Archivi categoria: Cultura e sport

Il modo giusto di promuovere la cultura

Si chiama “Bellezza@. Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” il progetto ideato dal Governo nel 2016 che ha come obiettivo quello di valorizzare i luoghi simbolo di cultura e storia, tuttavia non conosciuti come le architetture più famose. Negli scorsi mesi i cittadini e le amministrazioni comunali hanno avuto la possibilità di segnalare un luogo pubblico da recuperare, da ristrutturare o un progetto culturale da finanziare.

 La commissione per la selezione degli interventi ha pubblicato l’elenco dei progetti approvati il 29 dicembre scorso. I 150 milioni di euro sono stati distribuiti su 273 opere meritevoli di intervento, 31 delle quali in Lombardia.

Anche nella provincia di Monza Brianza sono arrivati 535.742 euro. Potranno così partire i restauri per l’Oratorio di Mocchirolo a Lentate sul Seveso (25.742 euro), l’antico organo e l’Antiquarium in antica canonica a Ronco Briantino (160.000 euro), Palazzo Rezzonico a Barlassina (350.000 euro).

Regione Lombardia dovrebbe prendere esempio, invece di disperdere le risorse in mille rivoli, soprattutto a favore delle amministrazioni affini.

Lentate_sul_Seveso,_Oratio_di_Mocchirolo_002

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Idee e politica | Lascia un commento

Un impegno concreto per le ville e i parchi della Brianza

Per la valorizzazione del Parco e della Villa Reale di Monza erano stati promessi due anni fa da Maroni 70 milioni di euro: 7 milioni l’anno per 10 anni.

Ma l’accordo di programma non era stato poi sottoscritto, lo sarà forse  entro la fine dell’anno. Intanto la cifra si è ridotta a 55 milioni di euro e il governatore riuscirà ad erogarne solo 9 milioni prima della fine del suo mandato. Una parte importante della somma sarà usata per ripristinare le aree del parco adibite ai concerti, per il resto non si sa. Tra l’altro non si sa se nell’impegno è ricompresa anche la ristrutturazione dell’edificio Borsa, già sede della scuola d’arte, che da anni attende un intervento di recupero.

Temiamo che si tratti dell’ennesima occasione persa per rilanciare il complesso della Villa, del parco e dell’Autodromo.

Come, d’altra parte, è ormai indispensabile avviare ragionamenti sul completo recupero e su modelli di gestione culturale per le ville di delizia della Brianza.

Ristrutturare questi immensi patrimoni di storia e di cultura, per gran parte di proprietà pubblica, individuarne le nuove funzioni e mantenerli nel tempo sono azioni irrinunciabili a cui la Regione non si può sottrarre.

La presenza e il coordinamento regionali per questi beni sono fondamentali.

Anzi, una regia della Regione è un passaggio auspicabile che deve essere compiuto quanto prima.

la-Villa-Reale2

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport | Lascia un commento

Per la cultura dei Lombardi : il costo di un caffè!

È quanto Maroni ha messo a disposizione per la promozione culturale di ognuno dei 10 milioni di Lombardi. Nel bilancio di previsione 2016, infatti, la cifra prevista per la cultura è proprio di 9 milioni di euro e comprende il sostegno alle biblioteche (487 mila euro), ai musei (1,280 mila euro), i patrocini, gli spettacoli, le attività culturali in genere e la gestione della “lunga tradizione artistico culturale che nel corso dei secoli ha lasciato numerose tracce di prestigio nel territorio regionale”!

Non se la passa meglio il settore dello sport a cui è stata dedicata la stessa cifra di soli 9 milioni di euro. Sul versante dell’istruzione è stato dimezzato il contributo per le scuole dell’infanzia (- 4 milioni di euro) e per le sezioni primavera (- 500 mila euro).

Per la formazione professionale sono stati previsti 90 milioni di euro, ma la situazione dei Centri di formazione professionale delle province non è certamente allegra perché mancano i soldi.

Dopo la riforma di questi enti, non sono infatti pervenuti agli istituti gli stanziamenti previsti nel vecchio regime, prima che entrasse in vigore il sistema delle doti, con il finanziamento regionale assegnato attraverso “una dote” ad ogni singolo studente.

Mancano all’appello quasi 11 milioni. Il tema sollevato dal PD non ha trovato una adeguata risposta e la funzionalità dei Centri di formazione è a rischio già da quest’anno.

Vi diranno che la colpa di queste decisioni al ribasso è dei tagli del governo Renzi: non credeteci! Ancora una volta si tratta di una questione di scelte e la cultura e l’istruzione proprio non sono nelle corde della maggioranza di centrodestra che governa la Regione.

tazzina-caffè

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Idee e politica | Lascia un commento

La Regione sostenga i nostri tesori d’arte

Una delegazione della VII Commissione Cultura del Consiglio regionale ha visitato giovedì scorso il nuovo allestimento del museo del Tesoro del Duomo di Monza e la Cappella di Teodolinda. Il museo del Duomo, che è valorizzato da un sistema innovativo di illuminazione, sperimentato solo qui e garantisce effetti di luci dinamiche, espone veri e propri tesori d’arte di grande valore storico e simbolico.

Abbiamo avuto, inoltre, la possibilità di accedere al cantiere di restauro della Cappella di Teodolinda, dove è custodita la corona ferrea. Si tratta di un lavoro che copre quasi 500 metri quadrati di pittura murale e che vede impegnati, da oltre 5 anni, un gruppo di restauratori il cui impegno si concluderà entro la fine del 2014. Il progetto è stato promosso ed è coordinato e gestito dalla Fondazione Gaiani, che ha coinvolto, finanziariamente, il World Monuments Fund Europe, la Marignoli Foundation, Regione Lombardia e la Fondazione Cariplo”.

È davvero un tesoro artistico sorprendente che neppure monzesi e milanesi conoscono fino in fondo e che porta dritto a fare un viaggio dall’epoca longobarda fino ai giorni nostri. Ed è anche sicuramente uno dei tanti tesori dell’arte lombarda che andrebbe valorizzato e fatto conoscere, perché unico al mondo. In questo senso, c’è da augurarsi che in vista di Expo venga fatto il possibile affinché quella del duomo di Monza diventi una tappa importante per coloro che verranno a Milano.

La presenza della corona ferrea e di altri tesori di origine longobarda collocano a pieno titolo Monza tra le capitali longobarde che l’Associazione Longobardia ha l’intenzione e l’obiettivo di inserire in un percorso culturale riconosciuto a livello europeo, assieme ad altri luoghi di interesse longobardo in Italia. In questo progetto il Comune di Monza fa da capofila e dunque non possiamo che augurarci e invitare Regione Lombardia a dare presto il suo contributo, a livello istituzionale, che permetta di far andare a buon fine il cammino dell’associazione che entro fine 2015 intende far riconoscere la Longobardia come regione virtuale d’Europa.

Mettere a sistema queste e altre eccellenze lombarde è un imperativo categorico a cui la Regione non si può sottrarre.

monza-la-commissione-regionale-visita-la-cappella-di-teodolinda_283d3aea-4a45-11e4-a9e5-698ccd30a7cd_display

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport | Lascia un commento

Un serio impegno per la Brianza

Non solo infrastrutture e impresa, ma anche e soprattutto cultura, istruzione e turismo: è questo il contenuto della mozione riferita alla  provincia di Monza e Brianza, votata  nell’ultima seduta di Consiglio Regionale, nell’ambito degli impegni presi dall’istituzione durante l’iniziativa “100 tappe in Lombardia”.

Da quel tour nelle province lombarde il Consiglio ha raccolto istanze e priorità che intende trasferire, attraverso le mozioni, direttamente alla Giunta Maroni.

Nel documento sono state raccolte tutte le sollecitazioni dei portatori di interesse che sono stati incontrati. La prima istanza, certamente la più tradizionale, chiede un occhio di riguardo per le imprese, in particolare per il Distretto Green e high tech che coinvolge più di 100 realtà, la sostanziale sburocratizzazione e la riduzione della pressione fiscale.
Il secondo filone di intervento riguarda le infrastrutture e il trasporto su ferro che vede la Brianza in ritardo. La realizzazione delle metrotravie Milano Seregno e Milano Limbiate, il prolungamento della M2 da Cologno Monzese a Vimercate, la fermata ferroviaria di Monza Est sono opere indispensabili per risolvere una mobilità difficile, mentre Pedemontana presenta ancora numerose criticità e non può essere attuata con l’approccio messo in atto finora da Regione Lombardia.
Ma gli interventi più interessanti ed auspicati sono quelli che valorizzano le iniziative per il patrimonio culturale e il turismo, inteso come volano di sviluppo.
La Villa Reale, il Parco, l’Autodromo, il Duomo e il suo tesoro, le ville storiche e di delizia  sono ambiti che devono diventare oggetto di attenzione, attraverso un circuito strutturato ed integrato per creare valore ed occupazione.
Si tratterebbe di far compiere un passo alla Brianza, oltre al classico turismo del bussines e farla partecipare al circuito di promozione turistica che rappresenta un asset fondamentale per il rilancio dell’economia.
Da ultimo, c’è la richiesta di mettere in sicurezza il patrimonio scolastico, in particolare, di prevedere il recupero dell’Istituto Superiore d’Arte, inserito all’interno della Villa Reale.
Queste istanze sono state consegnate alla Giunta con la consapevolezza che esse  rappresentano obiettivi fondamentali per la Brianza e per ciò richiedono un serio impegno da parte della Regione.

images (1)

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Mobilità, Scuola, Territorio | Lascia un commento

Pochissimi i soldi per cultura e sport

Valorizzazione e promozione. Sono le parole maggiormente utilizzate nel Programma Regionale di Sviluppo della X Legislatura alle voci cultura e sport, di cui si è discusso nell’omonima Commissione.

Valorizzazione e promozione degli istituti e dei luoghi di cultura, delle ricorrenze storiche e celebrative, della cultura materiale ed immateriale, del patrimonio culturale, di eventi e manifestazioni, dello spettacolo, dell’arte contemporanea, del cinema, dello sport, delle manifestazioni sportive, della creatività e della partecipazione giovanile…

Parole ripetute rispettivamente ben 22 e 25 volte nella paginetta striminzita dedicata al settore.

Solo belle intenzioni, purtroppo. Peccato che poi il piatto pianga lacrime disperate: per cultura e sport si parla di poche centinaia di migliaia di euro. Neppure due milioni per la cultura e un milione e 500 mila euro per lo sport. Per tutti gli interventi, per tutta la Lombardia!

Quindi, i buoni propositi vengono necessariamente meno.

In questo modo non si possono certo programmare iniziative serie, durature, veramente interessanti, ma solo sostegni spot e alcune manifestazioni in settori dove invece sarebbe facile organizzare sostanziosi progetti.

“Nozze coi fichi secchi!” ha sentenziato qualcuno. Di certo un interesse così residuale per questi settori è sconcertante e mette perfino in discussione l’esistenza dei due Assessorati.

Se crediamo alla cultura come strumento di crescita sociale, occorre certamente investire di più.

Festa dello sport 2013

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport | Lascia un commento

Cultura: proroga del piano triennale fino a fine 2013. E poi?

Si è persa un’occasione per promuovere la cultura nella seduta della commissione tenutasi giovedì scorso per la discussione della proroga della delibera triennale di promozione educativa e culturale 2010-2012 e il programma regionale triennale 2010-2012. In quella sede sono state individuate dall’assessorato le finalità per l’anno 2013: le attività preparatorie di eventi Expo e le celebrazioni verdiane di cui ricorre il bicentenario.

Il tema è stato affrontato, infatti, in modo approssimativo e generico. Al termine della discussione ci sono ancora molti problemi non risolti, come i servizi erogati dalle province che dall’anno prossimo saranno soppresse. Inoltre, non c’è una programmazione che preveda continuità con le iniziative culturali in previsione di Expo: dai proclami si deve passare ai fatti e alla concretezza.
Durante l’incontro sono poi emerse le necessità delle associazioni culturali, bisognose di fondi per proseguire con le proprie attività e degli operatori, dal campo teatrale a quello cinematografico, settori colpiti duramente dalla crisi e quindi in attesa di sostegno economico. In sede di assestamento di bilancio, a luglio, si vedrà se la giunta Maroni intende finanziare le politiche culturali in modo adeguato.

Occorrono più risorse e progetti concreti per la promozione culturale in Lombardia e non solo per il 2013. Il tutto deve essere inserito in un piano triennale che contempli il grande evento dell’Expo.

cultura_banner

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport | Lascia un commento