Villani (Pd): “Una fase politica si sta chiudendo. Nel 2011 avremo tanto da lavorare insieme”

Lettera aperta di fine anno.

 Siamo al termine del 2010 e come sempre, in questo momento dell’anno, è tempo di bilanci. Certamente questo è stato un anno molto intenso, ancora caratterizzato dalla grave crisi economica e sociale, da pesanti problemi per i lavoratori, i pensionati, gli studenti, impegnati ad evitare la riduzione degli spazi di studio e giovani alla ricerca del lavoro, che molte volte per i più fortunati è un lavoro precario. Il Partito Democratico  ha lavorato per tenere aperta la speranza del cambiamento a tutti i livelli, cercando di delineare con il proprio impegno le proprie iniziative e le proprie proposte concrete ed alternative.

 Il 2010 è stato anche l’anno della crisi del berlusconismo ed in cui si è determinata la conclusione di una fase politica. Sta ora a noi costruire, anche da questo punto di vista, l’alternativa nella società e nelle istituzioni.

Il 2010 è anche stato l’anno delle elezioni regionali, che da una parte ha visto la riaffermazione di un centrodestra particolarmente forte e radicato all’interno della  Regione Lombardia e dall’altra ha visto la mia elezione all’interno del Consiglio Regionale al culmine di una campagna elettorale veramente intensa ed impegnativa, svolta grazie all’impegno appassionato di tantissimi militanti, amministratori, iscritti e non iscritti, cittadini, che hanno dato il loro sostegno al Pd. La mia affermazione personale è merito loro, del loro grande impegno.

 In Regione ho trovato un centrodestra particolarmente chiuso, arroccato a difendere un sistema di potere  ancora molto forte. Come Pd  abbiamo impostato da subito una forte e costruttiva opposizione, esclusivamente legata ai problemi dei cittadini.

 Stiamo lavorando “per cercare di dettare l’agenda politica” con nostre proposte su ognuno dei grandi temi che la Regione deve affrontare; innanzitutto la questione del lavoro, il tema dello  sviluppo compatibile e della difesa dell’ambiente e del territorio, la questione sociale e sanitaria, il tema importantissimo della formazione professionale ed in generale dell’istruzione e della cultura. Un impegno che potrò sostenere solo con l’aiuto di tutte le persone che mi hanno dato il loro appoggio e di tante altre, un impegno che sto cercando di sostenere all’interno dell’istituzione ma soprattutto dei territori. Di fondamentale importanza è, infatti, consolidare ancora più la rete che abbiamo costruito a tutti i livelli, da quello nazionale fino ai nostri Comuni; fondamentale è avere un forte sostegno da un partito unito, anche in vista delle elezioni amministrative di primavera.

Avremo molto da lavorare insieme.

Auguro a tutti di cuore un sereno Natale ed un buon inizio di 2011.

Articolo scritto in Idee e politica.



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>