Archivi tag: inceneritori

Gestione rifiuti in Lombardia, la nostra proposta a partire dalla raccolta differenziata

raccolta_differenziataIl Consiglio regionale della Lombardia ha approvato oggi, martedì 3 dicembre 2013, la Risoluzione inerente il Programma regionale di gestione dei rifiuti, concordata e votata già in VIII Commissione Agricoltura. Favorevole anche il Gruppo regionale del Pd.
La risoluzione è stata approvata all’unanimità dalla Commissione e noi abbiamo dato il nostro contributo presentando una proposta, insieme al Patto civico per Ambrosoli, e poi cercando condivisione, ragionando e confrontandoci assieme. Ecco perché per noi questa risoluzione rappresenta un passo avanti verso gli obbiettivi che ci proponiamo da tempo.
Gli obiettivi derivano dalla necessità di tenere conto della nuova legislazione europea, della profonda trasformazione intervenuta nella società lombarda e della maggiore consapevolezza della popolazione, delle istituzioni, dei movimenti che operano sul territorio. In particolare riteniamo che si debba passare dal vecchio modello di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti, cioè quello basato sul 30-30-30, ovvero differenziata, discarica, inceneritori e termovalorizzatori, a un nuovo modello basato sulla raccolta differenziata, la marginalizzazione delle discariche, il superamento graduale di inceneritori e termovalorizzatori.
Nel nuovo modello l’incenerimento viene sostituito da una nuova impiantistica per l’umido, il compostaggio e la biodigestione con il recupero energetico e un sistema che preveda per il secco trattamenti meccanici e impianti di riciclaggio. Al riguardo occorrono norme per semplificare la procedura per la nuova impiantistica e per aiutare le aziende, già autorizzate a operare, per potersi riconvertire.
E’ solo così che si può passare dagli annunci alle politiche concrete. In questo modo la politica può recuperare il suo ruolo ed entrare nel merito, non limitandosi a subire processi decisi altrove.
La filosofia che sta alla base della politica ambientale del Partito democratico prevede, inoltre, che si incentivi la raccolta differenziata porta a porta, puntando sulla premialità prevista nella risoluzione, mentre è necessario riflettere ancora sull’ecotassa, magari immaginando di istituire un fondo per aiutare le realtà più in ritardo.
In Regione Lombardia dobbiamo avere un grande piano per le bonifiche e in modo particolare dobbiamo occuparci di tutta la questione dell’amianto.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Rifiuti: il Consiglio ha votato la moratoria

Era ora. Finalmente, dopo anni passati a rigettare nostre interrogazioni e ordini del giorno che, in un modo o nell’altro, invitavano o impegnavano la Giunta a fermarsi e riflettere sullo stato della programmazione regionale in materia di rifiuti e di loro smaltimento, arriva il riconoscimento anche della maggioranza. Ora la Giunta guidata da Formigoni dovrà pensare seriamente se autorizzare o meno nuovi impianti.

Il voto del Consiglio regionale  ha sancito l’impegno della Giunta a valutare la sospensione in via cautelativa di nuove autorizzazioni per impianti di incenerimento e termovalorizzazione in Lombardia. Un risultato ottenuto proprio grazie all’emendamento proposto in Aula dal Pd, che ha chiesto di trasformare un semplice, bonario invito della Lega in un serio impegno per la Giunta. D’altro canto era dall’inizio della legislatura che facevamo notare come il Piano regionale di smaltimento e gestione dei rifiuti non fosse al passo con la situazione reale del settore. Da tempo si era stimato il sovradimensionamento del fabbisogno di impianti e, alla fine, anche l’assessore al Territorio e urbanistica Belotti ha riconosciuto quanto dicevamo. E cioè che gli impianti sono sufficienti e che le discariche lo sono altrettanto perché solo il 4% del rifiuto indifferenziato prodotto in Lombardia finisce lì. Naturalmente non è sfuggito ai consiglieri del Pd la parzialità finale del documento che non affronta tutta la questione dei rifiuti speciali, del loro smaltimento e della necessità di definire delle modalità diverse di gestione e smaltimento perché lì è concentrato il mercato dei prossimi anni e su quelle tipologie di rifiuti si concentra l’attenzione degli operatori. Ora l’impegno lo rivolgeremo al nuovo Piano regionale che l’assessore ha assicurato sarà pronto per le osservazioni entro fine anno. Dovrà essere un Piano innovativo e attento allo sviluppo di questa regione, capace di guardare all’ambiente e al rafforzamento di una cultura del riutilizzo.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , , , | Lascia un commento