Archivi tag: progetto di legge

Di cosa parliamo quando diciamo consumo di suolo

002Il principale equivoco del progetto di legge della maggioranza di centrodestra in Regione sul consumo di suolo sta nelle definizioni. Non si può limitare il tema alla sola trasformazione di aree ritenute agricole dai piani di governo del territorio, senza tener conto dello stato di fatto. Non si può inoltre escludere dal computo quel che viene destinato alle infrastrutture: strade, ferrovie, impianti. La questione non è di natura giuridica, ma sostanziale: quale che sia la ragione che comporta l’impermeabilizzazione di un terreno oggi naturale deve essere valutata con estrema attenzione, ed assentita solo in assenza di alternative. I disastri provocati dalle piogge di questi giorni evidenziano la necessità di una svolta radicale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Impresa e lavoro: approvata una legge che abbiamo contribuito a migliorare e sulla cui attuazione ora vigileremo

Voto favorevole del Pd al provvedimento “Impresa Lombardia: per la libertà d’impresa, il lavoro, la competitività”. Una legge a cui il Pd ha dato contributi importanti e verso la quale si nutrono aspettative non da poco in un momento drammatico per l’economia e il lavoro. Oggi abbiamo scritto una buona pagina con l’obiettivo di far tornare a crescere l’economia lombarda. Dentro questo impianto ci sono principi importanti, che abbiamo condiviso, come la difesa della manifattura, che è la spina dorsale del nostro sistema economico, e il contrasto alla delocalizzazione che è una priorità da affrontare. Occorre tuttavia essere prudenti: non succederà che da domani il sistema economico lombardo trovi immediatamente protezione dagli eventi di crisi. Per riuscire a dare un adeguato seguito a quei principi abbiamo fatto approvare un ordine del giorno che cerca di declinare i principi in modifiche utili e puntuali come la semplificazione del sistema dei bandi regionali per le imprese o la creazione di una task force per affrontare i bandi europei 2014-2020 per finalizzare così al meglio l’accesso alle risorse pubbliche.
Il consigliere Onorio Rosati ha parlato di un confronto proficuo tanto da aver prodotto modificazioni consistenti nell’articolato e da far entrare a pieno titolo dentro al progetto di legge quegli impegni che il Pd ritiene fondamentali per lo sviluppo e per il raggiungimento di una piena occupazione. Verificheremo con un costante monitoraggio.
E sulla sperimentazione della moneta complementare inserita nel progetto di legge Brambilla puntualizza: “Mai eretto barricate preconcette. Sì alla creazione di una moneta elettronica che vada a integrare gli altri circuiti. No al contrabbando ideologico di un conio lombardo”

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Contratti di solidarietà: il 18 dicembre porteremo in aula il provvedimento promesso a lavoratori e imprese

devi_3E’ stato approvato oggi in Commissione Attività produttive il progetto di legge “Misure a sostegno dei contratti e degli accordi sindacali di solidarietà”, frutto dell’abbinamento tra la proposta del PD, quella del M5S e, ultimo arrivato, il contributo del consigliere Pedrazzini (FI). Finalmente, con l’approvazione di oggi e dopo un lungo lavoro di ascolto e mediazione portato avanti dal Pd nelle ultime settimane, è stato sciolto il nodo sui tempi di approvazione di un provvedimento cruciale per i lavoratori in un momento come quello attuale: il 18 dicembre.
“Volevamo fare un regalo di Natale ai lombardi, portando in Aula un provvedimento di cui i lavoratori e le imprese hanno davvero il bisogno, e ci siamo riusciti. Si tratta di un provvedimento completo che cerca di favorire l’adozione delle misure previste dalla legislazione nazionale sul sostegno al reddito di solidarietà, integrandole con il contributo regionale – ha dichiarato il consigliere Pd Enrico Brambilla relatore del progetto di legge – Come Pd abbiamo portato avanti convintamente il nostro progetto, sapendo che di dover cogliere un’esigenza che via via nei mesi si andava trasformando in un grido d’aiuto da parte del mondo produttivo. Siamo stati disponibili alla mediazione con le altre forze politiche, ma mai disposti ad uno snaturamento della legge né ad un rinvio oltre la fine dell’anno perché i lavoratori lombardi attendono, oggi più che mai, dalla politica, risposte rapide e concrete e noi vogliamo dargliele come ci siamo impegnati a fare”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Contratti di solidarietà: in Aula il 18 con un testo condiviso o si chiude la strada della collaborazione

È scontro in commissione attività produttive della Regione tra il Pd e il centrodestra, con i democratici determinati a sfidare la giunta Maroni sul tema dei contratti di solidarietà. Il fatto scatenante è la presentazione da parte dell’assessorato al lavoro di un progetto di legge che stravolge completamente il testo che le opposizioni hanno portato in commissione e che è stato elaborato dal gruppo di lavoro partecipato da tutte le forze politiche, già calendarizzato in Consiglio regionale per il 18 dicembre. Ieri la doccia fredda: l’assessorato guidato da Valentina Aprea ha inviato al gruppo di lavoro un testo alternativo, che parla genericamente di solidarietà tra i lavoratori e non cita mai lo strumento dei contratti di solidarietà, vanificando così non solo il lavoro fatto, ma anche il clima di collaborazione che sul testo si stava trovando. Peraltro, senza l’approvazione in commissione la prossima settimana, sarebbe tecnicamente impossibile mantenere discuterne in Aula nella data prevista.
“Il nostro tema è sostenere il lavoro – dichiarano i consiglieri regionali Onorio Rosati ed Enrico Brambilla – e stiamo cercando di dare una risposta alle decine di aziende che abbiamo ascoltato in commissione e che hanno detto che con gli incentivi da noi previsti per i contratti di solidarietà potrebbero evitare scelte drastiche salvaguardando professionalità importanti e posti di lavoro. C’era una condivisione e c’era l’impegno a portare il testo in aula il 18. Il centrodestra deve chiarire se vuole discutere della nostra proposta, ovviamente con le mediazioni che potrebbero uscire da un lavoro comune, o se lo vuole boicottare. La mossa dell’assessore Aprea sembra andare in questo senso e se fosse così per noi si chiuderebbe la strada ad ogni altro gruppo di lavoro.”
La commissione, su richiesta dell’opposizione, ha deciso di convocare l’assessore Aprea martedì, durante la pausa della seduta di Consiglio.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , | Lascia un commento