Archivi categoria: Economia e lavoro

Bocciati emendamenti PD, nessuna visione e nessuna risposta

BARBONI-SCANDELLA (PD): “BOCCIATI EMENDAMENTI PD, NESSUNA VISIONE E NESSUNA RISPOSTA AI BISOGNI DEL NOSTRO TERRITORIO”

E’ stato approvato oggi in Aula consiliare l’ultimo bilancio regionale della legislatura con il voto negativo del Pd. Per ogni territorio sono stati presentati diversi emendamenti sulle questioni più urgenti e più importanti per le popolazioni locali.

Il Partito Democratico, in particolare, ha presentato in tutto 133 emendamenti, che sono circa la metà dei 264 complessivi votati oggi. Oltre agli interventi richiesti sui ticket sanitari, sul trasporto pubblico e sulla spesa sociale, infatti il Pd ha focalizzato la metà dei suoi emendamenti su specifiche tematiche territoriali.

I consiglieri Mario Barboni e Jacopo Scandella hanno illustrato le richieste avanzate per il territorio della provincia di Bergamo. Da quelli per il finanziamento di opere infrastrutturali per il miglioramento della mobilità sul territorio, come i contributi per interventi destinati a migliorare lo scorrimento lungo la strada provinciale 89 e statale42 e il terzo lotto della strada provinciale 91 alle ciclabili della Val Seriana e della Val Brembana.

“Questo bilancio non risponde affatto alle esigenze dei lombardi, come del resto nessuno di quelli approvati negli scorsi 4 anni di legislatura di Giunta Maroni – attaccano i consiglieri Pd – Ci tenevamo in modo particolare all’emendamento per la Sp 91 per la Valcalepio e a quello di 3 milioni di euro per la sistemazione di dissesti franosi sulla strada provinciale 469 Sebina Occidentale in quanto sono ormai all’ordine del giorno i frequenti episodi di smottamenti pericolosi e la strada è frequentata da oltre 5000 passeggeri al giorno tra cui trasporti scolastici di alunni verso gli istituti di Lovere. E purtroppo neanche gli emendamenti per la ristrutturazione e innovazione per gli impianti delle stazioni sciistiche regionali tra cui quelle bergamasche sono stati considerati strategici dalla maggioranza”.

Milano, 20 dicembre 2017

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato | Lascia un commento

Approvata una legge utile per lo sviluppo dei territori montani

Impianti di risalita
BARBONI-SCANDELLA(PD): “APPROVATA UNA LEGGE UTILE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI MONTANI. GRAZIE A UN ODG DEL PD SI INVITA LA GIUNTA A FINANZIARE I PATTI TERRITORIALI”

E’ stata approvato oggi, con il voto favorevole del Pd, il provvedimento per la promozione dei territori montani interessati da impianti di risalita al fine di favorire lo sviluppo economico, territoriale e ambientale degli stessi, considerato il grande impatto che tali impianti e infrastrutture hanno sulle economie locali e contro lo spopolamento dei territori. Tra l’altro i territori lombardi risentono oggi di un notevole “gap” impiantistico se paragonati a quelli montani della Val d’Aosta, del Trentino e dell’Alto Adige (e ultimamente anche del Piemonte e del Veneto), che la legge mira in parte a colmare.

Il Pd che già aveva proposto un emendamento al bilancio per apporre risorse (che non è stato approvato) è tornato a chiedere, con un ordine del giorno, anche risorse certe per finanziare i patti territoriali, sui quali la legge si fonda, senza le quali rischia di restare lettera morta. E’ proprio quello delle risorse infatti il nodo più importante, così come sottolineato, del resto, anche in un documento di fine anno, da parte di ANCI Lombardia. Senza risorse i patti territoriali rischierebbero di configurarsi come meri strumenti giuridici solo potenzialmente utilizzabili.

“Gli impianti muovono economia e indotto perciò svolgono una funzione pubblica a livello locale. Questa legge è una legge necessaria e utile e rappresenta un segno di attenzione verso i territori montani, per questo l’abbiamo votata convintamente – hanno detto i consiglieri Pd Mario Barboni e Jacopo Scandella – I patti territoriali sono uno strumento di partecipazione negoziata che hanno però bisogno di risorse per funzionare. La Giunta dovrà perciò saper mettere le risorse sui patti territoriali, da finanziare in parti uguali su tutto il territorio e sulle diverse province montane, come abbiamo chiesto con un ordine del giorno approvato dall’Aula. Del resto la richiesta turistica di sta incrementando, quindi quello di oggi è un investimento sul futuro”.

Grazie all’approvazione di un emendamento Pd poi, si propone che nel caso in cui la Regione lo reputi opportuno, anche società esistenti del sistema regionale potranno partecipare alla gestione degli stessi per favorirne lo sviluppo.

Milano, 21 dicembre 2017

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato | Lascia un commento

Rosso di sera, la puntata del 21 marzo 2016

Nuova puntata di “Rosso di Sera”, trasmissione a cura del Partito Democratico della Valle Seriana. Tema odierno: la proposta di legge chiamata “Una legge per la montagna”. Acqua, crediti forestali, servizi per la specificità montana (scuole ed ospedali), albo delle imprese locali, prodotti locali e tipici (info su www.firmaperlamontagna.it).

Il filmato della puntata:

Ospite dell’odierna puntata “in rosa” di “Lucius in fabula”, rubrica contenuta in “Rosso di sera” e curata da Lucio Imberti, è Filippo Servalli che presenta proprio dei prodotti tipici locali, ovvero il progetto del “Mais Spinato”, il melgotto della Valgandino che sta portando il nome della Valle in giro per il mondo:

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Tirocini, monitoraggio qualitativo: la mozione passa alla commissione

Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

COMUNICATO STAMPA

Tirocini
SCANDELLA (PD): “MONITORAGGIO QUALITATIVO. LA MOZIONE PASSA ALLA COMMISSIONE”

Verrà discussa al più presto, come chiesto dal Pd, in Commissione VII Cultura, Istruzione e Formazione professionale, congiuntamente alla IV Commissione Attività produttive, la mozione sul monitoraggio dei tirocini formativi presentata oggi in Aula da Jacopo Scandella. “La mozione nasceva con l’intento di sollevare un problema reale: spesso si parla di disoccupazione giovanile e poi nel concreto non si fa nulla per invertire il trend negativo: i tirocini possono, in questo senso, essere un potente strumento di formazione e di ingresso nel mondo del lavoro, ma vanno analizzati qualitativamente, come previsto dalla delibera istitutiva – dice Scandella – Invece il monitoraggio a cura dell’Osservatorio sul mondo del lavoro si esaurisce in poche righe che registrano solo le cessazioni e le attivazioni per il 2015. Ma occorre sapere se servono questi tirocini, quanti di questi si trasformano effettivamente in contratti di lavoro a tempo indeterminato, quali invece diventano rapporti di lavoro impropri o camuffati, quali settori li usano a dovere. O facciamo come va fatto questo monitoraggio o dobbiamo prendere atto che su questa materia ci si ferma ai titoli e alle percentuali che ormai vediamo da troppi anni”. Per questo la mozione chiede di incentivare la pratica di osservatori provinciali che coinvolgano le organizzazioni sindacali, le associazioni di categoria e gli enti accreditati ai servizi per la formazione lavoro. “Solo così di può entrare nel merito delle tipologie dei tirocini e della loro valenza” aggiunge Scandella.

Milano, 2 febbraio 2016

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

Rosso di sera, la puntata dell’11 gennaio 2016

Il materiale relativo alla quinta puntata di “Rosso di Sera”, la prima del 2016, trasmissione del Pd Valle Seriana a cura del consigliere regionale Jacopo Scandella.

Il filmato della puntata:

Jacopo Scandella ospita l’on.Antonio Misiani che parla delle misure sociali inserite nella Legge di Stabilità (700 mln nel 2016), l’abolizione del Patto di Stabilità per i Comuni, le risorse per le Province e le Città Metropolitane, le risorse per le piccole medie imprese con la proroga del bonus per la ristrutturazione e per il risparmio energetico. ”Lucius in Fabula” di Lucio Imberti ospita, invece, Angelo Carrara, presidente di Confartigianato Bergamo. Si discute dell’artigianato e della ripresa del lavoro in Valle Seriana. Riqualificazione energetica, le opportunità della Legge di Stabilità 2016 con i relativi incentivi, le attività di Confartigianato per gli iscritti:

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Mozione su monitoraggio tirocini

La mozione sul monitoraggio tirocini avente primo firmatario il consigliere regionale Jacopo Scandella.


MOZIONE

Regione Lombardia

Al Presidente del Consiglio regionale

Oggetto: Monitoraggio Tirocini

Il Consiglio regionale della Lombardia

Premesso che la Legge Regionale 28 settembre 2006, n° 22 “li mercato del lavoro in Lombardia”ed in particolare l’art. 18 co. 1e co.2, attribuisce alla Regione la competenza a disciplinare i criteri per la realizzazione dei tirocini formativi e di orientamento, sentiti la Commissione consiliare competente, il Comitato Istituzionale di Coordinamento e la Commissione Regionale per le Politiche del Lavoro e della Formazione;

Visto che la Legge Regionale 6 agosto 2007, n° 19 “Norme sul sistema educat ivo di istruzione e formazione della regione Lombardia” e successive modifiche e integrazioni, ed in particolare l’articolo 21, comma 4, prevede che si possano svolgere percorsi formativi attraverso l’alternanza di studio e lavoro, nelle sue diverse modalità e forme di inserimento nelle realtà culturali, sociali, produttive,professionali e dei servizi,comprese quelle del tirocinio formativo;

Preso atto della DGR n. 614 del 06/09/2014 “Indirizzi regionali in materia di tirocini” (richiesta di parere alla commissione consiliare) che approvava la proposta di indirizzi regionale e trasmetteva il provvedimento al Presidente del Consiglio regionale;

Rilevato che all’art. 5 dell’ALLEGATO A della DGR X/825 “Nuovi indirizzi regionali in materia di tirocini – (a seguito di parere alla commissione consiliare)” si prevede che “La Regione promuove un monitoraggio sistematico dei tirocini e degli eventuali inserimenti lavorativi post tirocinio, anche attraverso l’analisi delle comunicazioni obbligatorie. Sulla base di questo monitoraggio sarà redatto un rap porto annuale, pubblicato sul sito Web della Direzione Generale competente. Ulteriori forme di monitorag gio saranno previste in conformità alle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 2, della legge 28 giugno 2012, n. 92.”

Considerata l’interrogazione a risposta immediata n. 1221 con la quale si chiedeva all’Assessore competente “se il monitoraggio di cui all’art. 5 de/i’ALLEGATO A della DGR X/825 è stato eseguito e, nel caso, se e dove è stato pubblicato sul Sito Web della Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro.”

Verificata la risposta dell’Assessore secondo la quale il monitoraggio previsto dalla legge è stato evaso all’interno del paragrafo 4.5 del Rapporto 2014 dell’Osservatorio del mercato del lavoro e della formazione.

IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE:

a far si che il monitoraggio di cui all’art. 5 dell’allegato A della DGR X/825 non si esaurisca in una sintesi all’interno del Rapporto annuale del mercato del lavoro e della formazione, ma in una approfondita e puntuale relazione da pubblicarsi sul sito web della Direzione Generale competente arricchita anche da una analisi del livello di trasformazione dei tirocini in rapporti di lavoro.

ad incentivare e favorire la creazione di Osservatori provinciali dei tirocini con la partecipazione dei rappresentanti provinciali del mondo del lavoro tra cui le 00.55 dei lavoratori, le Associazioni di categoria e gli Enti Accreditati ai servizi per la formazione ed il lavoro.

Milano, 07 gennaio 2016

Firmatari: Jacopo Scandella, Onorio Rosati, Mario Barboni, Enrico Brambilla.


I documenti PDF: MOZ-545-testo-presentato

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Illuminazione pubblica: Regione Lombardia sostenga i Comuni che vogliono acquisire gli impianti

COMUNICATO STAMPA

 

Illuminazione pubblica
SCANDELLA (PD): “REGIONE LOMBARDIA SOSTENGA I COMUNI CHE VOGLIONO ACQUISIRE GLI IMPIANTI”

 

Un sostegno della Regione ai Comuni per acquisire gli impianti di illuminazione non di proprietà: è quanto chiedeva l’ordine del giorno del Gruppo regionale del Pd presentato oggi, martedì 22 settembre 2015, in Consiglio regionale, nell’ambito della discussione del progetto di legge sulle “Misure di efficientamento dei sistemi di illuminazione esterna con finalità di risparmio energetico e conseguente riduzione dell’inquinamento luminoso”, approvato all’unanimità.

“Il progetto di legge si prefigge importanti obiettivi di contenimento dell’inquinamento luminoso e di risparmio energetico, con conseguente risparmio luminoso – spiega Jacopo Scandella, consigliere regionale del Pd –. In molti Comuni lombardi i punti luce sono di proprietà di soggetti terzi e quindi l’amministrazione comunale è nella condizione di dover predisporre programmi per l’acquisizione degli impianti non di sua proprietà, proprio in un momento in cui gli enti locali vivono una situazione di difficoltà economica e finanziaria”.

Ecco perché l’ordine del giorno del Pd impegnava la Giunta regionale “a inserire nel prossimo bilancio di previsione, idonee risorse finanziarie da destinare ai Comuni per realizzare l’acquisizione degli impianti luce di proprietà di soggetti terzi e per gli interventi di mitigazione dell’inquinamento luminoso”.

Invece, la Giunta, per voce dell’assessore regionale all’Ambiente Terzi, ha preferito rinviare l’impegno: “Non ha escluso che in futuro si possano ipotizzare risorse in questo senso – prosegue Scandella –. E noi ci auguriamo che Regione Lombardia non faccia trascorrere molto tempo”.

Tra l’altro, per il consigliere Pd la soluzione potrebbe passare “anche attraverso bandi a favore delle amministrazioni comunali che vogliono mettersi al passo con i tempi. Sappiamo che le risorse sono poche, ma potrebbero bastare per fare da volano”.

Milano, 22 settembre 2015

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Le cose si possono fare, ci stiamo provando

Economia e Lavoro, Immigrazione, Giustizia e sicurezza, Scuola, Pubblica amministrazione: dalla Segreteria nazionale del Partito Democratico, cinque quaderni per conoscere quello che stiamo portando avanti alla guida del paese:

economia giustizia immigrazione pa scuola

Pubblicato in Cultura e sport, Economia e lavoro, Scuola, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Expo: ipotesi della Giunta di tagliare il servizio ferroviario

Dal sito welfarenetwork.it:

“L’ASSESSORE SORTE VENGA A SPIEGARCI COSA SIGNIFICA CHE NEI SEI MESI DI EXPO CI SARÀ UNA RIDUZIONE DEL SERVIZIO FERROVIARIO DI UN MILIONE DI CHILOMETRI”. LO DICHIARA IL CONSIGLIERE REGIONALE DEL PD JACOPO SCANDELLA PRIMO FIRMATARIO DI UNA INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE TRASPORTI CON LA QUALE SI CHIEDE ALLA GIUNTA QUALI SIANO I TERMINI DELLA RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO FERROVIARIO REGIONALE PER IL PERIODO DELLA MANIFESTAZIONE UNIVERSALE. “SOLO POCHE SETTIMANE FA L’ASSESSORE PRIMA E L’AMMINISTRATORE DELEGATO FARISÈ POI CI AVEVANO ASSICURATO CHE IL SERVIZIO SAREBBE STATO POTENZIATO VERSO IL SITO ESPOSITIVO SENZA PERÒ INTACCARE ALTRE DIRETTRICI FERROVIARIE – SPIEGA SCANDELLA -. OGGI SCOPRIAMO DALLA STAMPA CHE NELLA CONFERENZA REGIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO TENUTASI GIOVEDÌ SCORSO A PALAZZO LOMBARDIA CON IL COMITATO PENDOLARI, L’ASSESSORE SORTE HA ANNUNCIATO CHE SAREBBE AL VAGLIO DELLA GIUNTA UN PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TEMPORANEA DEL SERVIZIO FERROVIARIO PARI A UN MILIONE DI CHILOMETRI PER INCREMENTARE LE CORSE DESTINATE AL SITO EXPO E LO SPOSTAMENTO DI MATERIALE ROTABILE, ALTRIMENTI INSUFFICIENTE, PER GARANTIRE IL SERVIZIO VERSO IL POLO ESPOSITIVO. UNA NOVITÀ CHE QUANTOMENO LA REGIONE DOVREBBE VENIRCI A SPIEGARE IN TEMPI BREVI VISTO E CONSIDERATO CHE LA RIDUZIONE DOVREBBE ENTRARE IN VIGORE CON IL NUOVO ORARIO ESTIVO IL PROSSIMO 26 APRILE”.
GIOVEDÌ 19 MARZO 2015

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Carcere di Bergamo, Regione confermi lo stanziamento per i progetti di inserimento lavorativo di fronte a risultati evidenti

I consiglieri regionali hanno visitato ieri, nell’ambito del progetto di ricognizione sulla situazione carceraria in Lombardia, la casa circondariale di Bergamo. Numeri alla mano, nel 2013 sono stati spesi fondi per 189mila euro a scopo riabilitativo in iniziative di vario genere, che vanno dall’inserimento lavorativo, al sostegno psicologico sino a quello abitativo. In particolare ad aver dato grandi risultati sono stati i progetti di reinserimento sociale attraverso lavori socialmente utili, come panetteria e lavori agricoli.

“I dati che ci sono stati presentati dimostrano come la recidività cali ogni volta che ci troviamo di fronte a detenuti che lavorano. Investire in queste iniziative è importante, dunque, non solo in funzione della riabilitazione del singolo, ma anche come investimento nella sicurezza di tutta la comunità – spiega il consigliere Pd Jacopo Scandella – . E’ fondamentale che vengano mantenuti questi progetti e anzi potenziati. Per questo Regione Lombardia non riduca le risorse come ha in programma di fare“.

Se per il 2013 si sono investiti 189mila euro, per il biennio 2014-2015 sono stati, invece, stanziati solo 274mila, ovvero 50mila euro in meno all’anno. “Porteremo avanti questa richiesta nella prossima seduta di assestamento di bilancio”.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , | Lascia un commento