Archivi tag: pendolari

Mancato riconoscimento bonus ai titoli ‘Io Viaggio’. La Giunta non ci prenda in giro.

 

Nella delibera regionale datata 18 aprile 2012 la Giunta lombarda stabilisce che sui titoli di viaggio denominati “Io viaggio” non è riconosciuto il bonus, un indennizzo per eventuali disservizi subiti, regolarmente valido sui tradizionali abbonamenti ferroviari regionali, nonostante vi sia un ordine del giorno presentato dal PD e approvato all’unanimità dal Consiglio regionale il 27 marzo scorso, che dica esattamente il contrario. Insieme al collega Alloni ho quindi presentato un’interrogazione all’indirizzo dell’assessore regionale alla Mobilità e alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo per capire i motivi che hanno spinto la Giunta a “disconoscere bellamente gli impegni presi in Consiglio di comune accordo tra le varie forze politiche”.

Un mese fa abbiamo votato la Riforma del trasporto pubblico locale anche perché ci avevano approvato due ordini del giorno importanti: uno che impegna la Giunta a reperire fondi in bilancio da destinare al trasporto pubblico e l’altro, che appunto riconosce il bonus straordinario su abbonamenti particolari come ‘Io viaggio in famiglia’, ‘Treno città’ e ‘Ovunque in Lombardia’, introdotti dalla Regione a febbraio 2011.

Dopo neanche venti giorni la Regione ha evidentemente cambiato idea visto che in delibera non vi è traccia dell’ impegno assunto in Consiglio. La Regione non ci prenda in giro. Quando sfugge dal controllo dell’opposizione, o crede di farlo, sconfessa tutto il lavoro fatto insieme.Aspettiamo che l’assessore ci spieghi il motivo.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Legge sul trasporto pubblico locale votata all’unanimità:ora servono risorse.

Per la provincia di Pavia un passo in avanti, ma ora occorrono risorse. Ieri pomeriggio è stato approvato all’unanimità in Consiglio regionale l’articolato che disciplina il settore del trasporto pubblico in Lombardia. È un buon provvedimento che favorirà la mobilità sostenibile e promuoverà un sistema di governance su aree vaste. Questa è la prima legge di riforma del sistema del trasporto pubblico locale.

Una legge che arriva in forte ritardo rispetto alle richieste pervenute dal territorio. La responsabilità politica è da imputare esclusivamente a Formigoni che in 17 anni non ha colto la necessità di rinnovare un sistema nevralgico come quello del trasporto regionale.

Il testo approvato è il frutto di un lavoro condiviso. Rispetto alla formulazione della Giunta, sono state apportate modifiche importanti e migliorie tecniche. Sono stati accolti nostri emendamenti che correggono punti essenziali dell’articolato. Innanzitutto è stato ridotto il numero dei bacini da sette a cinque: in particolare per la provincia di Pavia si è tenuto conto della mia indicazione e della proposta avanzata dall’Assessore provinciale ai trasporti Michele Bozzano tesa a realizzare un bacino in grado di programmare e svolgere funzioni di programmazione e gestione nel pieno rispetto delle autonomie territoriali. Una rivoluzione nella gestione del trasporto pubblico che migliorerà notevolmente la programmazione su area vasta del servizio e porterà importanti benefici economici e per la mobilità.

 Un’altra novità riguarda la decisione di trasformare le stazioni ferroviarie in punti di snodo per la mobilità sostenibile: si favorirà così lo scambio ferro-gomma creando le condizioni per una intermodalità diffusa

Esprimo particolare soddisfazione per l’accoglimento di specifici emendamenti a favore del coinvolgimento degli utenti in prima persona. Nella definizione dei contratti di servizio infatti dovranno essere coinvolte per la prima volta in forma obbligatoria le associazioni dei consumatori e i comitati dei pendolari. La legge da sola non è sufficiente a risolvere le problematiche legate ai disservizi.

Per questo ho presentato un ordine del giorno, votato in Consiglio all’unanimità, che chiede alla Giunta di reperire maggiori risorse da destinare al trasporto pubblico locale.

Sarà ora importante un lavoro comune tra Regione, Provincia e associazioni dei pendolari per una puntuale applicazione della legge.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Treni, l’assessore Cattaneo dice no al bonus straordinario. E’ un errore.

