Archivi del mese: marzo 2016

Moschee: Maroni gioca con le parole, la consulta ha smontato la legge

“Maroni gioca con le parole, ha fatto approvare una legge ideologica e discriminatoria e la Consulta gliel’ha smontata. Ora è chiaro quello che abbiamo sempre sostenuto: non spetta a Maroni decidere chi può pregare in Lombardia e chi no, chi può costruire un luogo di culto e chi no, chi deve installare telecamere di videosorveglianza e chi no. Ciò che ne rimane dopo la sentenza è solo un aggravio burocratico per chiunque intenda costruire una chiesa cattolica come un tempio buddista. Ma il problema di fondo rimane e le analisi di questi giorni lo hanno più volte dimostrato: il fondamentalismo passa per i centri di ritrovo clandestini e per la rete e questa legge non fa nulla per contrastarlo.”

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella in merito alle dichiarazioni del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni sulle motivazioni della sentenza che cassa una buona parte della legge regionale sui luoghi di culto, approvata a inizio del 2015.

Milano, 30 marzo 2016

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Rosso di sera, la puntata del 21 marzo 2016

Nuova puntata di “Rosso di Sera”, trasmissione a cura del Partito Democratico della Valle Seriana. Tema odierno: la proposta di legge chiamata “Una legge per la montagna”. Acqua, crediti forestali, servizi per la specificità montana (scuole ed ospedali), albo delle imprese locali, prodotti locali e tipici (info su www.firmaperlamontagna.it).

Il filmato della puntata:

Ospite dell’odierna puntata “in rosa” di “Lucius in fabula”, rubrica contenuta in “Rosso di sera” e curata da Lucio Imberti, è Filippo Servalli che presenta proprio dei prodotti tipici locali, ovvero il progetto del “Mais Spinato”, il melgotto della Valgandino che sta portando il nome della Valle in giro per il mondo:

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Aggredita su treno, Alfieri e Scandella (PD): “Emergenza sicurezza non si affronti con provvedimenti spot”

Aggredita su treno, Alfieri e Scandella (PD): “Emergenza sicurezza non si affronti con provvedimenti spot”

Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

COMUNICATO STAMPA

Aggredita su treno, Alfieri e Scandella (PD): “Emergenza sicurezza non si affronti con provvedimenti spot”

“Quanto accaduto sabato sera sul treno della linea Treviglio – Milano dimostra ancora una volta che la sicurezza a bordo treno è un problema grave che non può essere risolto con provvedimenti spot. Esattamente un anno fa, il 7 aprile 2015, la Lega aveva presentato un progetto di legge finito su un binario morto perché farcito di slogan e demagogia. Avevano annunciato corsi di formazione per il personale e pistoleri armati sui convogli. Non servono espedienti tampone ma azioni serie e mirate: il personale preposto alla sicurezza deve avere il titolo abilitativo di pubblico ufficiale così da poter avere libertà di manovra sulle carrozze mentre le stazioni devono tornare ad essere presidiate e non abbandonate a se stesse come accade oggi. Chiediamo a Regione Lombardia di investire risorse per integrare il servizio di polizia nelle ore notturne, le più critiche, attraverso un accordo straordinario stipulato con la Polfer”.

Lo dichiarano il segretario del Pd lombardo Alessandro Alfieri e il consigliere regionale Jacopo Scandella in merito all’aggressione avvenuta sabato scorso a una ragazza sul treno partito da Treviglio per Milano.

Milano, 21 marzo 2016

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Rosso di sera, la puntata del 7 marzo 2016

Nuova puntata di “Rosso di Sera”, trasmissione a cura del Partito Democratico della Valle Seriana. Tema odierno: le donne, il lavoro femminile, l’occupazione e le politiche per la conciliazione. Dove siamo e cosa si può fare per migliorare? Le proposte del Partito Democratico e del consigliere regionale Jacopo Scandella.

Il filmato della puntata:

Ospite dell’odierna puntata “in rosa” di “Lucius in fabula”, rubrica contenuta in “Rosso di sera” e curata da Lucio Imberti, è Laura Ferrari, consulente del lavoro a Clusone e Presidente dei “giovani consulenti del lavoro” di Bergamo:

Appuntamento “al femminile” per la nuova puntata di “Che coppia” con due sindache della Valle Seriana: Angela Schiavi di Onore e Maria Grazia Vergani di Ranica. L’impegno amministrativo, il lavoro e la famiglia: come coniugare tutto questo?

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Bando piccoli comuni: “Il click day beffa i sindaci lombardi”. Il Pd annuncia un’interrogazione in Regione

Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

COMUNICATO STAMPA

Bando piccoli comuni, Scandella(PD): “Il click day beffa i sindaci lombardi. Anomalie nell’assegnazione delle risorse per via telematica
Il Pd annuncia un’interrogazione in Regione

Ancora una volta il click day per bandi regionali ha fatto flop“. Lo denuncia il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella in merito ai problemi riscontrati questa mattina per l’accesso al bando riservato ai Comuni inferiori ai 1000 abitanti per interventi di risparmio energetico degli edifici comunali. “Abbiamo avute in poche ore diverse segnalazioni da diversi sindaci lombardi sull’anomalia per l’iscrizione telematica al bando – spiega -. L’ apertura per la presentazione delle domande era prevista per le ore 12.00 di oggi ma diversi amministratori dopo aver effettuato l’accesso al portale SIAGE per la compilazione della domanda telematica nel giro di 30 minuti, e dopo aver pazientato per la lentezza del sistema telematico, si sono ritrovati davanti al messaggio ‘le risorse disponibili per il presente bando sono esaurite ed è stato raggiunto il numero massimo di progetti per la lista di riserva. Non è possibile procedere con la compilazione della domanda’. L’assegnazione dei contributi è stabilita in ordine di presentazione delle pratiche – continua – per questo motivo appare incomprensibile che, alle ore 12.00, il portale, per inefficienza e lentezza, non abbia consentito il completamento e l’invio della domanda di contributo“.

Già in passato il Partito democratico aveva sollevato questo problema nel 2009 con una mozione, accolta dalla Giunta regionale, con la quale si chiedevano tempi più lunghi per i bandi per contributi e finanziamenti a sportello aperto ovvero l’individuazione di un ordine di precedenza nell’attribuzione degli incentivi basato sul criterio cronologico d’inoltro delle domande, fissando un intervallo non inferiore a 30 giorni tra data di pubblicazione del bando sul Burl e data d’apertura dei termini per la ricezione delle domande. “Ad oggi però siamo sempre allo stesso punto – incalza Scandella – addirittura comuni che hanno speso soldi per la progettazione non hanno nemmeno la concreta possibilità di presentare la domanda in balia delle disfunzioni del sistema telematico. A questo aggiungo anche che è impensabile prevedere di fare il click day in maniera uniforme sul tutto il territorio lombardo perché così facendo si facilitano solo i piccoli comuni che hanno la banda larga“. Il consigliere Scandella annuncia pertanto la presentazione di un’interrogazione.

Milano, 1 marzo 2016

Pubblicato in Enti locali, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento