Archivi tag: maugeri

Policlinico e Maugeri:Garantire il diritto alla salute e i posti di lavoro.

La Regione approvi prima possibile i piani di assunzione degli ospedali, altrimenti al San Matteo sarà il caos. 

Ho presentato un’ interrogazione all’assessore regionale Luciano Bresciani, chiedendo conto degli atti della Giunta regionale che stanno mettendo a rischio numerosi posti di lavoro di medici, infermieri, operatori socio sanitari e impiegati dell’area amministrativa, e con essi la piena funzionalità di queste due strutture.

Senza l’approvazione da parte della Regione in tempi brevi dei piani di assunzione per il 2012 molti contratti a termine non potranno essere rinnovati. Al Policlinico sono almeno settanta operatori, alcuni di questi impiegati da più di dieci anni, che hanno contratti che scadono nelle prossime settimane e che non potranno essere riassunti. A rimetterci sarà inevitabilmente il servizio ai pazienti. Non è del resto accettabile che gli ospedali ricorrano all’esternalizzazione dei servizi, anche dei medici, come pare stia avvenendo al Policlinico. Anche su questo punto vogliamo che l’assessore ci risponda.

Ma non c’è solo il Policlinico, anche la situazione della Maugeri. Con una delibera del 6 agosto la Giunta regionale ha compiuto tagli significativi al comparto della sanità privata, correndo ai ripari dopo le inchieste che hanno messo sotto accusa i rapporti tra la Regione e alcune strutture private accreditate, tra cui appunto la Maugeri.

Questo polo sociosanitario attraversa una fase difficile, ma occorre che la riduzione dei trasferimenti non sia a danno dei contratti degli operatori, esattamente come sta avvenendo al Policlinico. Siamo in particolare preoccupati per le possibili ripercussioni sulla continuità dei servizi fondamentali in strutture importanti come il nosocomio riabilitativo di Montescano. La Regione garantisca il diritto alla salute e i posti di lavoro.

 

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Caso Maugeri.Garanzie ai lavoratori e chiarezza sui finanziamenti

Si è svolta in Commissione Sanità l’audizione con le sigle sindacali dei lavoratori della Fondazione Maugeri sulla situazione del personale a poco più di due mesi dalle vicende giudiziarie che hanno coinvolto il gruppo pavese. I rappresentanti dei lavoratori sono tornati a chiedere a Regione Lombardia rassicurazioni e garanzie rispetto all’attività lavorativa e rispetto alle retribuzioni e ai contratti. Il momento è delicato perché i nuovi vertici della Fondazione sono in attesa di conoscere lo stato del bilancio, la cui revisione è stata affidata ad una società esterna perciò, sebbene nella continuità, il quadro resta sospeso.

E’ fondamentale garantire tutela ai 4000 addetti che lavorano nelle strutture regionali della Maugeri. L’audizione di oggi è una testimonianza dell’attenzione che, sin dall’inizio di questa vicenda, la Commissione Sanità del Consiglio regionale ha dimostrato verso i lavoratori che da anni prestano il loro servizio e svolgono eccellenti attività di ricerca presso le cliniche al centro dell’indagine. Proprio nell’interesse dei lavoratori della Maugeri e dei cittadini lombardi continueremo altresì a cercare di fare chiarezza e a favorire la costruzione di meccanismi di maggiore trasparenza nell’assegnazione delle risorse.

 

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Una legislatura nata male, che sta proseguendo peggio.

Abbiamo presentato la mozione di sfiducia contro Formigoni e la sua Giunta. Il centro destra si è arroccato a difesa del potere, tentando di resistere ancora un po’ senza prendere atto che questa legislatura e’ nata male e sta proseguendo peggio.  

E’ partita con le firme false, e’ proseguita con la malasanità: vorrei ricordarvi, ad esempio, le vicende ASL e Maugeri, lo scandalo delle bonifiche, la gestione dei rifiuti, il dramma del lavoro, la difesa dell’ ambiente..tutte tematiche di rilievo per la nostra società ma che non hanno mai avuto da questa Giunta le adeguate risposte. Risposte che i giovani, gli anziani, le famiglie lombarde invece si meriterebbero e delle quali hanno certamente diritto.

Formigoni ed il centrodestra non vogliono affrontare il distacco tra cittadini, politica ed istituzioni. Eppure si tratta ormai di un centrodestra che non ha più la maggioranza degli elettori, così come dimostrano le recenti elezioni amministrative affrontate da Pdl e Lega.

Ormai Pdl e Lega appaiono concentrati solo a difendere le loro poltrone, a tentare una improbabile riorganizzazione del loro sistema di potere. In questo vedo una similitudine con la situazione di alcuni comuni importanti anche della provincia di Pavia.

Così come vedo una similitudine con vicende che hanno interessato la provincia di Pavia, come quella della decapitazione dell’Asl, come la vicenda della Maugeri, la mancanza di controlli e di trasparenza nella sanità privata finanziata dal pubblico. Anche su questi temi la risposta di Formigoni e del centrodestra è stata assolutamente insufficiente ed anche per questi motivi abbiamo chiesto le loro dimissioni per restituire la parola agli elettori lombardi.

Certamente per noi questo è un punto di partenza per un’iniziativa che si articolerà nella società lombarda per costruire una nuova Lombardia.  Quella del centrodestra ha tutta l’aria di essere la vittoria di Pirro, sia perché pesa ancora fortemente la questione delle firme false, sia perché già al prossimo Consiglio ci sarà una nuova mozione che chiederà a Formigoni di lasciare la presidenza del Comitato per l’Expo, tema questo particolarmente caro anche ai leghisti. Dalle parole ai fatti vedremo…

Vorrei ricordare che la mozione di sfiducia che era stata presentata da noi insieme a Sel e all’Italia dei Valori in Aula ha avuto anche il consenso del’Udc e del Partito dei Pensionati.

Fatto significativo questo che fa capire come oltre ad essere ormai in minoranza nella società lombarda, il centrodestra è sempre più solo, diviso ed arroccato anche all’interno del Consiglio regionale.

Il Pd è pronto ad un grande e trasparente confronto.

 

Pubblicato in Blog Dem, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ho incontrato i lavoratori della Maugeri.Ora l’assessore venga ad ascoltarli in Commissione.

L’Assessore alla Sanità venga in Commissione per audire i lavoratori della Maugeri.

Lo scandalo giudiziario non deve mettere in pericolo eccellenza e continuità delle prestazioni e della ricerca né i livelli occupazionali.

Ho incontrato oggi i lavoratori e i delegati sindacali della Fondazione Maugeri per fare il punto, insieme ai consiglieri della Commissione Sanità e del territorio, sulla situazione nella quale si trovano le decine di persone che da anni erogano prestazioni e si occupano della ricerca all’interno della struttura privata convenzionata oggi al centro della nuova bufera giudiziaria che ha investito la sanità lombarda.

Come ho detto ai rappresentanti dei lavoratori mi impegnerò a far sì che la questione che vede oggi la Maugeri al centro dell’ennesimo terremoto giudiziario non generi alcun problema di continuità nell’eccellenza delle prestazioni né nella ricerca, il cui livello di qualità non è mai stato messo in dubbio e soprattutto non metta in discussione i livelli occupazionali, il pagamento delle retribuzioni e i contratti a tempo determinato.

Per questo abbiamo chiesto, con le altre opposizioni, all’Assessore alla Sanità di venire al più presto in Aula per poter incontrare, all’interno di un’audizione, i delegati dei lavoratori.

 

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Maugeri: emerge grave aggressione al patrimonio sanitario lombardo.

Dalle inchieste della magistratura sembra emergere una vera e propria aggressione al patrimonio sanitario lombardo.Da una parte l’eccellenza rappresentata dalla Maugeri grazie al qualificato lavoro di medici e operatori, dall’altra una gestione superficiale che ha reso la sanita, regionale ad bessere tra le piu’ costose grazie all’introduzione di Ticket, super Ticket e addizionali molto elevate. In questo quadro la Regione sborsa ogni anno oltre 200 milioni di Euro come rimborso per le prestazioni sanitarie ed oltre 30 milioni per la ricerca.Tutto questo mentre Formigoni dichiara di non saperne nulla. Ma i controlli non competono a lui ed alla sua Giunta?

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento