Archivi tag: cave

Archiviata l’inchiesta che mi avrebbe visto coinvolto. Resta l’amarezza e una riflessione

La Provincia Pavese di questa mattina riporta in evidenza una notizia che mi riguarda. È una buona notizia, perché si tratta dell’archiviazione da parte della Procura della Repubblica di Pavia di un’inchiesta che mi avrebbe visto coinvolto, per una vicenda di frane e di opere connesse.
L’archiviazione non mi sorprende, perché non ho nulla a che fare con quella vicenda. Tuttavia c’è un motivo di amarezza e di riflessione: chi, come il sottoscritto, riveste ruoli pubblici – sono stato sindaco, consigliere provinciale e segretario provinciale del PD, prima di essere consigliere regionale – vive della considerazione che le persone hanno di lui. La credibilità si costruisce in anni di lavoro, con i comportamenti e con le scelte, spesso anche difficili, ed è un bene che può essere messo a rischio con grande facilità. Sono grato del fatto che mi sono stati risparmiati anni di attesa e di dubbi, e tuttavia non posso che considerare che una chiacchiera, una parola fuori posto, una calunnia di chi forse nemmeno conosco, rivolta verso il mio ruolo prima che verso la mia persona, mi ha guadagnato l’iscrizione in un fascicolo della Procura, con tutto ciò che questo comporta. A volte, in sintesi, non basta essere onesti per essere considerati tali.
Comunque, è bene tutto ciò che finisce bene. La prossima volta che mi occuperò della piaga delle frane non potrò non ricordare questa giornata.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Cave: Nuova legge, più trasparenza.Al via subito le audizioni

 In VI Commissione Ambiente è iniziato l’iter per l’esame congiunto dei progetti di legge che disciplinano la programmazione regionale in materia di ricerca e coltivazione delle sostanze di cava. In sostanza, si tratta dell’inizio del percorso che porterà a nuove regole per la cavazione in Lombardia. Percorso che necessità di una serie di audizioni preliminari che inizieranno il 13 giugno. Auspichiamo il coinvolgimento degli enti locali, delle associazioni imprenditoriali e ambientaliste. Ma anche di arrivare a un testo condiviso che segni un iter il più possibile trasparente e in grado di trovare la giusta sintesi tra le richieste produttive e quelle di sostenibilità ambientale. Vorremmo anche che, con questo nuovo testo, ci si lasci alle spalle un passato di troppe ombre dove affari e politica sono andati troppo spesso a braccetto. Il tema è più che di attualità, visto che la Giunta Formigoni è stata spesso coinvolta, anche in sede amministrativa, in vicende che avevano alla base una questione di cave.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Cave: Serve una nuova Legge

 E’ iniziata oggi  in VI Commissione Ambiente, la discussione sulle nuove norme che dovranno regolare l’attività di cavazione in Regione Lombardia. In realtà, si tratta di una revisione della legge già esistenti, la 14 del 1998, che tuttavia, secondo il Gruppo regionale del Pd, va completamente riscritta e non solo ‘aggiustata’. Abbiamo ascoltato la dettagliata presentazione della proposta della Giunta da parte dell’assessore regionale all’Ambiente Colucci, ma questo è stato solo un avvio della discussione che deve portare al provvedimento definitivo. Serve, lungo tutto l’iter, un chiaro e approfondito confronto sul campo. E comunque noi siamo convinti che sia necessario un nuovo progetto di legge, non basta cioè un adeguamento della 14. Ciò perché la situazione è talmente cambiata che qui non si tratta più di limitarsi a regolare l’esistente: va tutto ripensato in una nuova chiave. Il punto di partenza è condiviso, ma per cominciare un nuovo lavoro. Entrando maggiormente nel dettaglio durante il primo incontro sul tema in Commissione, ho aggiunto qualche indicazione sul fatto che, ad esempio, se gli enti locali, nella proposta della Giunta, hanno un maggior ruolo, devono avere quindi anche maggiori strumenti. Ma ha anche precisato che la stessa commissione deve contare di più dentro l’iter decisionale, mentre ora è lasciata un po’ ai margini, come pure il Consiglio regionale. Al termine della seduta si è deciso di dilazionare i tempi per la calendarizzazione della discussione in Aula, fissata in un primo tempo a metà luglio. Data troppo ravvicinata, conferma il Pd, per poter approfondire in modo adeguato e arrivare a una sintesi delle tre proposte di legge nate dai gruppi consiliari con quella della Giunta.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Popolo della Libertà assente alla discussione su amianto e discariche!

Oggi in VI Commissione nonostante i temi di grande rilievo che si dovevano discutere, il Popolo della Libertà ha brillato per la propria assenza. Infatti neppure uno dei consiglieri era presente in aula. Segno dei tempi, ulteriore dimostrazione della situazione di difficoltà nella maggioranza oppure semplicemente sottovalutazione del problema?

Sarebbe grave sia in un caso che nell’altro.

Comunque dopo l’audizione sulla revisione al Piano Cave provinciale di Cremona ho sollevato la questione della procedura di infrazione aperta dall’Unione Europea nei confronti di 14 Regioni (Lombardia compresa) per la presenza di non adeguamento delle discariche alle direttive europee che risalgono al 1999.

Subito dopo si è passati all’esame dei due Pdl: quello sanitario firmato da tutti e quello inerente, smantellamento, bonifiche e smaltimento proposto dai consiglieri del Pd.

Dopo mesi di inattività il relatore Bottari ha manifestato l’intenzione di giungere al riaccorpamento dei due Pdl accogliendo alcune proposte nostre.

Si torna dunque alla nostra impostazione iniziale che ha sempre ritenuto che la questione sanitaria, lo smantellamento e la bonifica dell’amianto e lo smaltimento in discarica fossero quattro aspetti da tenere legati e da affrontare nel loro insieme in modo organico.

Ancora elusive invece le risposte in merito alle strutture sanitarie, agli incentivi ed ai finanziamenti per le bonifiche. In particolare la Fibronit dove servono ancora 25 milioni di euro.

Sembra quasi che non si voglia prendere coscienza della vera emergenza ambientale e sanitaria costituita dall’amianto e confermata dalla storica sentenza del tribunale di Torino.

Ora l’impegno è quello di tenere audizioni con gli assessori competenti: Colozzi (Bilancio), Bresciani (Sanità), Belotti (Ambiente). Dal canto nostro presenteremo emendamenti puntuali e continueremo a porre come abbiamo fatto anche in commissione il problema dei tempi. Entro un mese la legge deve approdare al Consiglio regionale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Anche grazie alla presa di posizione del Pd, riparte la Commissione Ambiente

Stamattina, dopo un lungo periodo di inattività puntualmente denunciato dal Pd, sono finalmente ripresi i lavori della Commissione VI Ambiente e Protezione civile, ripartendo da proposte delle opposizioni ed in particolare del gruppo del Partito Democratico. In primo luogo il progetto di legge 0083 relativo alle nuove norme per la coltivazione di sostanze minerali di cave, teso alla salvaguardia del territorio, ad una più puntuale programmazione, ad una valorizzazione degli enti locali e delle province. Anche l’Idv ed il centrodestra successivamente hanno presentato i loro Odg . Ci confronteremo, ma soprattutto abbiamo proposto di avviare una serie di audizioni con forze economiche, sociali ed istituzionali, inoltre abbiamo proposto di fare presto per portare in aula il provvedimento entro un mese e discuterlo entro l’anno. All’Odg anche il regolamento regionale di attuazione  della Legge 2 febbraio 2010 in merito alle norme in materia di valutazione di impianto ambientale (Via). Anche da questo punto di vista ci siamo già attivati per aprire un confronto con tecnici ed amministratori, predisporre un nostro pacchetto di proposte entro mercoledì prossimo, per fare in modo che la Via diventi, oltre che obbligatoria rispetto a progetti di grande impatto anche un atto preliminare a qualunque tipo di approvazione. Inoltre ho fatto presente informalmente tutte le criticità presenti per quanto riguarda la discarica di amianto di Ferrera Erbognone ed ho preannunciato che  presenterò in tempo reale una interpellanza  perché anche la commissione valuti tutti gli aspetti di una discarica che ricadrebbe su un territorio fragile, già fortemente compromesso dal punto di vista ambientale, con la presenza della raffineria di Sannazzaro e considerando la forte contrarietà già espressa da migliaia di cittadini attraverso una petizione popolare e dagli stessi abitanti di Ferrera che erano stati consultati attraverso un’assemblea popolare. Inoltre ho sollecitato la immediata convocazione del gruppo di lavoro sulla nuova legge per la bonifica, per affrontare seriamente i problemi legati alla salute dei cittadini e per lo smaltimento dell’amianto, considerando in modo prioritario la situazione dell’ex Fibronit. Agli impegni devono seguire i fatti, ciascuno deve fare la sua parte per trovare i necessari finanziamenti.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento