Il vero “patto civico” è quello da costruire con tutti i lombardi

UMBERTO AMBROSOLI è il candidato scelto a guidare il centrosinistra alle elezioni regionali. Sabato hanno votato oltre 150.000 cittadini e cittadine.
Netto il risultato, più nelle “provincie” di Lombardia che a Milano, il capoluogo. Dato di buon auspicio perchè è proprio li, nelle valli  e nelle estreme periferie, che nelle elezioni  precedenti sono maturate delle sonore sconfitte! Certo il percorso non è facile, molti sono i nodi da sciogliere, i percorsi da definire, i mondi da convincere. Ma mai come questa volta è importante e possibile riuscirci.
Vincere in Lombardia significa costruire e rafforzare la vittoria nazionale. Ora spetta ad Ambrosoli mettere insieme pulsioni civiche e impegno dei partiti. Raccordare le preoccupazioni di tanti settori sociali, che vivono nella  forte tensione della consapevolezza della necessità di un cambiamento, con una proposta di cambiamento credibile e seria. Spetta ai partiti rimanere fedeli alla scelta del Patto Civico, interpretare con la giusta autorevolezza il momento della composizione delle liste e la stesura del programma, senza però soffocare la forte spinta di novità che ha caratterizzato il successo delle primarie e di Ambrosoli.
In queste settimane il candidato presidente ha detto parole importanti su temi quali la sanità, la scuola, il lavoro, l’economia e la legalità. Ha chiarito con intelligenza il corretto rapporto tra pubblico e privato, ha delineato il ritrovato ruolo degli enti locali, ha descritto la qualità della classe politica di cui vuole avvalersi e ha richiamato i cittadini ad una partecipazione attiva. È quello di cui c’era bisogno.
Mi permetto di aggiungere solo una sottolineatura, forte però. Il vero PATTO CIVICO che Umberto Ambrosoli e il centrosinistra ora devono costruire è quello con TUTTI i lombardi, specie con quelli in difficoltà e che vivono un momento di forte fragilità. Sono tanti, a volte quasi timorosi di manifestare la loro situazione precaria. Partire da loro, far comprendere che esiste un’idea di Lombardia capace di coniugare efficienza, sviluppo, innovazione con solidarietà e inclusione è la sfida più importante che abbiamo davanti, è il motivo per il quale vale la pena di spendersi con impegno ed entusiasmo.

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica e con i tag , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>