Archivi del mese: marzo 2017

Un’idea per trattenere talenti in Lombardia

ideaQuesta mattina, prima della Sessione europea, in Consiglio regionale c’è stato un momento di celebrazione del sessantesimo anniversario ei Trattati di Roma. Tra gli interventi ufficiali, mi ha particolarmente colpito la concretezza del professor Stefano Paleari, responsabile del progetto Human Technopole e già rettore dell’Università di Bergamo.

Delineando il futuro dell’Europa all’insegna di valori come libertà opportunità e responsabilità, Paleari ha anche indicato proposte concrete per rilanciare lo sviluppo del nostro Paese.Tra queste, Paleari ha voluto sottolineare con particolare enfasi un progetto promosso dalla regione spagnola della Catalogna per trattenere e valorizzare i migliori ricercatori formati nelle università locali.

La misura in questione si chiama ICREA e prevede un bando annuale per ricercatori che offre posizioni permanenti nel sistema di ricerca catalano. I ricercatori selezionati diventano impiegati di ICREA con la qualifica di ricercatore professionale e sono sottoposti a un sistema di valutazione permanente che consente loro scatti progressivi di carriera. ICREA ha anche una seconda linea dedicata alla carriera accademica.

Attualmente ICREA impiega 255 ricercatori in tutti i campi della conoscenza, inseriti in 50 diverse istituzioni scientifiche della Catalogna.
Dal 2001 ad oggi sul progetto sono stati stanziati 507 milioni di euro, cioè circa 31 milioni di euro ogni anno: una cifra considerevole, ma non così alta, se si pensa al patrimonio di conoscenza e innovazione che ha permesso di accumulare.

Il professore Paleari ha suggerito alla Lombardia di ipotizzare l’adozione di una misura del genere, anche perché le istituzioni formative lombarde sono ai primi posti mondiali per la qualità dei propri laureati, ma molti di questi ultimi sono costretti a lavorare all’estero.
Nei prossimi 10 anni la crescita si baserà soprattutto sull’innovazione. Può permettersi la Lombardia di perdere questo treno?

Il sito del programma catalano ICREA

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Fa’ la cosa giusta: un dolce riscatto

Si è chiusa, con una grande partecipazione, l’edizione 2017 di “Fa’ la cosa giusta”.
Ora le idee e le esperienze che si sono raccontate e incontrate in fiera tornano alla loro vita quotidiana che cambia il nostro modo di vivere e di guardare al futuro. Come accade, ad esempio, in tante carceri italiane.

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Partecipazione dei cittadini tra democrazia diretta e rappresentativa

Le istituzioni vengono percepite come sempre più lontane dai cittadini. Come risolvere questo problema?
La partecipazione dei cittadini ai percorsi decisionali potrebbe essere una strada interessante.
In regione esistono alcuni progetti di legge che mirano a questo obiettivo.
Se ne è parlato in un convegno promosso dal vicepresidente Fabrizio Cecchetti (Lega).
Sono stato invitato a partecipare. Ecco il mio intervento.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Maroni in fuorigioco sui ticket

mozione sfiducia 2016 maroniContinua la telenovela dei ticket tagliati e poi reintrodotti.
Maroni da la colpa al governo, ma poi ammette che la Lombardia ha forzato la mano esponendosi a una quasi inevitabile censura da parte di Roma.
Il problema è la certezza della copertura finanziaria che la legge regionale affida a futuri, eventuali, risparmi in campo sanitario.
Maroni ieri ha incontrato Gentiloni e ha proposto di aprire un tavolo di confronto con il governo. Evidentemente, la grande sicumera espressa nelle scorse ore non è poi così granitica: la regione, come spesso accade, forza la mano e poi tenta di recuperare.
Piuttosto che affidarsi a norme pasticciate e improvvisate, non era meglio confrontarsi prima con il governo?
Ma, si sa, la logica spesso fa a pugni con la necessità di raccontare qualcosa ai giornali.

Ecco che cosa ha dichiarato Maroni dopo l’incontro con il premier: “Ho fatto presente al presidente Gentiloni che la nostra decisione di dimezzare i ticket è stata assunta a pareggio di bilancio. E’ vero che formalmente c’è una norma che prevede che ci sia invarianza di gettito, cioè che io abbasso per qualcuno e devo alzare per qualcun altro, ma gli abbiamo detto che siamo così virtuosi da poter abbassare per tutti”.
“La compensazione del mancato gettito – ha continuato Maroni – non la ottengo alzando i ticket per qualcun altro, ma riducendo la spesa: lavorando sulla migliore organizzazione del Sistema sanitario, ed è quello che viene fatto in Lombardia”.
I risultati, aggiungo io, son tutti da dimostrare: la riforma è in vigore da un anno e mezzo, ma non abbiamo visto lo straccio di un documento che certifichi i risparmi.

Maroni ha quindi proposto al presidente Gentiloni di fare per i ticket quello che è stato fatto per la Riforma della sanità: un tavolo tecnico, valutando questa come una sperimentazione, se funziona, viene accolta ed estesa a tutti.
Il presidente Gentiloni, secondo il governatore, si è detto interessato e disponibile. Se ci sarà il via libera, faremo un tavolo tecnico, il Governo ritirerà l’impugnativa davanti alla Corte costituzionale.

Maroni ha ricordato che, in via cautelare, in sede di autotutela, la regione ha scelto di sospendere la misura di taglio dei ticket, perché, in presenza di una impugnativa, potrebbe in astratto configurarsi un danno erariale se la Corte
Costituzionale deciderà per l’incostituzionalità della norma regionale.

Avete capito?
Maroni ammette di aver esagerato con una norma che va al di là di quelle che sono le possibilità della regione e invoca una prova di appello attraverso una “sperimentazione”. Conscio di non poter mantenere la promessa elettorale dell’azzeramento dei ticket, tenta di salvare la faccia concordando una via d’uscita onorevole con il governo. Per usare una metafora calcistica, quello di Maroni è un vero e proprio fuorigioco di rientro
Sui giornali leoni, ai tavoli istituzionali agnellini.

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento