Archivi tag: serle

Una riflessione sui tragici fatti di Serle

serleCon non poca titubanza scrivo sul fatto di sangue accaduto a Serle, dove a morire è un giovane albanese, probabile ladro, di 26 anni e ad uccidere un giovane meccanico, fratello di chi è stato derubato, di 29 anni.
Tragedia immane per chi non c’è più, ma anche per chi si trova ora ad affrontare il peso di un gesto tanto drammatico, e non tanto e non solo dal punto di vista processuale.
Titubanza che deriva dalla lettura di tanti commenti sull’accaduto che, se da un lato  sono più che comprensibili, lasciano comunque una grande amarezza. Sono convinto che ci vorrebbe un po’ più di silenzio, un po’ meno strumentalizzazioni e una vicinanza più sincera. Leggere giudizi – addirittura sentenze – sul fatto, vedere persone con ruoli politici e istituzionali “agitare” la sacrosanta paura delle persone per pura convenienza politica fa male. Non credo che il giovane di Serle abbia bisogno di questo. Capire il disagio e la rabbia che deve aver provato, fargli capire che non lo si guarda come un “assassino” e che la sua comunità gli è vicina, non significa dirgli “hai fatto bene!”, anche perchè sono convinto lui stesso sa che non ha fatto bene. Così come sul giovane ladro ammazzato non serve dire ben gli sta, con annessa riflessione sull’equazione immigrati=delinquente, e che se l’è cercata. Fosse vivo lo saprebbe già da solo che non si può sprecare la vita rubando nelle case per poi finire morto ammazzato in un vicolo di un paese che quasi non conosci.
Bisogna avere il coraggio di dire che lo Stato e il Governo devono assumersi la responsabilità di fronte  al disagio e al malessere che sta dietro queste tristi storie. Più sicurezza significa mettere in condizione le forze dell’ordine di avere risorse “umane” e finanziarie adeguate ad affrontare la situazione, non solo nella repressione, ma anche nella prevenzione. Contrastare la criminalità che si cela dietro la clandestinità o la semi clandestinità, vuol dire rendere più sicuri non solo gli italiani, ma anche i tantissimi cittadini stranieri che sono tra di noi e come noi stanno facendo di tutto per superare questo momento difficile. Avere pene certe ed adeguate alla gravità  dei reati è una necessità che vale non solo verso  le persone “note”, ma verso tutti.
In questa fase di grande disagio sociale diventa ancora più urgente e drammaticamente necessario farlo, e presto.
Ma nello stesso tempo bisogna avere il coraggio di dire che non può essere il far west la risposta.  E bisogna dirlo soprattutto a quei politici che pensano,o sperano, di far dimenticare le malefatte di “casa propria”, come rubare i soldi pubblici, ergendosi a giustizialisti ad oltranza, autodefinendosi  difensori dei cittadini oppressi, sobillando la ribellione e la giustizia fai da te. Se passa questo messaggio poi è davvero il cittadino onesto, il più debole, a pagarne le conseguenze.
Intanto esprimiamo un umano cordoglio verso il ragazzo morto. Diventi motivo di riflessione e di cambiamento per quanti bruciano la loro vita comportandosi in quel modo. E al giovane di Serle esprimiamo una sincera e fraterna vicinanza.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , | 2 commenti