Archivi tag: macroregione

Sull’aeroporto di Montichiari

Cuneo, Torino, Malpensa, Linate, Orio al Serio, Montichiari, Verona. Sono solo alcuni degli aeroporti “del Nord”, sparsi (spesso a pochi km. di distanza) tra Piemonte, Lombardia e Veneto.

Il Consiglio Regionale della Lombardia, tre anni fa, aveva impegnato la giunta a realizzare un vero e proprio piano degli scali aeroportuali lombardi, per uscire dall’anarchia e chiarire una volta per tutte “chi fa che cosa”. Passeggeri, cargo, low cost… Non se ne fece nulla.

Oggi si torna a parlare di Montichiari: uno scalo svuotato, rimasto sotto il controllo della società Catullo di Verona e che sta in piedi soltanto grazie a qualche volo postale notturno. Insomma, stando così, potrebbe chiudere domani.

Poi c’è Orio al Serio, i cui volumi di traffico hanno raggiunto livelli imponenti; direi, anzi, che nell’equilibrio tra occupazione e sostenibilità ambientale, si è andati fin troppo oltre.

Per questo motivo Montichiari potrebbe tornare di moda. La costruzione della Bre.Be.Mi e di un’apposita “bretella” di collegamento, unita alla distanza dai centri abitati, lo rendono appetibile per tutto quanto riguarda il traffico merci, che potrebbe diventare la vera e unica vocazione di questo scalo. Ancora molte realtà del nord-est preferiscono il trasporto su gomma verso l’estero allo scalo merci di Malpensa; per questo Montichiari, grazie alla sua posizione, può avere un futuro.

Soltanto, però, a patto di entrare nell’orbita di Orio, sgravando quest’ultimo e riequilibrando una situazione che, anche per i cittadini dei comuni limitrofi, si è fatta insostenibile.

Si tratta pur sempre di una trattativa tra società, (SACBO, Catullo, SAVE, con SEA spettatore interessato: è il caso di metterci il naso, per capire se e come l’operazione possa andare in porto), ma se questa scelta di buonsenso fosse condivisa tra Lombardia e Veneto, sarebbe tutto più facile. Come con i treni, prove di Macroregione

Eco - Montichiari con Orio

 

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

La Macroregione dove ogni Regione si fa i fatti suoi

foto

Polemica estiva nella maggioranza per il taglio dei treni sulla tratta Milano-Venezia, deciso oltre un mese fa dal Veneto di Zaia. “Ma se neanche ci avvisano, dove sta la Macroregione? Non si riesce nemmeno a mettere d’accordo due Regioni a guida leghista, stiamo freschi…” (qui il testo dell’interrogazione che abbiamo presentato al riguardo)

Stesso film per quanto riguarda le discariche: “ogni Regione si smaltisca i propri rifiuti”, sentenziava l’assessore prima delle ferie…

Ci si chiede, dunque, che fine abbia fatto il progetto della Macroregione. Un progetto sbagliato, peraltro. Non solo perché sprovvisto di basi solide, come dimostra il dialogo mancato tra le regioni, ma perché la vera sfida non è quella di immaginare nuovi confini per nuovi sogni di secessione, ma lavorare seriamente a proposte per territori omogenei. Tante quante sono le specificità territoriali. Perché parlare di un indistinto “Nord”, serve davvero a poco.

Pensiamo al caso della macroregione alpina, che unisce territori e rappresentanze istituzionali attorno alle problematiche proprie della montagna italiana ed europea. Problematiche che è necessario affrontare insieme, valicando i confini regionali e nazionali, dentro la prospettiva di un’Europa sempre più unita.

Questa è l’unica strada: partiamo dal basso, mettiamo in comune i problemi comuni, costruiamo insieme le soluzioni. 

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento