Archivi tag: pgt

Bocciato emendamento che corregge stortura legge

Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

Comunicato stampa

Suolo,  Scandella(PD): “Bocciato emendamento che corregge stortura legge. I comuni non possono fare modifiche in riduzione ai pgt”

Questo pomeriggio la Commissione Territorio del Consiglio regionale è stata chiamata a votare un emendamento del Partito democratico alla legge di semplificazione mirato a sanare un errore inserito nella legge regionale 31 del 2014 relativa alle disposizioni per la riduzione del consumo di suolo. L’emendamento, con prima firma del consigliere regionale Jacopo Scandella, è stato bocciato dalla maggioranza di centrodestra. “La legge regionale 31 – spiega Scandella –  paradossalmente mette un freno ai comuni più virtuosi che in autonomia vorrebbero fare modifiche in riduzione ai pgt vigenti. Con l’emendamento abbiamo tentato di sanare questo stortura nello spirito della legge stessa nata per contrastare l’abuso del suolo e riqualificare le aree dismesse. Ad oggi, nonostante la circolare emanata dalla Giunta nei mesi scorsi, questo problema permane. Noi non molliamo la presa – aggiunge – al contrario ripresenteremo l’emendamento in Aula in occasione della votazione della legge”.

 

Milano, 1 ottobre 2015

Pubblicato in Territorio | Taggato | Lascia un commento

Con la circolare interpretativa la Giunta getta la maschera e svela le sue vere intenzioni

“Con la circolare interpretativa la Giunta getta la maschera e svela le sue vere intenzioni”. Questo il commento del capogruppo del Pd in regione Enrico Brambilla e del consigliere regionale Jacopo Scandella in merito alla circolare interpretativa emanata martedì dalla Direzione generale Territorio Urbanistica e difesa del suolo che fornisce chiarimenti interpretativi e applicativi relativamente ad alcune disposizioni della legge regionale di contrasto al consumo di suolo approvata in Consiglio regionale lo scorso 28 novembre. “Se prima rimaneva qualche dubbio sulla possibilità per i Comuni di adottare varianti per ridurre l’edificabilità, ora è chiaro che tale facoltà è esclusa – spiegano -. Gli annunci buonisti di questa maggioranza lasciano il posto ad un provvedimento che è una vera e propria contraddizione in termini. Si precisa infatti che i comuni possono approvare “varianti in riduzione”, cioè sottrarre alla cementificazione aree destinate ad essere urbanizzate, purché però non riducano le previsioni edificatorie del documento di piano: in pratica, se tolgono un’area da una parte ne devono aggiungere una uguale da un’altra parte. Ciò significa che si legano le mani a quei comuni virtuosi, e sono tanti, che devono aspettare ancora trenta mesi per approvare varianti in riduzione. La situazione diventa ancora più paradossale se si pensa che la Giunta modifica di fatto il contenuto di una legge con una circolare. Questo articolato era giù un pasticcio legislativo di per sé ma adesso diventa pericoloso e inadeguato. Annunciamo sin da ora la presentazione di progetto di legge per correggere in corsa questo mostro legislativo”.

Milano, 27 marzo 2015

Pubblicato in Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Entro un anno tutti i comuni avranno il PGT

Con l’approvazione in Consiglio diventa ufficiale la proroga dei termini per l’approvazione del Piano di Governo del Territorio, in una realtà lombarda che vede ancora 496 sprovvisti della definitiva approvazione.

Una proroga che si differenzia dalle altre per il meccanismo sanzionatorio introdotto: in caso di mancata adozione entro il 31/12 e approvazione entro il 30/6/2014, toccherà infatti ad un Commissario redigere il Piano per conto dei Comuni ancora inadempienti.

Entro un anno, quindi, tutti gli enti locali ancora sprovvisti saranno dotati degli strumenti di pianificazione urbanistica così come prevede il testo approvato.

Da domani inizia una seconda fase di monitoraggio costante volto a controllare l’iter dei singoli procedimenti e affiancare i comuni che incontrano più difficoltà per evitare le sanzioni o, in un’ultima istanza, il commissariamento.

Ora si apre la vera partita di questa legislatura: la riforma della legge 12 del 2005 con particolare attenzione alla pianificazione di area vasta sovra-comunale ed al contenimento del consumo di suolo, la nostra priorità, ristrutturando l’esistente e lasciando intatte le aree agricole, scese drammaticamente in Lombardia sotto una soglia di guardia.

Pubblicato in Blog Dem, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento