Archivi categoria: Sanità e welfare

Per una nuova dignità del lavoro

48-SettimanaSociale-Cagliari-2017-300x300Nei giorni corsi si è conclusa a Cagliari la 48^ Settimana Sociale dei Cattolici italiani. I 1000 delegati si sono confrontati per tre giorni sul lavoro, raccogliendo buone pratiche e rilanciando alcuni temi considerati fondamentali per lo sviluppo di un lavoro più attento alle persone e in grado di generare sviluppo. Durante la settimana sono state evidenziate alcune proposte concrete all’Unione Europea e al Governo Italiano, rappresentati a Cagliari dal presidente del Parlamento Europeo Tajani e dal Presidente del Consiglio Gentiloni.
In attesa di riprendere più compiutamente il dibattito cagliaritano e del documento finale, rilancio le proposte concrete emerse dalla Settimana. Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

BASKIN – 22 settembre ore 18

Il Baskin, nonostante la sua giovane età, richiama il valore più autentico dello sport.
Le regole che lo caratterizzano permettono la condivisione e la valorizzazione delle diversità e del gioco di squadra, includono anziché escludere, mettono in sana competizione con se stessi e con gli altri in modo divertente.
Per questa ragione promuovere e diffondere la conoscenza di questo sport non è una meritoria operazione di sostegno allo sport di base, ma prima di tutto un impegno civico al quale le istituzioni non possono sottrarsi.

Venerdì 22 settembre 2017, alle ore 18 presso Palazzo Pirelli in via Fabio Filzi 22 (sala Gonfalone) a Milano, vi invito a confrontarci insieme sul tema.

Di seguito vi anticipo i temi e i relatori in programma:
• Nascita del Baskin, a cura di Antonio Bodini e Fausto Capellini, i due inventori del Baskin, rispettivamente Presidente e Coordinatore del CCNB dell’Associazione Baskin
• Il Baskin a livello di ASD, a cura di Franz Pinotti, dirigente del Sanga Basket di Milano
• Il Baskin a livello di Scuola, a cura di Alexy Valet, Responsabile Formazione e Referente Scuola in Lombardia per l’Associazione Baskin.

Ringraziandovi fin d’ora per la diffusione che potrete dare al presente invito e alla locandina dell’incontro in allegato,
vi saluto nella speranza di incontrarvi il 22 Settembre al Pirellone.

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Idee e politica, Sanità e welfare, Scuola | Lascia un commento

La Lombardia non ha ancora un’anagrafe vaccinale unificata

Regione Lombardia ha un’anagrafe vaccinale funzionante e completa?
E la domanda che il PD ha posto oggi alla Giunta in merito al rispetto della legge nazionale che prevede l’obbligo di vaccinazione per i bambini dagli 0 ai 6 anni.<!–more–>

L’assessore Gallera ha risposto dicendo che in Lombardia non ci sono problemi, visto che sono già stati consegnati oltre 100mila certificati vaccinali secondo modalità diverse.
Ci sono state, a due giorni fa, 21 richieste di appuntamento su circa 30.000 bambini inadempienti e c’è da credere che tutti coloro che vogliano mettersi in regola possano farlo.
L’assessore Gallera ha rivendicato il fatto che con la circolare del 1° settembre il Governo ha fatto sue le richieste di semplificazione proposte da Regione Lombardia.
La Lombardia ha scelto di non inviare i certificati alle famiglie per risparmiare: il costo sarebbe stato intorno al milione e mezzo di euro.
Esiste un’anagrafe complessiva presso ogni ex ASL, ha poi detto l’assessore, manca però ancora un sistema di consultazione globale regionale. Ci si sta ancora muovendo per acquisire un applicativo da Regione Veneto. Nel corso del primo semestre del 2018 si provvederà a diffondere il software in tutte le ASST regionali, ad oggi il sistema prevede ancora una consultazione manuale presso ogni ASST.
L’assessore ha ricordato come la vera semplificazione sia lo scambio diretto dei dati tra ASST e scuole, ma per ottenere questo è necessaria l’approvazione di una legge regionale che modifichi le modalità di gestione dei dati con attenzione alla privacy.
Attendiamo la proposta di legge per la semplificazione delle procedure, che come PD non mancheremo di sostenere, se sarà davvero utile ed efficace.
Per quanto riguarda il risparmio, forse si poteva agire in questo senso anche per quanto riguarda il referendum dell’autonomia.
Sottolineo, infine, come la Lombardia sia ancora molto in ritardo su un tema come quello dell’anagrafe vaccinale unica: bene che ci si muova per ottenerla, ma l’eccellente Lombardia, anche in questo caso, si dimostra in ritardo e non ancora in grado garantire ai cittadini servizi in linea con le tecnologie attualmente a disposizione.

Pubblicato in Sanità e welfare | Lascia un commento

Se 20 milioni (anzi, 190!) vi sembran pochi…

Altri 20 milioni di euro per la Fondazione Biomedica di Nerviano.
Li prevede la Legge di Semplificazione, dopo che poco più di un mese fa la Giunta regionale ne aveva stanziati altrettanti per far fronte alla richiesta di rientro del fido concesso dal Banca Popolare di Sondrio.
Negli ultimi anni la regione ha versato nelle casse della Fondazione 150 milioni di euro, spicciolo più spicciolo meno, a cui ora, in questi primi mesi del 2017, se ne aggiungono altri 40.
La Fondazione non è ancora riuscita a chiudere il bilancio del 2015, ma è perfettamente in grado di chiedere e ottenere finanziamenti dalla regione.
Nello scorso mese di marzo il presidente Maroni aveva esultato via twitter per la possibile vendita di un brevetto di una molecola che avrebbe potuto fruttare 100 milioni di €, ma finora nessuno ha visto nulla di concreto.
La validità dei progetti di ricerca di Nerviano non si mette in discussione (almeno da parte mia), così come la competenza dei ricercatori lì impegnati attraverso di Nerviano Medical Science, ma il modello di business e la governante dell’intera operazione…
Rimane una domanda: 190 milioni di € che impatto avrebbero avuto in questi anni sul sistema lombardo della ricerca?

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Fa’ la cosa giusta: un dolce riscatto

Si è chiusa, con una grande partecipazione, l’edizione 2017 di “Fa’ la cosa giusta”.
Ora le idee e le esperienze che si sono raccontate e incontrate in fiera tornano alla loro vita quotidiana che cambia il nostro modo di vivere e di guardare al futuro. Come accade, ad esempio, in tante carceri italiane.

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Maroni in fuorigioco sui ticket

mozione sfiducia 2016 maroniContinua la telenovela dei ticket tagliati e poi reintrodotti.
Maroni da la colpa al governo, ma poi ammette che la Lombardia ha forzato la mano esponendosi a una quasi inevitabile censura da parte di Roma.
Il problema è la certezza della copertura finanziaria che la legge regionale affida a futuri, eventuali, risparmi in campo sanitario.
Maroni ieri ha incontrato Gentiloni e ha proposto di aprire un tavolo di confronto con il governo. Evidentemente, la grande sicumera espressa nelle scorse ore non è poi così granitica: la regione, come spesso accade, forza la mano e poi tenta di recuperare.
Piuttosto che affidarsi a norme pasticciate e improvvisate, non era meglio confrontarsi prima con il governo?
Ma, si sa, la logica spesso fa a pugni con la necessità di raccontare qualcosa ai giornali.

Ecco che cosa ha dichiarato Maroni dopo l’incontro con il premier: “Ho fatto presente al presidente Gentiloni che la nostra decisione di dimezzare i ticket è stata assunta a pareggio di bilancio. E’ vero che formalmente c’è una norma che prevede che ci sia invarianza di gettito, cioè che io abbasso per qualcuno e devo alzare per qualcun altro, ma gli abbiamo detto che siamo così virtuosi da poter abbassare per tutti”.
“La compensazione del mancato gettito – ha continuato Maroni – non la ottengo alzando i ticket per qualcun altro, ma riducendo la spesa: lavorando sulla migliore organizzazione del Sistema sanitario, ed è quello che viene fatto in Lombardia”.
I risultati, aggiungo io, son tutti da dimostrare: la riforma è in vigore da un anno e mezzo, ma non abbiamo visto lo straccio di un documento che certifichi i risparmi.

Maroni ha quindi proposto al presidente Gentiloni di fare per i ticket quello che è stato fatto per la Riforma della sanità: un tavolo tecnico, valutando questa come una sperimentazione, se funziona, viene accolta ed estesa a tutti.
Il presidente Gentiloni, secondo il governatore, si è detto interessato e disponibile. Se ci sarà il via libera, faremo un tavolo tecnico, il Governo ritirerà l’impugnativa davanti alla Corte costituzionale.

Maroni ha ricordato che, in via cautelare, in sede di autotutela, la regione ha scelto di sospendere la misura di taglio dei ticket, perché, in presenza di una impugnativa, potrebbe in astratto configurarsi un danno erariale se la Corte
Costituzionale deciderà per l’incostituzionalità della norma regionale.

Avete capito?
Maroni ammette di aver esagerato con una norma che va al di là di quelle che sono le possibilità della regione e invoca una prova di appello attraverso una “sperimentazione”. Conscio di non poter mantenere la promessa elettorale dell’azzeramento dei ticket, tenta di salvare la faccia concordando una via d’uscita onorevole con il governo. Per usare una metafora calcistica, quello di Maroni è un vero e proprio fuorigioco di rientro
Sui giornali leoni, ai tavoli istituzionali agnellini.

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Un girasole che sorride da 10 anni

girasoleL’associazione di volontariato penitenziario “Il Girasole” Onlus compie 10 anni. Nata a Milano il 18 novembre 2006, con sede nei locali della parrocchia di San Vittore, opera a favore di detenuti, ex detenuti e loro familiari. L’associazione collabora con gli enti pubblici, gli Istituti di pena, l’Ufficio Esecuzione Penale Esterna, rete di organizzazioni del settore.

Per festeggiare i suoi primi dieci anni l’associazione organizza venerdì 18 novembre dalle 9 alle 13 un convegno dal titolo “La sfide del volontariato per una nuova giustizia” presso il Nuovo Teatro Ariberto (via Daniele Crespi 9, Milano). Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Vasi comunicanti: la povertà nel 2015

In occasione della Giornata Mondiale per la lotta alla povertà, che ricorre ogni 17 ottobre, Caritas italiana ha presentato il suo annuale rapporto sulla povertà: Vasi comunicanti.
Oltre ai dati Istat, dai quali emerge una crescita della povertà assoluta che interessa 4,6 milioni di persone in Italia, il Rapporto presenta un’analisi che si fonda sui dati raccolti nei 1649 Centri di Ascolto Caritas sparsi in tutta Italia: a un’età media d 44 anni, fa riscontro un aumento delle donne e una prevalenza, anche se meno netta che in passato, degli stranieri.
Ma l’allarme del Rapporto riguarda soprattutto il fenomeno dei migranti.
Il titolo utilizza la metafora dei vasi comunicanti per sottolineare come le questioni povertà e immigrazione non possano essere trattate da singoli Paesi, ma riguardino l’intera comunità europea e internazionale. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

180 milioni per gli ospedali lombardi. Grazie a…

Nei giorni scorsi Maroni ha annunciato in pompa magna l’arrivo di nuovi fondi per gli ospedali lombardi. Si tratta di quanto stabilito dal settimo accordo di programma quadro per l’edilizia sanitaria per complessivi 21 interventi in Lombardia e quasi 181 milioni di euro in arrivo.
Niente male, ma Regione Lombardia…

Regione Lombardia ci ha messo “solo” la quota obbligatoria del 5% di co-finanziamento regionale pari a 9.518.850 euro.
Tutto il resto deriva da RISORSE NAZIONALI che portano la cifra complessiva a 180.858.150 euro.

Qui di seguito le strutture interessate:
– Presidio Ospedaliero Macchi Varese
– Presidio Ospedaliero Gallarate VA
– Presidio Ospedaliero Orzinuovi BS
– Presidio Ospedaliero Manerbio BS
– Presidio Ospedaliero Edolo BS
– Presidio Ospedaliero Cremona
– Presidio Ospedaliero Crema
– Presidio Ospedaliero Mariano Comense CO
– Presidio Ospedaliero Lecco
– Presidio Ospedaliero Treviglio BG
– Presidio Ospedaliero Gazzaniga BG
– Presidio Ospedaliero Niguarda MI
– Presidio Ospedaliero Cinisello Balsamo MI
– Presidio Ospedaliero CTO MI
– Presidio Ospedaliero Magenta MI
– Presidio Ospedaliero Rho MI
– Presidio Ospedaliero Vizzolo Predabissi MI
– Presidio Ospedaliero Carate Brianza MB
– Presidio Ospedaliero Lodi

elenco interventi settimo accordo edilizia sanitaria

Sono stati anche ripartiti tra le diverse Asst e Irccs 40 milioni di euro (sempre risorse nazionali, quota dell’incremento di 200 milioni del Fondo Sanitario Nazionale destinato per quest’anno alla Lombardia dal Governo Renzi) per interventi finalizzati alla messa a norma e sicurezza delle strutture e degli impianti degli ospedali lombardi.

riparto 40 milioni edilizia sanitaria

Come vedete, quando si dice che da Roma per la sanità arrivano solo tagli si è lontani dal vero.

Pubblicato in Sanità e welfare | Lascia un commento

Rassegna Stampa: sprechi nei nuovi ospedali e grandi manovre Trenord

Poche le notizie lombarde sui quotidiani oggi in edicola, complice il ponte del 25 aprile.
Tra le notizie, la visita del vescovo di Aleppo al Pirellone, i problemi nella costruzione dei nuovi ospedali lombardi con danni al bilancio della regione e le strategie delle FS su Trenord.

La mia rassegna stampa è disponibile quotidianamente su www.fabiopizzul.it

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Mobilità, Sanità e welfare | Lascia un commento