IL PD APPOGGIA IL DOCUMENTO DEI SINDACI

Sono diversi i Sindaci di differente estrazione politica della provincia di Lecco che hanno sottoscritto un documento che hanno consegnato in Prefettura e che vede come destinatario il Ministro Cancellieri. Ercole Redaelli | Segretario Federazione Provinciale PD Lecco Il PD ha sostenuto questa importante azione che ha carattere amministrativo, molti degli aderenti sono Amministratori locali del Partito Democratico. In una situazione come quella attuale così delicata e complessa per il nostro territorio, che ha registrato e continuamente registra episodi di infiltrazione mafiosa, la nomina a Prefetto di Lecco di Paolo Maddaloni, rinviato a giudizio per fatti illeciti dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli, è inopportuna e politicamente grave. Come Partito Democratico abbiamo già sollevato il problema nelle opportune sedi attraverso l’intervento immediato dei nostri Parlamentari, Sen. Antonio Rusconi e On. Lucia Codurelli. Rispetto le Istituzioni che sono tenute ad applicare le regole senza ledere i diritti di chicchessia, ma quando le Istituzioni godono di un qualche grado di discrezionalità, non possono sottrarsi al dovere di esercitare responsabilmente questo loro potere. Questo episodio rivela, come minimo, la sottovalutazione della situazione. Ci auguiamo come PD che il Ministro riveda la decisione anche a fronte di questa partecipazione così ampia. HANNO FINORA ADERITO: VIRGINIO BRIVIO, SINDACO DI LECCO Adele Gatti, Sindaco di Airuno Alessandro Origo, Sindaco di Verderio Inferiore Alessandro Salvioni, Sindaco di Robbiate Andrea Ambrogio Robbiani, Sindaco di Merate Andrea Ferrari, Sindaco di Barzio Antonio Colombo, Sindaco di Casatenovo Carlo Colombo, Sindaco di Annone di Brianza Carmelo La Mancusa, Sindaco di Santa Maria Hoè Cristina Bartesaghi, Sindaco di Abbadia Lariana Dorina Zucchi, Sindaco di Olgiate Molgora Ernesto Longhi, Sindaco di Valgreghentino Gian Mario Fragomeli, Sindaco di Cassago Giancarlo Aldeghi, Sindaco di Barzanò Gilberto Fumagalli, Sindaco di Calco Giovanna De Capitani, Sindaco di Cernusco Lombardone Giovanni Codega, Sindaco di Malgrate Giuseppe Conti, Sindaco di Garlate Guido Agostoni, Sindaco di Pasturo Livio Bonacina, Sindaco Comune di Galbiate Marco Panzeri, Sindaco di Rovagnate Marco Rusconi, Sindaco di Valmadrera Paola Panzeri, Sindaco di Perego Paolo Strina, Sindaco di Osnago Renato Ghezzi, Sindaco di Viganò Riccardo Mariani, Sindaco di Mandello Roberto Paolo Ferrari, Sindaco di Oggiono Rocco Briganti, Sindaco di Olginate Sandro Capra, Sindaco di Montevecchia Stefano Fumagalli, Sindaco di Lomagna Ugo Panzeri, Sindaco di Brivio Valter Motta, Sindaco di Paderno d’Adda Esprimiamo la nostra preoccupazione per la nomina a Prefetto di Lecco del dott. Paolino Maddaloni. Già Prefetto di Frosinone il suo nome appare nelle indagini (anche se non risulta indagato) condotte dalla DDA di Napoli relative allo scioglimento del Consiglio Comunale Capasenna (Caserta) provocato dall’allora vicesindaco Michele Zagaria anche in collegamento con il clan camorristico dei casalesi: inoltre il dott. Maddaloni è anche a giudizio davanti al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per il reato di turbativa d’asta relativo all’appalto per le centraline per la misurazione della qualità dell’aria a Caserta. Al di là della presunzione di innocenza sino a sentenza che vale per ogni cittadino indagato, chiediamo al Ministro dell’Interno di valutare con maggior prudenza l’opportunità di tale nomina che sarebbe meglio avvenisse solo a completo chiarimento dei fatti addebitati al dott. Maddaloni. In un momento difficile per il nostro Paese è necessario che i servitori delle Istituzioni siano non solo integerrimi ma che non vi siano elementi che possano far dubitare l’opinione pubblica della loro integrità morale.

Articolo scritto in Idee e politica, Territorio e con i tag , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>