Archivi tag: Regione Lombardia

Tecnologie padane

images_e-voteIl referendum per l’autonomia della Lombardia si sta rivelando una burla sempre più costosa. Dopo aver comperato migliaia di tablet per il voto elettronico la Regione si tutela anche ordinando i più tradizionali materiali da voto cartaceo. Ecco quindi il bando per 11.500 urne e 10.230 pacchi cancelleria, ognuno con 2 biro, spago, scotch, block notes, buste, taglierino, colla, timbro-datario, tampone, 4 fogli protocollo, 2 matite, tempera matite, 2 gomme, 2 matite bicolore rosso e blu, carta robusta da pacchi per imballaggio. Il tutto per un milione di euro IVA esclusa. I conti comunque non tornano: le sezioni elettorali in Lombardia sono 9300. Per chi sono i materiali eccedenti?

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Il ministro Boschi al gruppo regionale

Seminario_290116L’inutilità del referendum maroniano è stata nuovamente sancita lo scorso venerdì in occasione dell’incontro organizzato dal nostro gruppo consiliare al Pirellone col ministro Boschi. Con lei abbiamo ragionato sulle ricadute della riforma costituzionale sulle autonomie. Ha ribadito due cose importanti: che il percorso del regionalismo differenziato esce semplificato dal nuovo quadro costituzionale, e che è intenzione del Governo attivarlo non appena una Regione ne faccia motivata richiesta. A Maroni basterebbero quindi pochi spiccioli per una raccomandata R.R. da inviare subito a Palazzo Chigi, destinando altrimenti i 30 milioni del referendum.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Il bilancio di Regione Lombardia

rlLunedì e martedì si discuterà il bilancio regionale per il 2015. Sono previsti pesanti tagli su molti fronti. Maroni ne darà la colpa al governo Renzi. I dati nazionali in realtà ancora non sono del tutto chiari. In attesa della versione definitiva della Legge di stabilità il PD lombardo chiede che la giunta regionale cominci a fare i compiti in casa propria. C’è ancora molto da migliorare anche all’interno della nostra Regione, soprattutto nella galassia degli enti e delle società partecipate, dove in settimana si è consumata l’ennesima faida interna alla maggioranza con le dimissioni del Direttore di Ersaf. Ci sono poi soldi da utilizzare meglio:  con i 30 milioni stanziati da Maroni per il referendum sulla Lombardia a statuto speciale noi proponiamo di rifinanziare i contratti di solidarietà (2 mln), il diritto allo studio universitario (12,7 mln), unioni e fusioni di comuni (3 mln), il sostegno alle famiglie per l’assistenza domiciliare (2 mln), la formazione professionale (10 mln). Infine mancano in bilancio i proventi dal recupero dell’evasione fiscale: stimandoli prudenzialmente nella metà dello scorso anno si potrebbero evitare i tagli sui trasporti ed alle Province (70 mln ciascuno).

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Riforma dello Statuto regionale: la proposta della Lega è sconcertante

Se la Lega con un colpo di mano pensa di modificare a suo piacimento lo Statuto regionale lombardo si sbaglia di grosso. La sua proposta di riforma presenta delle forzature che sanno molto di becera propaganda politica e nulla hanno a che fare con lo spirito europeo e progressista che caratterizza i lombardi. Queste le nostre dichiarazioni in merito al progetto di legge di modifica dello statuto della Regione Lombardia presentato dalla Lega Nord che prevede tra gli altri la cancellazione del comma relativo alle politiche di integrazione nella società lombarda, l’introduzione della residenzialità come principio premiante per l’accesso a servizi alla persona, il riconoscimento della lingua lombarda e la modifica del quorum per l’approvazione del referendum, riducendolo dai due terzi dell’Aula (54 consiglieri) alla maggioranza assoluta (41).
È una proposta sconcertante: i leghisti hanno bisogno di questi escamotage per indire un referendum sullo statuto speciale che ad oggi, con le norme attuali, non avrebbe sulla carta la maggioranza, a meno di un colpo di testa dei 5 stelle. Ricordiamo che nella storia di Regione Lombardia la riforma dello Statuto ha sempre visto una condivisione di maggioranza e opposizione. Ci auguriamo, pertanto, che si continui in questa direzione. E comunque noi riteniamo che sarebbe più opportuno intervenire sullo Statuto regionale dopo la conclusione della riforma costituzionale in corso in Parlamento.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Bilancio di Regione Lombardia

La maggioranza ha approvato il rendiconto 2013 e l’assestamento di bilancio 2014. Entrambi fotografano una Regione ferma, che si vanta di avere i conti in ordine ma è incapace di far fronte ai nuovi bisogni di una società sempre più provata dalla crisi. Servono riforme che la maggioranza non è in grado di fare per contrasti interni (sanità, casa, trasporto pubblico, legge urbanistica) che potrebbero liberare un pò di risorse da destinare ad investimenti ed alla spesa sociale. Dall’opposizione abbiamo formulato diverse proposte, quasi tutte respinte. Siamo però riusciti a far approvare un emendamento per costituire un fondo regionale sull’edilizia popolare ed alcuni ordini del giorno, fra i quali uno che dovrebbe consentire un miglior monitoraggio dei fondi europei.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Assistenza degli studenti disabili: bene la mozione. Ma adesso si metta ordine nella materia

Ieri in Consiglio regionale è stata approvata all’unanimità la mozione bipartisan che chiede al Governo e alla Giunta regionale per i rispettivi ambiti di recuperare le risorse necessarie ad assicurare la piena assistenza agli studenti affetti da handicap delle scuole secondarie.
Fino ad oggi abbiamo assistito ad una guerra su carta bollata tra Province e Comuni su chi dovesse impegnare le risorse a causa anche della mancanza di una legislazione chiara sul tema.
Una sentenza del Consiglio di Stato del 9 aprile scorso si era espressa su un caso specifico chiarendo che era la provincia di Monza e Brianza a dover sostenere le spese e non il comune di Vimercate, che in quella occasione aveva presentato ricorso. Solo grazie al forte senso di responsabilità del comune è stato assicurato il servizio anticipando le somme necessarie.
La mozione approvata ieri in Consiglio è un buon risultato e allo stesso un punto di partenza per iniziare a discutere una riforma della legge regionale. La sentenza del Consiglio di Stato richiede la revisione della materia mettendo ordine sul piano legislativo. Ci impegneremo affinché lo si faccia quanto prima nel bene di tutti gli studenti disabili e delle loro famiglie.

Pubblicato in Idee e politica, Scuola | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Separazione tra politica e sistema economico regionale

A fronte dell’ennesimo scandalo che coinvolge il sistema allargato di potere e interessi di Regione Lombardia, la prossima legislatura dovrà essere necessariamente caratterizzata da un’effettiva separazione tra politica ed economia. Dopo gli scandali nella sanità, spuntano oggi altri appalti truccati e una rete di scambi e favori che lega vertici politico istituzionali e società vicine alla Cdo. La pluralità di indagini che hanno coinvolto politici, dirigenti di aziende partecipate e imprenditori legati da comuni interessi in questi ultimi mesi ci dicono che è giunto il momento di cambiare. Serve un sistema di controlli che impedisca il generarsi di situazioni simili e ponga fine alle distorsioni che si sono accumulate portando ad una degenerazione che è sotto gli occhi di tutti.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento