy, aveva per lungo tempo messo da parte l’impegno attivo. Ormai anziano, Bernard Cosano si trova di fronte a un bivio cruciale: quello tra resa e speranza.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento