Archivi del mese: novembre 2012

Sanità: la Giunta transitoria si fermi di fronte ai tagli dei servizi

“Fermate le macchine”. E’ l’appello del Pd di fronte al furore legislativo della Giunta transitoria che conta, entro dicembre, di riorganizzare la rete ospedaliera lombarda. La Giunta transitoria non può prendere decisioni tese a modificare l’offerta sociosanitaria e ridurre la qualità dei servizi perché queste non sono prerogative che spettino a una Giunta transitoria. Chiedo a Formigoni e all’assessore Melazzini di essere più cauti. A seguito della presentazione di dimissioni da parte della maggioranza dei consiglieri regionali e in attesa di un nuovo governo regionale, gli atti della Giunta devono infatti essere caratterizzati dall’unica esigenza di assicurare continuità della vita dell’ente. Tutte le altre categorie di atti amministrativi che non siano riconducibili all’ordinaria amministrazione e siano pertanto rinviabili ad altro momento, come stabiliscono le norme vigenti, sono dunque da ritenersi precluse. Qui si sta facendo passare per provvedimenti urgenti dei provvedimenti tesi piuttosto a ridisegnare la rete dei servizi, un tema che dovrebbe essere affrontato con un dibattito adeguato nelle sedi legislative competenti. La Giunta dovrebbe usare cautela e fermare l’approvazione dei Piani di Organizzazione Aziendali che già prevedono ricadute sia sul piano occupazionale che sulla qualità dei servizi ai pazienti come denunciato da operatori ed enti locali.

 

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Avanti per la nuova Lombardia!

Sono certo che oggi pomeriggio la Direzione Regionale darà il via libera al nostro Segretario Maurizio Martina a proseguire nel lavoro di dare alla Lombardia un programma di reale cambiamento affermando quel patto civico per cui stiamo lavorando da tempo con una candidatura forte e autorevole come quella di Umberto Ambrosoli.

Oggi, la possibilità che la Lombardia diventi un laboratorio politico vero per esprimere una nuova classe dirigente è un obiettivo concreto e reale.

In questo quadro si devono mettere al primo posto le idee e i contenuti, saldando le energie del centrosinistra lombardo ed  espresse dalla società civile, dal mondo del lavoro, delle professioni, della cultura, dell’innovazione.

Scegliendo donne e uomini che aspirino realmente al cambiamento in ogni territorio di questa grande Regione. Condivido quello che abbiamo fatto finora, apprezzo la disponibilità di Ambrosoli e considero preziose le altre disponibilità emerse.

Un progetto positivo, dunque, molto ampio che non potrà che prescindere da una vera consultazione e che sarà articolata a partire dalle primarie, promosse proprio da tutti i soggetti della società civile e della politica, che sosterranno il programma e le candidature.

Abbiamo bisogno di una squadra forte, plurale, che tenga insieme le forze migliori di questa Regione e che chiuda definitivamente la fase della personalizzazione del potere.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento