Archivi tag: agricoltura

Agricoltura vuol dire futuro non nostalgico passato

coldirettiMolte, troppe volte, si è parlato di agrcoltura come tradizione, valori del passato, ricordi di antichi usi. Oppure in chiave estremamente ecologica, confondendo l’attività agricola con interventi educativi, promozionali o turistici.
Il risultato è stato anni di disattenzione, di mancanza di scelte vere, di debolezza in Europa nella difesa di un settore strategico per il nostro Paese. Martedì vedere una marea di rappresentanti dell’agricoltura italiana all’assemblea Coldiretti, circa 30.000, cogliere nelle parole del presidente nazionale Moncalvo, nella Presidente dei Giovani, ma ancor di più nei tanti volti di tanti e tante presenti la determinazione, la consapevolezza, il serio impegno a rivendicare un ruolo strategico ed importante ha segnato l’aria di cambiamento in atto.

Cambiamento che è stato espresso a chiare lettere dal Ministro Martina e dal Presidente del Consiglio Renzi: l’agricoltura non è storia del passato, ma sempre più settore strategico per il futuro, uno dei punti forti sui quali puntare per la ripresa. Importante poi lo spazio dedicato alla lotta alla contraffazione, al caporalato alle AGROMAFIE. Giancarlo Caselli ne ha parlato con l’indiscussa competenza, così come quello dedicato al ruolo dei lavoratori immigrati, indispensabile nel settore, tema affrontato con coraggio e parole di verità e correttezza, caratteristiche che spesso mancano alla classe politica.

Tracciabilità , prodotti di qualità, difesa della produzione italiana, mercati internazionali, prezzo del latte, benessere non solo animale, ma anche e soprattutto di chi opera in agricoltura i temi chiave su cui lavorare, costruire in agricoltura una vera prospettiva di futuro, dove economia, ambiente, cultura, valori si saldano e diventano parte integrante del tessuto sociale della nostra meravigliosa Italia. Meravigliosa, non dimentichiamolo, come meravigliosi sono le tante e i tanti che martedì erano in Expo all’assemblea o, molti, ma molti di più, che erano nelle loro aziende, nelle loro campagne, nei loro allevamenti a lavorare si per la loro impresa, ma anche per contribuire a risollevare il nostro Paese e tracciarne la strada del futuro.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Quote latte e Lega: basta! Ora più attenzione all’agricoltura: quella vera, sana, che lavora e si sacrifica

La perquisizione della Guardia di Finanza nella sede della Lega Nord, a Milano, nell’ambito dell’inchiesta sulle quote latte, riporta al centro dell’attenzione il mondo dell’agricoltura.  Si continua a non rivolgere abbastanza attenzione ai temi dell’agricoltura, quella vera, quella sana, che lavora e si sacrifica. Invece, ancora una volta aleggia l’ombra di una parte della politica italiana sulla difesa di interessi illegittimi, come quelli delle quote latte non rispettate.
E tutto ciò è reso ancora più grave dal sospetto, per quanto smentito dagli interessati, che i politici della Lega abbiano opposto agli investigatori la loro immunità parlamentare, per evitare così che venissero trovati documenti compromettenti. Questo è quello che si è portati a pensare, considerato quanto era successo all’epoca sulla vicenda quote latte, quando solo il Carroccio volle difendere a tutti i costi un manipolo di allevatori che non intendevano stare dentro i limiti imposti dalla Ue e per permettere loro di ritardare il pagamento degli sforamenti.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Apa: servono nuove forme di finanziamento

Si sta muovendo su tutti i fronti il Gruppo regionale del Partito democratico per cercare di affrontare i rischi cui vanno incontro le Associazioni provinciali allevatori, dopo che la Finanziaria 2010 e il decreto mille proroghe hanno azzerato i trasferimenti dovuti per legge che in precedenza servivano a finanziare il Sistema allevatori, in particolare le attività di miglioramento genetico affidate appunto alle varie associazioni provinciali. Le risorse che servono a Regione Lombardia sono 15,5 milioni di euro.

Un question time in Consiglio regionale, il voto favorevole a una mozione, l’audizione con le stesse associazioni in VIII Commissione Agricoltura.

Ci siamo interessati da subito al caso e in tutte le sedi abbiamo ribadito il valore e l’importanza di queste strutture. E’ fondamentale cominciare a lavorare fin da subito per recuperare le risorse perché si mettono a rischio oltre ai posti di lavoro, che in Lombardia sono circa 500 con l’indotto, l’intero sistema di esercizio delle funzioni relative al controllo funzionale del bestiame, con ripercussioni sull’intero sistema degli allevamenti e delle produzioni lattiero-casearie di cui la nostra regione è leader italiano.

E’ giusto, dunque, impostare, una soluzione di prospettiva, attivando, ad esempio, assieme al Ministero dell’Agricoltura, una iniziativa che ricerchi una soluzione di più lungo periodo e che ragioni in particolare sulla rivisitazione del Programma annuale di controllo e vada alla ricerca di nuove forme di finanziamento. Il tutto finalizzato al mantenimento dei livelli di qualità dei servizi offerti dalle Apa e di quelli occupazionali, appunto. Il settore degli allevatori deve essere tutelato e non può pagare sulla propria pelle le conseguenze dei tagli della Finanziaria Bossi-Tremonti-Berlusconi.

I dati

In Lombardia sono presenti 9 associazioni: Bergamo, Brescia, Como-Lecco, Cremona, Mantova, Milano-Lodi-Monza, Pavia, Sondrio e Varese, oltre all’associazione regionale, l’Aral. Le Apa rivolgono la loro attività ad allevamenti di varie specie e razze con diverso indirizzo produttivo. Le attività principali riguardano la selezione genetica degli animali (controlli funzionali e libri genealogici) che interessa circa 4500 allevamenti, la consulenza tecnica del Sata (Servizio assistenza tecnica allevatori), utilizzata da circa 4300 allevamenti (circa 3800sono iscritti all’uno e all’altro servizio), il servizio Anagrafe zootecnica per bovini, suini, ovicaprini ed equidi (quasi l’80% delle registrazioni in anagrafe è effettuata dalle Apa), il servizio di registrazione dei Cif (Certificato intervento fecondativo) che effettua più del 90% delle registrazioni e altro ancora.

Le Apa della Lombardia controllano 540.000 vacche, circa il 40% del lavoro nazionale di selezione sui bovini da latte, assorbendo però solo il 25% del totale di finanziamenti per le Apa italiane. Le 4192 aziende seguite producono l’83% del latte lombardo. Il laboratorio Aral riceve circa 20.000 campioni al giorno.

I dipendenti sono circa 500 più i collaboratori. L’Apa Milano-Lodi-Monza conta 60 dipendenti che controllano circa 94.000 vacche.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , | Lascia un commento

Agricoltura, una risorsa per il futuro

L’Agricoltura, centrale nella vita dell’uomo nella storia, negli ultimi anni è andata sempre più perdendo il ruolo che aveva nella vita economica, soppiantata da industria prima e servizi poi.

L’agricoltura è argomento di nicchia, riservata a pochi addetti ai lavori, che balza all’onore delle cronache solo per le quote latte e poco altro.

Invece io credo, e questo vale sopratutto per una provincia come quella di Brescia, deve tornare ad avere un ruolo centrale, sia in campo economico sia per la politica e le istituzioni. Salvaguardare l’agricoltura e la produzione agricola, è fondamentale anche per la salvaguardia del territorio, pensiamo a come sarebbe adesso la Franciacorta se non si fosse investito sulla produzione vitivinicola che l’ha resa famosa nel mondo.

Per questo le aree agricole devono avere almeno pari dignità in fase di formazione dei piani di governo del territorio, e non essere, come spesso avviene ora, solo le aree di risulta di altri interessi, perchè dire agricoltura vuol dire persone e imprese che lavorano per uno sviluppo sano e compatibile con l’ambiente.

Per questo è importante approfondire questi temi, e bene ha fatto il comune di Orzinuovi ad organizzare questo incontro che vi segnalo direttamente dal loro sito web

Il Comune di Orzinuovi organizza per venerdì 1 aprile, ore 18.30, presso il Centro culturale “A. Moro”, un convegno sulla PAC, la nuova Politica Agricola per la Competitività della imprese.

Parteciperanno l’On. Paolo De Castro, Presidente Commissione Europea per l’Agricoltura, il dott. Giulio De Capitani, Assessore all’Agricoltura Regione Lombardia e il Sen. Guido Galperti.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , | Lascia un commento