Archivi del mese: settembre 2012

Piano Cave: Non facciamo da garanti per una maggioranza ancora non compatta

Condividiamo pienamente la necessità di una nuova legge sulle cave, tant’è che da tempo noi avevamo fatto una proposta.

Ma se la nostra intenzione è di sollecitare una buona legge, proprio in virtù della serie di problemi che sottendono il settore, non facciamo da garanti a una maggioranza che deve ancora dimostrare la sua compattezza sul tema.

Sono cambiate le leggi, sia a livello europeo che italiano, ed è cambiata considerevolmente la situazione economico-sociale regionale. Per altro, con la crisi si è ridotto molto il bisogno di materiale.

E per ragionare con cognizione di causa bisogna tener conto anche di come sono andati i piani cave prima di oggi, in realtà solo in parte realizzati, in una sorta di programmazione fasulla.

Durante la seduta il Pd ha chiesto se il testo presentato è condiviso da tutta la maggioranza e la risposta è stata piuttosto vaga. E poi che si vada a specifici momenti di approfondimento con gli enti locali, soprattutto con i Comuni, come richiesto anche dall’Anci, tenendo conto, perciò, del dibattito sul tema che si sta svolgendo nelle province.

Concludendo,  ricordo che noi siamo per una legge seria che vada oltre la legislatura. Per quanto ci riguarda abbiamo dato la massima disponibilità e apertura, ma se dovesse emergere che manca il numero legale dovrà essere la maggioranza a garantire per se stessa. Non mettiamo pezze agli altri.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Stati generali dell’Aria: “Dopo le parole, aspettiamo i fatti”

Dopo le parole speriamo arrivino i fatti. Registriamo l’avvio del procedimento per la stesura della Pria, il Piano regionale degli interventi per la qualità dell’aria, che per altro è un atto dovuto. Crediamo che, rispetto alla situazione attuale, non più di emergenza ma di vera e propria cronicità, chi interverrà, ovvero le associazioni ambientaliste e i portatori di interesse, sicuramente potrà fornire idee e spunti alla Giunta, sorda alle proposte più volte espresse dal Pd. Ad esempio, Regione Lombardia dovrebbe intervenire sulla riduzione controllata del traffico su gomma anche ricorrendo a strumenti tipo l’Area C, ma accompagnandoli a maggiori risorse da destinare alla mobilità dolce e sostenibile. Inoltre si potrebbe puntare sull’efficientamento degli impianti civili e industriali attraverso strumenti finanziari come il fondo di rotazione per le Esco (Energy Service Company), e sulla riduzione dei consumi energetici degli edifici attraverso gli interventi di coibentazione. Infine, restiamo convinti che anche un forte limite al consumo di suolo, di cui stiamo per depositare una nostra proposta in Consiglio regionale, sia fondamentale per limitare le fonti di inquinamento.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Policlinico e Maugeri:Garantire il diritto alla salute e i posti di lavoro.

La Regione approvi prima possibile i piani di assunzione degli ospedali, altrimenti al San Matteo sarà il caos. 

Ho presentato un’ interrogazione all’assessore regionale Luciano Bresciani, chiedendo conto degli atti della Giunta regionale che stanno mettendo a rischio numerosi posti di lavoro di medici, infermieri, operatori socio sanitari e impiegati dell’area amministrativa, e con essi la piena funzionalità di queste due strutture.

Senza l’approvazione da parte della Regione in tempi brevi dei piani di assunzione per il 2012 molti contratti a termine non potranno essere rinnovati. Al Policlinico sono almeno settanta operatori, alcuni di questi impiegati da più di dieci anni, che hanno contratti che scadono nelle prossime settimane e che non potranno essere riassunti. A rimetterci sarà inevitabilmente il servizio ai pazienti. Non è del resto accettabile che gli ospedali ricorrano all’esternalizzazione dei servizi, anche dei medici, come pare stia avvenendo al Policlinico. Anche su questo punto vogliamo che l’assessore ci risponda.

Ma non c’è solo il Policlinico, anche la situazione della Maugeri. Con una delibera del 6 agosto la Giunta regionale ha compiuto tagli significativi al comparto della sanità privata, correndo ai ripari dopo le inchieste che hanno messo sotto accusa i rapporti tra la Regione e alcune strutture private accreditate, tra cui appunto la Maugeri.

Questo polo sociosanitario attraversa una fase difficile, ma occorre che la riduzione dei trasferimenti non sia a danno dei contratti degli operatori, esattamente come sta avvenendo al Policlinico. Siamo in particolare preoccupati per le possibili ripercussioni sulla continuità dei servizi fondamentali in strutture importanti come il nosocomio riabilitativo di Montescano. La Regione garantisca il diritto alla salute e i posti di lavoro.

 

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Rifiuti: il Consiglio ha votato la moratoria

Era ora. Finalmente, dopo anni passati a rigettare nostre interrogazioni e ordini del giorno che, in un modo o nell’altro, invitavano o impegnavano la Giunta a fermarsi e riflettere sullo stato della programmazione regionale in materia di rifiuti e di loro smaltimento, arriva il riconoscimento anche della maggioranza. Ora la Giunta guidata da Formigoni dovrà pensare seriamente se autorizzare o meno nuovi impianti.

Il voto del Consiglio regionale  ha sancito l’impegno della Giunta a valutare la sospensione in via cautelativa di nuove autorizzazioni per impianti di incenerimento e termovalorizzazione in Lombardia. Un risultato ottenuto proprio grazie all’emendamento proposto in Aula dal Pd, che ha chiesto di trasformare un semplice, bonario invito della Lega in un serio impegno per la Giunta. D’altro canto era dall’inizio della legislatura che facevamo notare come il Piano regionale di smaltimento e gestione dei rifiuti non fosse al passo con la situazione reale del settore. Da tempo si era stimato il sovradimensionamento del fabbisogno di impianti e, alla fine, anche l’assessore al Territorio e urbanistica Belotti ha riconosciuto quanto dicevamo. E cioè che gli impianti sono sufficienti e che le discariche lo sono altrettanto perché solo il 4% del rifiuto indifferenziato prodotto in Lombardia finisce lì. Naturalmente non è sfuggito ai consiglieri del Pd la parzialità finale del documento che non affronta tutta la questione dei rifiuti speciali, del loro smaltimento e della necessità di definire delle modalità diverse di gestione e smaltimento perché lì è concentrato il mercato dei prossimi anni e su quelle tipologie di rifiuti si concentra l’attenzione degli operatori. Ora l’impegno lo rivolgeremo al nuovo Piano regionale che l’assessore ha assicurato sarà pronto per le osservazioni entro fine anno. Dovrà essere un Piano innovativo e attento allo sviluppo di questa regione, capace di guardare all’ambiente e al rafforzamento di una cultura del riutilizzo.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Centro commerciale di Borgarello, le ragioni del no ascoltate al Pirellone.

Sul centro commerciale di Borgarello bisogna fare chiarezza, si sospenda tutto fino alla conclusione dei ricorsi. Durante l’audizione in commissione territorio del Consiglio regionale dell’Associazione Parco Visconteo in merito al progetto su cui da più di un decennio si concentrano le attenzioni della politica locale. L’associazione, rappresentata da Emilio Ricci e dall’avvocato Francesco Maurici, ha ribadito le ragioni della propria contrarietà e ha illustrato il ricorso contro le decisioni assunte dal comune di Borgarello negli anni precedenti l’attuale amministrazione.

Il territorio che si estende a nord di Pavia, lungo la ex statale dei Giovi, caratterizzato dalla presenza della Certosa, deve essere certamente tutelato . L’associazione ha dunque fatto bene a portare le proprie ragioni anche in Consiglio regionale, dove sono state ascoltate con attenzione.

Purtroppo esiste una decisione assunta dall’allora commissario prefettizio che ha dato una forte accelerata al progetto, mentre il territorio si esprimeva di fatto in modo contrario, anche alle successive elezioni comunali. Ma sul progetto pendono ancora i ricorsi su cui la magistratura amministrativa si dovrà pronunciare, e ritengo quindi opportuno che se ne attenda l’esito prima di compiere qualsiasi altro passo verso la realizzazione del centro commerciale.

 

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , | Lascia un commento