Immigrati&Lega demagogia pura

La delicata situazione di Brescia è un segnale chiaro e inequivocabile: è necessario che la politica si decida ad affrontare con serietà le emergenze sociali presenti suinostri territori. E deve essere presa una presa di posizione chiara, ma pacata.
Se, come ha ben fatto il Pd bresciano attraverso le parole del segretario provinciale Bisinella, va ribadita la contrarietà a ogni forma di protesta non autorizzata e a un qualsivoglia avvallo di questi comportamenti, risulta evidente che, di fronte a certe drammatiche emergenze, l’autorevolezza delle istituzioni deve emergere. Essa deve mostrarsi ferma e al contempo capace di ascoltare e quindi risolvere. La posizione del presidente del Consiglio regionale, il leghista Davide Boni, non va però in questa direzione, anzi. Essa introduce ulteriore motivo di tensione e di complicazioni per le autorità impegnate nella soluzione della vicenda. Così come è pura e inutile demagogia accostare e assimilare il panorama bresciano alla drammatica situazione veneta, che crea un clima di scontro da Far West. Non è necessario fare la voce grossa per farsi ascoltare: è invece chiara la necessità di creare e alimentare un clima di rispetto delle regole, che va strenuamente difeso e reintrodotto, attraverso lavoro e competenza, senza sottovalutare la necessita del silenzio, che, proprio in queste situazioni, diventa la scelta più opportuna da parte della presidenza del Consiglio regionale.

Articolo scritto in Cultura e sport, Territorio e con i tag , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>