Addio ad Antonio Stagnoli

pittoreLa vita ci regala alcuni incontri davvero speciali, che in qualche modo segnano e ti fanno guardare in modo diverso alla vita stessa. Per me uno di questi e stato sicuramente quello con Antonio Stagnoli, pittore valsabbino, Bagolino, che dopo una lunga e intensissima vita ci ha lasciato ieri mattina.
Di Antonio mai potrò dimenticare gli occhi allegri con i quali guardava alle cose, superando le tante difficoltà che aveva incontrato, cercando sempre il positivo anche in mezzo alle situazioni più complesse.

La sua pittura, in particolare l’evoluzione che nel corso degli anni aveva maturato, può  far pensare ad un suo progressivo chiudersi in se stesso, ad una sua visione  un po’ cruda della realtà. Niente di più sbagliato!  Antonio, anche attraverso le opere del suo ultimo periodo, non ha mai smesso di cercare l’anima degli uomini, degli animali e delle cose, esaltandone la bellezza, specie nella loro dimensione più semplice,  elevata ad emblema del valore della vita. In questo Antonio ha rotto i confini geografici delle sue radici, ha saputo dare alla propria identità quella dimensione universale che accomuna gli uomini di ogni etnia, di ogni cultura, di ogni religione, di ogni “particolarità”, rendendoli straordinariamente uguali.  Grazie Antonio per le opere che hai prodotto, per le belle chiacchierate fatte, per i tanti momenti condivisi, per l’invito che con l’esempio hai sempre rivolto ad essere semplici, leali, veri.

Quando viene meno un artista tutti rischiamo di diventare più poveri, ecco perché tutti siamo chiamati a fare in modo che la sua provocazione, la sua esaltazione della bellezza, il suo inno alla vita non vadano persi, ma attraverso di noi diventino patrimonio di ogni tempo. Come sempre deve essere per l’arte. E il caro Antonio è stato, è, un vero, grande artista.

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica.



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>