Archivi del mese: aprile 2017

Arrivano le risorse per la metrotranvia Milano Limbiate

Grazie alla politica per il trasporto pubblico locale voluta fortemente dal Governo nazionale, ma anche alle nostre battaglie, finalmente verrà realizzata la nuova metrotranvia Milano-Limbiate. Il progetto, che prevede la trasformazione dell’attuale impianto tranviario in una nuova metrotranvia, con rifacimento radicale dell’attuale infrastruttura e non una semplice riqualificazione o messa in sicurezza, nel 2015 era stato parzialmente definanziato, provocando le proteste del territorio.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio ha annunciato, invece, che è stata recentemente pubblicata sulla Gazzetta ufficiale la delibera del Cipe che ripristina l’intero finanziamento statale di 58,9 milioni di euro, ovvero il 60 per cento del costo dell’opera.

Non possiamo che esprimere una viva soddisfazione per questo atteso intervento del Governo. Per la realizzazione del progetto, come Gruppo regionale del Pd, anche con interpellanze in Consiglio, ci siamo spesi per anni, raccogliendo le sollecitazioni che venivano direttamente dal territorio. Oggi l’obiettivo è di mantenere un collegamento efficace attraverso un trasporto rapido di massa tra la Brianza milanese e Milano.

Nel tempo ci siamo sempre assicurati che Regione Lombardia mantenesse a bilancio la sua quota di partecipazione all’opera, consistente in 31 milioni di euro. E adesso, per gli utenti della Milano-Limbiate è importante che quest’opera veda la realizzazione in tempi rapidissimi. Ma nel frattempo la linea deve assolutamente rimanere attiva, perché serve un bacino di 300mila abitanti appena a nord-ovest di Milano.

Ci aspettiamo che tutto proceda nel migliore dei modi. Non vorremmo che si seguisse l’esempio del progetto di metrotranvia Milano-Seregno, la cui linea è stata interrotta una decina di anni fa per la realizzazione della nuova infrastruttura. In realtà, solo ora stanno iniziando i primi lavori preparatori.

Mappa_tranvia_Milano-Limbiate_2011

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Lascia un commento

Centri dialisi di Carate Brianza e Seregno: prima i bisogni dei pazienti

Infatti adesso vengono purtroppo al pettine i nodi che noi avevamo evidenziato in occasione dell’approvazione della legge di riforma 23/2015 quando la Brianza fu spezzettata in due ASST, Desio con Monza e Giussano; Seregno, Carate con Vimercate. Avevamo detto a suo tempo che questa modalità organizzativa non sarebbe stata efficace: sarebbe bastato prendere una cartina stradale per capirlo. Non è possibile che pazienti (in molti casi con gravi problemi di salute) di Lentate, Lazzate, o Giussano debbano percorrere oltre 45 chilometri, attraversando tutta la Brianza, per essere assistiti. Questa è davvero una politica che complica la vita al paziente, più che agevolarla.

L’assessore alla sanità, Gallera si è impegnato a portare avanti un approfondimento puntuale considerata la complessità dei bisogni di questo target di pazienti e ha promesso un momento di confronto e incontro tra la ASST e i pazienti e le loro famiglie, al fine di migliorare il servizio. Speriamo dunque che le decisioni che saranno assunte d’ora in avanti siano orientate a non creare disagio alcuno ai dializzati.

Gallera ha dichiarato che la legge 23 è una legge che ha come obiettivo proprio di collegare l’ospedale al territorio: il caso specifico è l’esempio emblematico del fallimento degli obiettivi. La riforma deve migliorare i servizi ai cittadini e non certo peggiorarli, come abbiamo detto, monitoreremo nei prossimi mesi affinché questa diventi una certezza.

ospedale

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Lascia un commento