Stamattina in Commissione territorio, indetta in via straordinaria in Consiglio regionale, l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo doveva riferire in merito ad un’interrogazione, presentata dal PD, sui pesanti disagi al servizio ferroviario regionale registrati nelle ultime settimane. Ma per motivazioni formali si è rischiato di discutere su interrogazioni presentate nel luglio scorso posticipando, a data da destinarsi, quella relativa all’emergenza treni. Dopo la fortissima insistenza da parte del Partito democratico e il buon senso del presidente di Commissione, si è proceduto alla discussione del testo del PD. L’assessore Cattaneo ha precisato che non verrà concesso alcun bonus straordinario ai pendolari lombardi in quanto i dati relativi la gestione del servizio ferroviario regionale nel complesso dimostrano un miglioramento di servizio rispetto al 2010. In quanto firmatario dell’interrogazione, sono intervenuto sulla questione. Avevamo chiesto alla Regione di garantire ai pendolari un bonus straordinario per il mese di Marzo senza aspettare la pubblicazione degli indici di affidabilità. Ci sembrava una risposta dignitosa e corretta alle tante criticità emerse sulle linee che attraversano la provincia di Pavia in queste settimane. Il quadro da lui delineato, invece, descrive una realtà parallela lontana anni luce dalla quotidianità che il pendolare affronta ogni mattina. Se si prendono in considerazione i dati nella loro totalità, senza fare distinzione tra le singole tratte, in media il servizio potrà risultare sufficiente. Ma invito l’assessore a sciorinare i dati presentati oggi ai pendolari delle tratte del quadrante sud della Lombardia: si renderebbe conto che l’efficienza lombarda non corre lungo quella direzione. La nostra insistenza nel discutere oggi del servizio ferroviario non è dovuta ad esigenze di visibilità, come afferma l’assessore, ma perché volevamo che venissero date risposte concrete e puntali ai pendolari. Risposte arrivate ma parziali e totalmente insufficienti. Ho fatto inoltre richiesta formale di essere informato delle riunioni e dei tavoli relativi al trasporto ferroviario del quadrante Sud Lombardia. Non vorremmo continuare ad essere informati solo per mezzo stampa.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Venerdì commissione straordinaria sulle inefficienze ferroviarie.I pendolari partecipino all’incontro!

Venerdì mattina, alle ore 11.00, è convocata in via straordinaria la Commissione Territorio e Mobilità in Consiglio regionale per l’audizione dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo chiamato a rispondere alla mia interrogazione in merito alle inefficienze del servizio ferroviario regionale aggravate dalla straordinaria ondata di maltempo che ha interessato la Lombardia. Vista la gravità della problematica e l’esigenza di un confronto diretto con le istituzioni ci auguriamo che la seduta di Commissione venga aperta anche al comitato dei pendolari, i diretti interessati della discutibile gestione del servizio ferroviario. Sarebbe un’ ottima occasione per l’assessore di dare tutte le spiegazioni necessarie che la situazione richiede e discutere sui provvedimenti che la Regione intende mettere in campo, per noi di avere quel confronto che avevamo chiesto già mesi fa ma che c’è stato negato, alla luce anche del tavolo tecnico che si terrà domani a Palazzo Lombardia tra assessorato e pendolari da cui siamo stati lasciati fuori. Spero che venerdì l’assessore accolga positivamente la nostra richiesta di bonus straordinario, valido per il mese di marzo, inserita nel testo dell’interrogazione. L’audizione offre una buona occasione per discutere assieme sul da farsi. Sarebbe un peccato sprecarla.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Disastro treni.Chiediamo bonus straordinario da subito

