Cittá Metropolitana: un’occasione persa

Nella legge sulla Cittá Metropolitana è mancato il coraggio. La lombardia ha perso un’occasione per rilanciare il decentramento e un nuovo regionalismo. Sulla base delle indicazioni della legge Delrio si poteva dare un maggior ruolo alla città metropolitana. Ma così non è stato.

Il provvedimento è passato con il solo voto della maggioranza, il Partito democratico e il Patto civico hanno espresso astensione.
È positivo che ci sia la legge in base alla quale la città metropolitana può iniziare a lavorare, mi rammarico però del fatto che Regione non abbia accolto la nostra ipotesi di lasciare a Cittá Metropolitana le deleghe sull’agricoltura e sulle biblioteche.
Siamo riusciti comunque a far accogliere le istanze dei comuni sullo stralcio dell’articolo che proponeva il parco unico della cintura metropolitana verso il quale si intraprenderà da oggi un cammino condiviso senza imposizioni e forzature da parte della Giunta.
Parte il camminare verso l’Ato unica per la gestione dl servizio idrico di Milano e dell’ex provincia, viene enunciate una gestione condivisa dei trasporti, ma manca una vero protagonismo di Cittá Metropolitana che non potrá influire davvero sulle scelte del trasporto urban milanese.
Ora c’é da cominciare a lavorare e spero che Regione Lombardia sia pronta a collaborare con la nuova istituzione. Il Pd, per la sua competenza su città metropolitana e comune di Milano è pronto e speriamo di essere di fronte a un vero cambio di passo per lo sviluppo della nuova istituzione.
Lasciatem però esprimere un sospetto: oggi in Lombardia abbiamo fatto finta di dar vita a un nuovo livello istituzionale, ma ho l’impressione che l’unico obiettivo fosse la difesa delle diverse trincee istituzionali, in attesa di capire chi vincerá la battaglia di Milano. Per poi capire chi e come dovrá gestire o affossare Cittá Metropolitana.
Peccato, un’occasione persa.

Di seguito il mio intervento in aula.

Articolo scritto in Blog Dem e con i tag , , , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>