Archivi del mese: gennaio 2011

Tour delle stazioni di Brescia

Ieri abbiamo presentato alla stampa,Io insieme con Gianbattista Ferrari e Nicola Del Bono, il risultato del nostro tour delle stazioni Bresciane. Abbiamo incontrato una situazione di totale degrado, come potete vedere nelle foto del mio profilo facebook. Qui vi propongo invece la presentazione che abbiamo fatto alla stampa dei dati…

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento

Non possiamo tacere…

Alcuni politici cattolici che fanno a diverso titolo riferimento al PD e, più in generale, al centro sinistra, hanno scritto una lettera per offrire qualche riflessione sulle vicende che in questi giorni stanno letteralmente monopolizzando le cronache del nostro Paese.
Al di là delle iniziative politiche che dovranno essere portate avanti nei prossimi giorni e che speriamo portino a sbloccare una situazione imbarazzante per l’Italia, mi pare che lo scritto che vi allego offra utili riflessioni su quanto sta accadendo e sulle responsabilità che ognuno è chiamato ad assumersi.
Il documento può essere sempre sottoscritto e fatto girare.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Iniziativa sulla Navigazione lacuale

Regione Lombardia ha ripreso il confronto sul tema della regionalizzazione del servizio dinavigazione lacuale. Lo ha detto oggi, martedì 18 gennaio 2011, in Consiglio regionale, l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Cattaneo, in risposta a una interrogazione a risposta immediata, il cosiddetto question time, presentata dai consiglieri regionali del Pd tra cui io e Gianbattista Ferrari.

Ora, per i noi consiglieri bresciani se si vuole la regionalizzazione, non ci sono scuse: Lombardia, Veneto, Piemonte sono governate dal centrodestra, come il Governo nazionale, quindi arrivino a un accordo.

I consiglieri che provengono dal precedente mandato sanno che, costantemente, quando il centrodestra va al governo taglia i fondi alla navigazione lacuale. Solo grazie al Governo di centrosinistra erano stati recuperati i fondi. Ora di nuovo sono stati tolti, come abbiamo ribadito il aula durante il question time.

Nel documento il Pd faceva presente che la Lombardia è la regione italiana con più vie navigabili (100 chilometri di coste navigabili, più di 200 porti turistici e 5 porti) e il servizio di navigazione lombardo in un anno trasporta 8,5 milioni di passeggeri, traghetta 700mila veicoli e le sue banchine commerciali trattano più di un milione di tonnellate di merci.

Il Pd aveva anche rilevato che le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato ha stabilito una riduzione delle risorse destinate all’attività di Gestione governativa per la navigazione sui laghi di Garda, Como e Maggiore pari al 40% e che tale decisione comporterà un’importante contrazione dei servizi con conseguenze negative per l’occupazione e l’utenza a discapito dello sviluppo turistico e commerciale dei territori lacustri della Lombardia.

La richiesta a Cattaneo era precisa: “Quali iniziative Regione Lombardia ha intrapreso dal 2009 aoggi presso il Governo affinché lo Stato proceda a trasferire alle regioni competenti il servizio pubblico di navigazione su Verbano, Lario e Benaco e nel frattempo assicuri le risorse necessarie all’attività della Gestione governativa per la navigazione sui laghi Maggiore, di Garda e di Como”.

Ma la risposta dell’assessore è stata evasiva e non ha dato certezze. Terremo alta l’attenzione attraverso la richiesta, già da settimana prossima, di un’audizione sulla navigazione lacuale con i rappresentanti degli operatori turistici, dei sindacati, della Comunità del Garda e della Provincia di Brescia, sperando di avere risposte più convincenti

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento

Uno sguardo al futuro… Assemblea GD Brescia

Non sempre l’impegno politico ci consegna momenti di fiducia o entusiasmo.

A volte, specialmente dopo certe direzioni nazionali, subentra un po’ di sconcerto, accompagnato dall’impressione che il tanto lavoro e impegno che molti “militanti” del Pd giornalmente mettono in campo, rischi di essere vanificato

dall’ ” iperpersonalismo” di questo o quel dirigente, “nuovo” o “attempato” che sia.

Oggi però è una bella giornata: l’assemblea provinciale dei giovani democratici ha rappresentato per me, ma vi assicuro per l’intero partito, motivo di fiducia.

Quante ragazze e quanti ragazzi militano  nel nostro partito!

E che capacità di analisi e di approfondimento politico dimostrano di avere.

Mettere “in circolo” queste energie è una necessità, oltre che una vera opportunità per il Pd.

Facciamolo!

Pubblicato in Idee e politica | Lascia un commento

Acqua:riconfermata l’inopportunità della legge regionale

L’ammissibilità del referendum sull’acqua riconferma l’inopportunità e l’inadeguatezza della legge regionale che PDL e Lega hanno voluto approvare a tutti i costi a fine dicembre. Inadeguata perché non contribuisce in alcun modo a migliorare il servizio idrico per i cittadini lombardi, un servizio che fino ad oggi è stato tra i più economici e qualitativi di tutta Europa, e perché sciogliendo consorzi e società e archiviando una gestione che aveva funzionato per decenni di fatto produce solo costi e ritardi. Inopportuna perché sarebbe bastato un po’ di buon senso per attendere pochi mesi fino ai due passaggi fondamentali – il pronunciamento della Corte costituzionale sul ricorso promosso dal Veneto e la celebrazione del referendum abrogativo – per decidere quale legge adottare. La cancellazione totale o parziale della legge nazionale porrebbe la Lombardia in una condizione imbarazzante, quella di dover profondamente cambiare una legge appena approvata.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , | Lascia un commento