Archivi del mese: aprile 2011

25 Aprile all’insegna dell’Unità nazionale a Pinarolo PO

E’ questo il tema di tutti gli interventi, a partire dal sindaco Cinzia Gazzaniga, dalla professoressa Piera Cazzola e dal presidente dell’Anpi Angelo Ferraresi, fino alle poesie dei ragazzi delle scuole e di Piera Zucchella  e alle musiche di Giorgio Macellari. Coesione tra scuola, ente locale ed Anpi per una manifestazione molto sentita dalla comunità locale. Concludendo le celebrazioni mi sono collegato a tutti i precedenti interventi ed al libro- intervista di Tina Anselmi “Partigiana Gisella”, poi donato ai ragazzi presenti ed all’intervista apparsa sulla Provincia Pavese del giorno prima all’ultimo grande comandante partigiano vivente in Provincia di Pavia, il comandante Maino. Il filo conduttore è stato la Resistenza, come ripudio alla guerra e alla violenza, come impegno civile per il diritto al lavoro, puntando alla giovani generazioni. Grandissimo rilievo al tema dell’Unità di tutte le forze antifasciste, della solidarietà e dell’impegno per l’ulteriore espansione della democrazia e ai valori della Costituzione nata dalla Resistenza. Agli studenti delle scuole medie è stato poi donato il tricolore simbolo dell’identità nazionale insieme al francobollo celebrativo del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Prossimo appuntamento il 2 giugno per la festa della Repubblica.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Convegno trasporti a Voghera: Una maldestra kermesse elettorale, confermato solo l’aumento del costo dei biglietti

Hanno trasformato un’occasione istituzionale rilevante per ciò che interessa davvero ai cittadini in una maldestra kermesse elettorale a vantaggio del candidato presidente alle provinciali di PDL e Lega. L’assenza del ministro Matteoli e dell’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, annunciati alla vigilia come ospiti, ha certo contribuito a ridurre di molto la portata del convegno. Era invece presente l’assessore regionale alla mobilità Raffaele Cattaneo che, insieme ai dirigenti di Ferrovie dello Stato, dopo aver confermato l’imminente nuovo aumento del costo di biglietti e abbonamenti, in cambio di un vago impegno a favore delle linee veloci tra Mortara e Milano e successivamente tra Pavia e Milano, ha invece chiuso ogni possibilità di miglioramento del servizio relativamente a Voghera e all’Oltrepo. Anche, peraltro, opponendosi alla possibilità offerta dalla compagnia privata ArenaWays di istituire una fermata proprio a Voghera, suscitando persino la forte critica da parte dell’assessore comunale Daniele Salerno. È sconcertante che i cittadini e 10.000 pendolari vogheresi ancora una volta non abbiano avuto precise risposte in merito al potenziamento di uno snodo ferroviario determinante per il trasporto passeggeri tanto quanto per il trasporto delle merci. Non so chi abbia avuto la bella idea di consigliare loro di fare un’iniziativa per andare di fronte ai cittadini a ribadire gli aumenti dei treni, a negare ogni prospettiva di nuovi investimenti e a chiudere le porte a nuove opportunità legate alla libera concorrenza. È chiaramente un’ulteriore dimostrazione della confusione mentale del centrodestra in provincia di Pavia.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

I giovani devono ripartire dai valori della Resistenza e della Costituzione

Nei momenti più significativi della storia del nostro Paese e dell’umanità le giovani generazioni hanno saputo prendere nelle loro mani il loro destino e quello delle istituzioni. Mi riferisco, per quanto riguarda il nostro Paese, al ruolo avuto dai giovani per costruire l’Italia unita, al Risorgimento, alla Resistenza e nella stesura della Costituzione, dove si sono cimentati giovanissimi parlamentari. Questo vale anche per altri momenti decisivi della storia d’Italia e del dopoguerra . Sono profondamente convinto che in questa precisa fase storico-politica saranno le giovani generazioni  che, ancora una volta proprio partendo dai valori della Resistenza e della Costituzione, dovranno produrre una nuova fase di grandi cambiamenti economici e sociali e di espansione della libertà e della democrazia. Ho deciso di partecipare anche quest’anno alla manifestazione del 25 aprile nel mio Comune di Pinarolo Po, condividendo pienamente l’impostazione data dal sindaco e dall’amministrazione che, insieme all’Anpi e alle scuole, hanno cominciato a lavorare a partire dalla Giornata della Memoria, legando indissolubilmente le celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia con momenti veramente belli che hanno visto i ragazzi protagonisti nel rendere esplicito il collegamento tra il Risorgimento,  la Resistenza e la Costituzione e di partecipare successivamente alla manifestazione di Voghera per lo spostamento della targa dedicata ad alcuni fascisti e nazisti. I valori della Resistenza  di solidarietà, di pace e di progresso sociale troveranno altri momenti significativi nelle celebrazioni del 2 Giugno.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Diossina:”Occorre che i dati siano resi pubblici”

Estendere l’indagine sulla contaminazione da diossina nelle uova su tutto il territorio provinciale e rendere pubblici i dati attualmente in possesso ai vari enti. È la richiesta che faccio attraverso un’interpellanza depositata oggi in Regione. Primo firmatario del documento sottoscritto da altri quattro colleghi, chiedo inoltre di sapere se casi simili sono stati riscontrati in altre province lombarde. Vogliamo vederci chiaro su questo nuovo caso diossina. Dopo le segnalazioni delle scorse settimane dei Sindaci lomellini, di Legambiente e di diversi cittadini riguardanti l’inquinamento dell’aria, la presenza da accertare di diossina in prodotti agricoli, l’inquinamento dei terreni e delle acque superficiali e dopo le notizie di un nuovo caso di riscontro di diossina nelle uova in una azienda agricola nella Bassa pavese, chiediamo alla Giunta regionale se non intenda affrontare il problema in modo sistematico. Occorre conoscere con precisione i dati, occorre sapere se la diossina sia stata riscontrata anche in altre province della Lombardia e occorre evidentemente sistematizzare i dati che già ci sono ed implementare studi e ricerche sulla qualità ambientale di tutto il territorio provinciale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato | Lascia un commento

Lettera a Formigoni sul caso Lomello

Caro Presidente,

 la scorsa domenica mattina ho partecipato ad una bellissima manifestazione nel comune di Lomello, nella mia provincia, dove era presente tutto il paese: migliaia di persone, molte provenienti anche dai territori circostanti, i bambini delle scuole, ben venticinque sindaci di ogni orientamento politico.

La manifestazione è stata indetta dalle amministrazioni comunali di Lomello e di Galliavola per esprimere il netto dissenso rispetto alla costruzione da parte della società CRE Centro Ricerche Ecologiche S.p.a., di un impianto per il trattamento di fanghi speciali nel territorio ricadente tra i due comuni.

Le motivazioni di merito che hanno animato la manifestazione sono ampiamente condivisibili, riferite ad un modello di sviluppo della Lomellina che vogliono sia fortemente legato alla vocazione di quel territorio. In particolare, Lomello è uno dei più bei borghi della Lomellina e della Lombardia, con straordinari reperti architettonici a partire dalle antiche mura tardoromane fino ai monumenti medievali. L’impianto in questione sorgerebbe a circa 700 metri dalle case di questa cittadina. Si tratta inoltre di un territorio a vocazione agricola purtroppo già colpito dalla presenza di impianti particolarmente impattanti.

Occorre inoltre tenere conto che nei confronti dell’impianto, secondo i dati non necessario per le esigenze del territorio provinciale, esistono ben due ricorsi al Tar effettuati dai comuni interessati e dall’amministrazione provinciale di Pavia.

Ritengo vi sia una importante questione di democrazia: non è possibile che le ragioni della totalità dei comuni della zona, dell’amministrazione provinciale, delle associazioni ambientaliste, delle forze economiche e sociali non vengano tenute nella minima considerazione.

Per queste ragioni sono a chiederle, in qualità di capo della Giunta, un intervento diretto che interrompa le procedure. Le chiedo di sottoporre all’assessorato e agli uffici competenti l’opportunità di sospendere l’iter autorizzativo dell’impianto in attesa del parere del tribunale amministrativo regionale, e anche di avviare parallelamente un ripensamento in merito all’autorizzazione suddetta.

 Sicuro di una sua pronta risposta la saluto cordialmente

 Giuseppe Villani, consigliere regionale Gruppo Pd Lombardia

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento