In visita al carcere Piccolini di Vigevano

Si è conclusa attorno alle 12 la lunga visita ispettiva al carcere Piccolini di Vigevano che ho condotto insieme all’ esponente del Partito Radicale Alessia Riniani. L’ispezione era iniziata di prima mattina, quando Emanuele Corsico Piccolini insieme alla direttrice aggiunta dott.sa Tucci ci hanno accolto. Ho riscontrato un grande valore nel lavoro svolto dai dipendenti del carcere, estremamente scrupolosi e qualificati a tutti i livelli, da quelli dirigenziali in poi. Questo carcere sconta purtroppo gli stessi problemi di carattere generale di tutte le strutture penitenziarie italiane. Innanzitutto il sovraffollamento: i detenuti dovrebbero essere 330 ed attualmente sono 470 (è stata raddoppiata la presenza maschile negli ultimi tempi); ma anche gli organici sottodimensionati: i dipendenti dovrebbero essere 270 e ad oggi sono solo 170, quindi cento unità in meno. Per non parlare delle problematiche dovute ai  tagli governativi: si pensi che il carcere non ha più psicologi, n on ci sono più i fondi per pagarli e da un anno non c’è più neppure la figura dello psichiatra. E’ chiaro che i tagli si ripercuoteranno anche sulle attività integrative. Attualmente funzionano corsi di formazione di tipo scolastico che però rischiano di scomparir e. Inoltre questo carcere non  hanno mai avuto accesso ai contributi dovuti dal Piano di zona. A livello strutturale la carenza  sta anche nella mancanza dei condizionatori nella sezione femminile, dove anche il riscaldamento è mal funzionante. Un altro aspetto emerso è la necessità di potenziare il rapporto con le istituzioni esterne da potenziare, mentre una nota positiva è data dall’importante ruolo svolto dalla Caritas all’interno del penitenziario vigevanese. 

no

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica, Territorio e con i tag , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>