Archivi del mese: luglio 2016

Per l’ambiente: scarsa attenzione, poche risorse

La Lombardia è la regione più popolata d’Italia (10.002.615 abitanti), con più Imprese ( 886.532 ) e con più Imprese a Rischio di Incidente Rilevante (286 ).

Ha 5 siti contaminati di interesse nazionale (SIN), pari a 5.830 ettari, ha 840 siti contaminati, oltre 800 siti potenzialmente contaminati, ha il più alto numero di Comuni d’Italia con livello di attenzione per il rischio idrogeologico “molto elevato” ( 279 ) ed “elevato” ( 687 ), ha specifiche aree con pressioni ambientali estremamente accentuate e, da sempre, problemi di inquinamento atmosferico.

Caratteristiche uniche in Italia che nei decenni precedenti l’entrata in vigore della legislazione ambientale hanno generato grossi problemi ambientali, tant’è che l’epidemiologia evidenzia per la Lombardia una maggiore mortalità per malattie evitabili rispetto alle altre regioni italiane.

Il Governo regionale avrebbe l’onere di porre rimedio agli errori del passato e progettare un futuro eco-sostenibile e con una qualità della vita proporzionale all’importanza della nostra Regione, ma per ora non sembra essere così, o, quantomeno, mettendola in positivo, occorrerebbe che questa Giunta si impegni maggiormente per il benessere dei propri cittadini sotto il profilo della tutela ambientale.

È necessario più che mai investire in risorse. Risorse intellettuali, intese come piani d’intervento e programmi, e risorse economiche.

Invece, a giudicare dai programmi regionali degli ultimi anni e dai risultati, il decisore politico regionale sembra essere semi-paralizzato e stenta a riconoscere e ad attuare persino le politiche nazionali ed europee volte ad affrontare il tema ambientale. Così per la qualità dell’aria e delle acque, così per la difesa del suolo, così per le bonifiche, in particolar modo per la rimozione dell’amianto killer.

Quanto alle risorse economiche messe a disposizione per l’ambiente da questo governo regionale , basterebbe una cifra a dare il senso di un impegno mancato: l’ 1,8% ( 410 milioni di euro ) è quanto Regione Lombardia dedica all’ambiente sull’ammontare complessivo della spesa di bilancio!

In occasione della manovra di assestamento al bilancio abbiamo presentato emendamenti e ordini del giorno per migliorare la situazione, ma questi suggerimenti, per la gran parte, non sono stati accolti.

Evidentemente, per il settore dell’ambiente non c’è interesse!

energia_ambiente_ufsqlik-kobe-1280x960produzione.630x360

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Territorio | Lascia un commento

Trasporto pubblico in Brianza: tra sogni e realtà

Da tempo immemore, il prolungamento delle linee metropolitane da Milano verso il territorio di Monza e della Brianza corrisponde solo ad alcuni tratti di colore sulle carte, ad uso esclusivo dei media.

In realtà, il prolungamento della linea 5 fino alla Villa Reale di Monza e della linea 2 da Cologno a Vimercate rappresenterebbe il vero punto di svolta per il servizio di trasporto pubblico dell’intera area briantea. Non osiamo neppure immaginare che cosa potrebbe voler dire per tutto il territorio la presenza di un servizio metropolitano in termini di sviluppo locale, efficienza trasportistica, abbattimento del traffico e, contemporaneamente, dell’inquinamento atmosferico…

Di questo si è parlato giovedì scorso al tavolo, istituito dall’assessorato regionale, al quale hanno partecipato i consiglieri regionali del territorio, i rappresentanti degli enti locali e di Metropolitana milanese. Le belle notizie: sono stati impegnati 75 mila euro dalla Regione per lo studio di fattibilità del prolungamento della M5 fino a Monza e si riapre la procedura relativa al prolungamento della M2 da Cologno Nord a Vimercate. La triste realtà: per concludere i lavori del prolungamento della M1 fino a Monza Bettola mancano ancora 23 milioni di euro e, da settembre, forse non potremo più usufruire in Brianza del trasporto pubblico locale (2000 corse e 70 mila utenti al giorno).

Banalmente mancano 1milione e 8mila euro per garantire il servizio fino alla fine dell’anno. La provincia non ha più risorse e la Regione non vuole mettercele!

metropolitana-lilla-milano-m5-background-2

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità | Lascia un commento