Caro PD è ora di cambiare passo.

Caro PD è ora di cambiare passo.

Non basta raccontare tutto quello che non va, non basta evidenziare l’inadeguatezza di una classe dirigente di Berlusconi, Calderoli, Brunetta, Matteoli, Bossi…., non basta.

Non è sufficiente stilare programmi, più o meno articolati, sperticarci in analisi, non sempre nel merito, avventurarsi in scenari futuri, non sempre credibili.

Non è sufficiente.

Bisogna cambiare passo.

Prima di tutti bisogna avere un messaggio univoco. Esistono gli organismi del confronto, usiamo sempre di più quelli ufficiali e sempre meno quelli ufficiosi, così come si devono rispettare le decisioni prese.

E’ ora di finirla con ex leader, aspiranti leader e leader di se stessi che cercano visibilità mediatica semplicemente avventurandosi in una gara a chi la spara più grossa, specie contro il nostro partito.

Così come è ora di finirla di immaginare prima le candidature e poi i percorsi per arrivarci.

Dobbiamo anche avere il coraggio di sciogliere alcuni cordoni ombelicali con alcuni mondi da cui qualcuno attinge risorse, non solo ideali, ma che piegano l’indipendenza e l’autorevolezza del partito a questo o quello.

Sia chiaro questo non coinvolge solo Roma, ma anche Milano, anche Brescia. Diamo prova di sobrietà e serietà nella proposta, meno vignette contro, più idee per…

Diamo prova di capacità di ascolto e di inclusione, non pretendiamo di essere sempre in cattedra o sui giornali, a spiegare ogni cosa.

Generiamo una vera e virtuosa gara tesa a premiare il “merito” delle disponibilità, non la sfrontatezza, l’irruenza e la convenienza delle persone, sopratutto smettiamo di pensare che quando si dice qualcosa di “diverso” lo si faccia contro qualcuno e non a favore di un processo di maturazione che riguarda tutti.
E’ ora di cambiare passo o finiremo con l’essere irrilevanti sugli scenari politici futuri, che come tutti sappiamo sono fortemente in evoluzione.
Essere i protagonisti del domani, che mi auguro veramente prossimo, significa essere i reali interpreti delle esigenze dell’oggi, non i loro irriverenti narratori.

Articolo scritto in Idee e politica e con i tag , , .

Una risposta a Caro PD è ora di cambiare passo.

  1. Pingback: Pensieri, parole, opere e omissioni » Laura Castelletti




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>