Il PD non è l’equivalente del Partito Socialista francese, ma qualcosa di diverso

Noto l’enfasi con la quale molta stampa italiana saluta il risultato del primo turno delle presidenziali francesi. Certo non era mai successo che un presidente in carica, Sarkozy, non vincesse il primo turno. Ma il distacco minimo, 1% più o meno, e il risultato di Marine Le Pen, quasi il 19%!, non possono lasciarci tranquilli.
Fra quindici giorni sapremo come andrà oltralpe, inutile dire per chi si fa il tifo.
Un po’ più preoccupante é la lettura italiana che si sta dando alle vicende francesi. C’ è chi pensa che il modello sia esportabile e che basti trovare un Hollande nostrano, capace di creare alleanze, per vincere le prossime elezioni e governare il paese.

A mio parere non é così. Soprattutto il PD dovrebbe ricordarsi che NON è l’equivalente del Partito Socialista francese, è qualcosa di diverso, è il passo successivo e cioè l’ incontro tra un voto progressista con quel voto “libero”, per sua natura moderato, ma che ha forti pulsioni riformiste.
Da questo punto di partenza il PD deve proporre politiche serie, attente a non creare nuove povertà o emarginazioni, ma anche capace di parlare a tutto il Paese, richiamandolo a quello spirito di solidarietà sociale che gli ha permesso di uscire dalla miseria del dopo guerra.
Da questo punto di partenza si devono ricercare alleanze, sia a sinistra che al centro, ma soprattutto parlare a quell’ elettorato che guarda a Grillo e a altri populisti di primo, secondo e terzo pelo, pensando di affidare alla protesta invece che alla proposta la soluzione dei nostri problemi.

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica e con i tag , , , , , .

2 risposte a Il PD non è l’equivalente del Partito Socialista francese, ma qualcosa di diverso

  1. paolo scrive:

    continuate con l’invito (bipartizan) di non votare Grillo ma avete mangiato a colazione, pranzo e cena con berlusconi negli ultimi 20 anni. io voterò movimento5stelle alla faccia vostra e di quelli come voi!

  2. Pingback: Ricette diverse |




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>