Archivi tag: treni

La Giunta immetta nuovi treni sulla Milano-Pavia-Piacenza

 I treni che viaggiano lungo la direttrice che collega Milano Greco Pirelli a Piacenza, passando per i comuni pavesi di Pavia, Stradella e Broni, versano in condizioni critiche dovute alla pessima qualità del materiale rotabile, al malfunzionamento della rete, ai guasti ai passaggi a livello e al numero insufficiente di carrozze rispetto all’utenza e quindi quotidianamente sovraffollate. Condividendo le preoccupazioni dei pendolari e fatta sua la loro nota inviata a Trenord, farò un’ interrogazione all’indirizzo dell’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo per conoscere quali strumenti la Regione intenda mettere in campo per risolvere i costanti problemi che affliggono la linea.

Il sovraffollamento delle carrozze è una criticità che segna principalmente i treni della linea Stradella – Milano Greco delle ore 16.46 e Stradella – Milano Rogoredo delle 17.05.

E’ un problema che i pendolari hanno più volte segnalato a chi di dovere ma che fino ad oggi non ha portato ad alcun risultato.

Per questo chiederò all’assessore Cattaneo di venire in Commissione Mobilità per riferire in che modo la Regione intenda intervenire per garantire tempestivamente il ripristino della composizione dei treni, adeguata all’utenza specialmente nelle ore di punta. Ci interessa capire soprattutto quando verranno messi in circolo i nuovi treni e su quali direttrici.

Mi auguro vista l’urgenza, che le linee del quadrante Sud Lombardia non vengano snobbate ancora una volta come è troppo spesso accaduto.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Disastro treni.Chiediamo bonus straordinario da subito

A nome di tutti i pendolari pavesi chiediamo all’assessore Cattaneo di venire in Commissione territorio a riferire in merito ai pesanti disagi che gli utenti delle linee Pavia – Codogno, Milano – Pavia e Alessandria – Mortara hanno dovuto subire in questi giorni. Questa è la richiesta che rivolgiamo all’assessore regionale ai trasporti Raffaele Cattaneo destinatario di  un’interrogazione che verrà depositata oggi in Regione.  Da dieci giorni l’Italia è interessata da un’ondata di maltempo eccezionale da tempo annunciata ma questo non può giustificare l’assoluta inadeguatezza del servizio ferroviario lombardo, già solitamente al di sotto degli standard, ma messo KO dal maltempo. Nel documento punto il dito contro Trenord rea di essersi attivata in netto ritardo, solo il 6 febbraio,  per far fronte alla gelata distribuendo liquido antighiaccio sui treni regionali. Ma ormai un terzo delle soppressioni si era già verificato. Anche in altre regioni si sono registrati importanti disagi alla circolazione ferroviaria però sono stati riconosciuti gli errori di gestione, ad esempio in Piemonte è stato annunciato un mese di abbonamento gratuito per ricompensare i pendolari. E qui in Lombardia? Cosa si è deciso durante il vertice convocato il 6 febbraio tra Trenord, i gestori della rete (RFI e Ferrovie Nord) Protezione Civile e Regione? Proprio su questi quesiti viene interrogato Cattaneo. Innanzitutto vorremo avere un quadro generale delle soppressioni e dei ritardi registrati su tutte le linee lombarde nei mesi di gennaio e febbraio e conoscere il reale stato del materiale rotabile dopo la forte nevicata della scorsa settimana. Ma soprattutto quello che sta più a cuore ai pendolari: vogliamo conoscere i provvedimenti che Trenord intende mettere in campo per ridurre al minimo i disagi e andare incontro agli utenti ad esempio garantendo a tutti i pendolari lombardi l’abbonamento gratuito per il mese di marzo o in subordine riconoscere agli stessi un bonus straordinario. Sarebbe una risposta concreta ai disagi patiti in questi giorni.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Invitiamo il centrodestra. Appuntamento nelle stazioni ferroviarie.

Ho dato volentieri l’adesione al comitato Class Action dei pendolari e mi sento solidale e molto vicino al loro impegno, che si esplica in tutte le forme possibili e sempre nel pieno rispetto della democrazia. In particolare considero questa iniziativa un segnale forte nei confronti dei danni morali e materiali che vengono arrecati quotidianamente a lavoratori e studenti che utilizzano i mezzi ferroviari e pubblici in generale. D’altro canto l’iniziativa si collega strettamente con l’impegno  che il Pd a livello regionale ha condotto da subito opponendosi ai tagli, agli aumenti delle tariffe, battendosi per superare il degrado delle carrozze dei treni e delle stazioni e costruendo proposte alternative all’attuale stato di cose. Proposte che siano degne di  un Paese civile e di una Regione culturalmente e professionalmente avanzata come la Lombardia. In questo momento stiamo conducendo una nuova campagna di comunicazione contro i tagli del 50% dei mezzi pubblici e contro l’aumento delle tariffe. Ci siamo impegnati a ritornare in tutte le stazioni per sviluppare le nostre proposte e spiegarle sul campo e questa volta abbiamo invitato gli esponenti del centrodestra a confrontarsi con i pendolari e con tutti i cittadini direttamente all’interno delle stazioni.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Treni tratta Pavia-Codogno: orari invariati fino all’estate

I treni della linea Pavia Codogno rimangono invariati fino alla prossima estate.

È quanto si apprende dalle risposte che l’assessore regionale alla mobilità Raffaele Cattaneo ha dato ieri in Commissione Territorio ad una mia interrogazione. L’attenzione è focalizzata sui disagi di studenti e lavoratori di Belgioioso, Corteolona, Santa Cristina, Chignolo Po e altri centri della provincia di Lodi, che si muovono in treno sulla linea Codogno – Pavia e che lamentano la scomodità degli orari dei treni di andata e di ritorno. In particolare, il problema  si pone per la questione del treno della mattina, che diventa incompatibile con gli orari scolastici ogni volta, e non è raro, che si verifichino ritardi. E poi del treno delle 13.40, troppo vicino all’orario d’uscita degli istituti scolastici per essere utilizzato da molti studenti, e troppo distante da quello successivo, che è alle 15,50.

Nessuna risposta su questo è giunta da Cattaneo, che ha annunciato una probabile soluzione con il nuovo orario, che entrerà in vigore in estate. Cattaneo ha anche ricordato che la linea, che serve 1500 utenti, ha avuto nei primi nove mesi del 2010 un indice di puntualità pari al 65%, con un miglioramento al 75% a ottobre.

In ogni caso si tratta di una performance negativa, ben lontana dall’85% previsto come accettabile dalla Regione; sottolineo inoltre che, nei due mesi successivi, la situazione è nuovamente peggiorata.

Cattaneo ha di fatto riconosciuto i problemi che gli abbiamo sottoposto, ma non ha saputo indicare soluzioni a parte una apprezzabile spostamento del treno di ritorno del pomeriggio. Ha dichiarato di aver interessato Trenitalia Le Nord, ma è chiaro che quella linea ha uno stato di sofferenza che rischia di esasperare i pendolari. Chiaramente non possiamo attendere soluzioni che non arrivano. Ci ritroveremo con gli amministratori locali e solleciteremo l’amministrazione provinciale a fare la propria parte per quanto riguarda gli orari, senza dimenticare gli altri problemi di qualità del servizio di trasporto e delle stazioni.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità | Taggato , , | Lascia un commento