Se potessi avere cento euro al mese…

renziE mercoledì é arrivato! Il presidente Renzi ha illustrato le volontà del Governo. Certo si tratta di annunci che hanno bisogno di una concretizzazione legislativa, ma tracciano il percorso che si vuole seguire. Ed é nella direzione di intervenire a favore dei redditi più bassi, scegliendo di ridare, oltre a qualche euro, anche e soprattutto qualche speranza in più a quelle persone che vivono un momento di particolare disagio. Scelta possibile, anche per lasciti dell’esecutivo Letta, che raccoglie il consenso del sindacato, con Susanna Camusso, ohibò, in testa. Penso si sia fatta la scelta giusta. Andava smontato il presunto derby Irpef – Irap ed evitato il peggiore dei risultati ovvero un pareggio che avrebbe disperso le risorse, non ingentissime, un po’ qua è un po’ là, lasciando tutto come prima.
Certo non si può rimandare un’azione a favore dell’impresa e del lavoro. Lavoro, cuneo fiscale, semplificazione burocratica, rilancio della ricerca e dell’innovazione, snellimento istituzionale, investimento nella formazione, solo per mettere in fila un po’ di titoli, sono URGENZE da affrontare subito. Al momento più che dei possibili stanziamenti a disposizione (che se spalmati rischiano di essere davvero ininfluenti) hanno bisogno di leggi di riforma. E su questo bisogna davvero mettercela tutta!
La riforma del bicameralismo é positiva, la necessaria ragione di questo impianto istituzionale é oramai superata, la proposta di legge elettorale, e gli  ”incidenti” che ne stanno caratterizzando l’iter, qualche perplessità la suscitano. Non dimentichiamo che quando si deve, e si vuole, trovare una larga condivisione, il risultato é pur sempre una “mediazione”. La riforma, o superamento, delle provincie non si sa che fine farà. Ma altrettanto necessario é l’abbattimento di tutte quelle norme, di quegli iter autorizzativi, di quella sovrapposizione di competenza tra enti ed istituzioni diverse, che per l’impresa rappresentano tempi e costi insopportabili, minandone competitività e sopravvivenza. Penso che il Presidente Renzi lo sappia, e di fatto abbia anche in questo caso si partito da un’iniziativa apparentemente minore – la ristrutturazione delle scuole – ma che in realtà esprime una concreta volontà di intervento cominciando da formazione e GIOVANI.
“Se potessi avere 1000 lire al mese, senza esagerare, sarei certo di trovare tutta la felicità”, recitava una vecchia canzone di Gilberto Mazzi. Centro euro probabilmente solo la soluzione ad alcuni dei tanti problemi che numerose famiglie vivono. É solo un inizio, in ogni caso un buon inizio.

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica e con i tag , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>