A nome di tutti i pendolari pavesi chiediamo all’assessore Cattaneo di venire in Commissione territorio a riferire in merito ai pesanti disagi che gli utenti delle linee Pavia – Codogno, Milano – Pavia e Alessandria – Mortara hanno dovuto subire in questi giorni. Questa è la richiesta che rivolgiamo all’assessore regionale ai trasporti Raffaele Cattaneo destinatario di  un’interrogazione che verrà depositata oggi in Regione.  Da dieci giorni l’Italia è interessata da un’ondata di maltempo eccezionale da tempo annunciata ma questo non può giustificare l’assoluta inadeguatezza del servizio ferroviario lombardo, già solitamente al di sotto degli standard, ma messo KO dal maltempo. Nel documento punto il dito contro Trenord rea di essersi attivata in netto ritardo, solo il 6 febbraio,  per far fronte alla gelata distribuendo liquido antighiaccio sui treni regionali. Ma ormai un terzo delle soppressioni si era già verificato. Anche in altre regioni si sono registrati importanti disagi alla circolazione ferroviaria però sono stati riconosciuti gli errori di gestione, ad esempio in Piemonte è stato annunciato un mese di abbonamento gratuito per ricompensare i pendolari. E qui in Lombardia? Cosa si è deciso durante il vertice convocato il 6 febbraio tra Trenord, i gestori della rete (RFI e Ferrovie Nord) Protezione Civile e Regione? Proprio su questi quesiti viene interrogato Cattaneo. Innanzitutto vorremo avere un quadro generale delle soppressioni e dei ritardi registrati su tutte le linee lombarde nei mesi di gennaio e febbraio e conoscere il reale stato del materiale rotabile dopo la forte nevicata della scorsa settimana. Ma soprattutto quello che sta più a cuore ai pendolari: vogliamo conoscere i provvedimenti che Trenord intende mettere in campo per ridurre al minimo i disagi e andare incontro agli utenti ad esempio garantendo a tutti i pendolari lombardi l’abbonamento gratuito per il mese di marzo o in subordine riconoscere agli stessi un bonus straordinario. Sarebbe una risposta concreta ai disagi patiti in questi giorni.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il centrodestra dimostra la sua inadeguatezza a dare risposte concrete

Il giornale locale di oggi e non solo tornano sulla questione dei disservizi in cui incappano quotidianamente ed in modo sempre più rilevante i pendolari della nostra Regione. Mentre l’assessore regionale Cattaneo si è ormai affidato alla politica dell’immagine e degli annunci propagandistici parlando di improbabili grandi opere, partecipando ad inaugurazioni come ad esempio quella della bike sharing che si terrà domani alla stazione di Pavia, si dimostra tutta l’inadeguatezza e l’assoluta mancanza di risposte concrete a studenti, pendolari, cittadini ed utenti. Dopo gli aumenti del 23% si è passati al taglio di alcune corse come la Pavia-Codogno, l’Alessandria-Mortara-Milano ed ora corre rischi anche la Piacenza-Stradella-Pavia-Milano. Si tenga conto che tutto ciò avviene sulla base dell’ultima manovra e non contempla ancora gli ulteriori tagli applicati tra maggio ed agosto, che naturalmente non sono ancora stati recepiti dal bilancio di Regione Lombardia. Adesso si capisce perchè gli esponenti del centrodestra non hanno neppure ritenuto di prendere in considerazione gli inviti e la vera e propria sfida che il Pd ha rivolto loro per partecipare insieme a confronti pubblici all’interno delle stazioni ferroviarie. Certamente noi non ci fermeremo, la nostra mobilitazione proseguirà a partire dall’iniziativa del 24 ottobre a Broni, dall’incontro di Garlasco del 28 ottobre e dall’analogo evento in preparazione nella zona del basso pavese sulla base di una mobilitazione già in atto da parte delle amministrazioni, dei pendolari e dei nostri circoli.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Invitiamo il centrodestra. Appuntamento nelle stazioni ferroviarie.

Ho dato volentieri l’adesione al comitato Class Action dei pendolari e mi sento solidale e molto vicino al loro impegno, che si esplica in tutte le forme possibili e sempre nel pieno rispetto della democrazia. In particolare considero questa iniziativa un segnale forte nei confronti dei danni morali e materiali che vengono arrecati quotidianamente a lavoratori e studenti che utilizzano i mezzi ferroviari e pubblici in generale. D’altro canto l’iniziativa si collega strettamente con l’impegno  che il Pd a livello regionale ha condotto da subito opponendosi ai tagli, agli aumenti delle tariffe, battendosi per superare il degrado delle carrozze dei treni e delle stazioni e costruendo proposte alternative all’attuale stato di cose. Proposte che siano degne di  un Paese civile e di una Regione culturalmente e professionalmente avanzata come la Lombardia. In questo momento stiamo conducendo una nuova campagna di comunicazione contro i tagli del 50% dei mezzi pubblici e contro l’aumento delle tariffe. Ci siamo impegnati a ritornare in tutte le stazioni per sviluppare le nostre proposte e spiegarle sul campo e questa volta abbiamo invitato gli esponenti del centrodestra a confrontarsi con i pendolari e con tutti i cittadini direttamente all’interno delle stazioni.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 7 agosto soppressi i treni della linea Pavia – Casalpusterlengo – Cremona

Agosto sarà un mese caldo per i pendolari lombardi della tratta Pavia – Casalpusterlengo – Cremona: dal 7 al 22 agosto, infatti, verrà soppresso il servizio che interessa questa linea ferroviaria mentre, nel restante periodo dello stesso mese, si registrerà una riduzione di più del 50% del servizio. Questa disfunzione, che colpisce tutti i pendolari che per motivi occupazionali o di studio viaggiano sulla tratta Cremona – Pavia, è oggetto di una interrogazione a risposta scritta a firma mia insieme a  Fabrizio Santantonio e Agostino Alloni e depositata oggi in Regione. La linea interessata dalla sospensione del servizio di norma prevede 9 treni in direzione Pavia a cui si aggiungono 12 autobus e da Pavia verso Lodi 7 treni oltre a 10 corse di pullman. Impensabile se si considera che con la crisi il settore terziario non conosce ferie. Nello stesso mese in cui si è deciso per la soppressione dei treni locali entrano in vigore le nuove tariffe ferroviarie. Parlare di beffa sembra quasi riduttivo se si considera che fino ad oggi è sempre stata negata l’eventualità di una diminuzione dei servizi regolarmente offerti. Con l’interrogazione, quindi, si chiedono lumi all’assessore sugli accordi stipulati tra Regione Lombardia e Trenord per capire se non si ritiene necessario rivedere i criteri di fornitura del servizio attualmente vigenti. Sarebbe opportuno indire un tavolo di confronto ad hoc tra Regione, Trenord e le amministrazioni provinciali e comunali interessate a cui prendano parte anche le associazioni dei pendolari per valutare idonee soluzioni al problema. Non si possono prendere decisioni di questo tipo senza prima interpellare gli interessati.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Dalla settimana prossima nuovo Tour delle stazioni

Ricomincerò la settimana prossima il Tour delle stazioni ferroviarie: incontrerò nuovamente i pendolari e valuterò le problematiche partendo anche dal “danno e dalla beffa” degli aumenti previsti dal Governo Berlusconi e dalla Regione Lombardia. Dopo la presenza in tutte le stazioni ferroviarie nei mesi scorsi, il Pd, partendo dalle indicazioni dei pendolari, dalle situazioni concrete delle stazioni e dalle condizioni dei treni ha predisposto infatti un pacchetto di proposte da sottoporre all’attenzione della commissione preposta ed al Consiglio Regionale. Proposte che saranno illustrate con un nuovo Tour attraverso le stazioni, incontri con i pendolari e altre iniziative che saranno via via decise.

Nel 2011, infatti, i tagli previsti dalla manovra finanziaria ammontano a 100 milioni di euro per Regione Lombardia compensati da aumenti di biglietti e abbonamenti che toccheranno entro l’anno quota 25% e che pagheranno i pendolari lombardi.

Pubblicato in Blog Dem, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Si è concluso il Tour delle Stazioni

Si è concluso in questi giorni il Tour delle Stazioni. Vorrei ringraziare gli amministratori ed i circoli che ci hanno coadiuvato in questa importante iniziativa e che hanno contribuito attivamente alla riuscita dell’operazione. M anche i lavoratori delle stazioni che abbiamo visitato per l’accoglienza che ci hanno riservato ed i pendolari, grazie ai quali abbiamo potuto ben comprendere le reali condizioni del trasporto ferroviario. Siamo ora passati alla fase di aggiornamento definitivo dei dati raccolti, i quali verranno poi presentati ufficialmente in una conferenza stampa a Milano e nelle Province interessate, ma che serviranno soprattutto a dare forma ad una concreta proposta complessiva che presto faremo pervenire al Consiglio Regionale della Lombardia.

Pubblicato in Blog Dem, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento