Archivi del mese: maggio 2017

Consumo di suolo: ora i Comuni potranno ridurre le aree edificabili, ma la legge rimane sbagliata

CONSUMO DI SUOLO, SCANDELLA (PD): ORA I COMUNI POTRANNO RIDURRE LE AREE EDIFICABILI, MA LA LEGGE REGIONALE RIMANE SBAGLIATA

“Il fatto positivo è che i comuni ora possono tornare a programmare il territorio e anche a ridurre le aree ad oggi edificabili, cosa che la legge del 2014 sul consumo di suolo voluta da Maroni gli impediva. Ma quella legge rimane sbagliata, anche con questa modifica, e il perché lo ha detto in Aula il relatore, Carlo Malvezzi di Forza Italia, che ha rivendicato la volontà di difendere i 500 milioni di metri quadrati di terreno edificabile già compresi nei piani di governo del territorio dei 1500 comuni lombardi. Il Piano Territoriale Regionale adottato in contemporanea sostiene che il 45% degli ambiti di trasformazione eccede i reali fabbisogni abitativi e produttivi, eppure il centrodestra continua a basarsi su un modello, quello dell’espansione edilizia infinita, che ormai non esiste più, che ha smesso da tempo di creare ricchezza e, anzi, ha finito per consumarla. Il tema di oggi è la rigenerazione urbana, il recupero delle aree dismesse, la pianificazione condivisa tra i comuni: di tutto questo, però, non c’è ancora traccia”.

Così il capodelegazione del Pd in commissione territorio del Consiglio regionale Jacopo Scandella spiega l’astensione critica alla modifica alla legge 31/2014 sul consumo di suolo in Lombardia, approvata a maggioranza a fine mattinata al Pirellone.

Milano, 23 maggio 2017

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato | Lascia un commento

Semplificazione: bene lo stop all’aumento delle tariffe ferroviarie

SEMPLIFICAZIONE, SCANDELLA (PD): BENE LO STOP ALL’AUMENTO DELLE TARIFFE FERROVIARIE

“Bene lo stralcio dell’articolo che legava l’aumento delle tariffe ferroviarie agli investimenti sul materiale rotabile. La giunta aveva inserito un automatismo tra gli investimenti da parte del gestore del servizio e il costo di biglietti e abbonamenti. È chiaro che gli investimenti vanno fatti, ma la Regione non può scaricare i costi sui pendolari.”

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella commentando lo stralcio da parte della giunta regionale dell’articolo 19 della legge di semplificazione 2017, in discussione oggi in Consiglio regionale. Lo stralcio è avvenuto con il voto all’unanimità di un subemendamento presentato dall’assessore al bilancio Massimo Garavaglia, identico ad emendamenti presentati sia dal PD che dalle altre forze di opposizione.

 

Milano, 16 maggio 2017

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato | Lascia un commento

Stezzano: l’amministrazione si fermi, la contrarietà alle unioni è già costata troppo

“L’amministrazione Poma si fermi, la sua contrarietà ideologica alle unioni civili è già costata migliaia di euro ai cittadini di Stezzano, non è il caso di fargliene pagare di più.”

Anche il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella interviene sul caso dell’annullamento da parte del Tar dell’atto con cui il Comune di Stezzano aveva destinato alla registrazione delle unioni civili non la sala di rappresentanza ma una stanza di servizio adiacente all’ufficio anagrafe. Il Tribunale amministrativo ha riconosciuto che si trattava di un caso di discriminazione. Tra spese legali e costo dell’avvocato il comune ha anche dovuto sborsare 12mila euro.

Secondo Scandella “la lista civica di minoranza Stezzano Bene Comune ha ragione da vendere quando dice che l’amministrazione non deve ricorrere al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar. Le unioni civili sono legge dello Stato, piaccia o meno all’amministrazione di Stezzano, e non è né civile né rispettoso accogliere due persone in uno sgabuzzino in un momento così bello e importante della loro vita.”

 

Milano, 2 maggio 2017

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento