Archivi tag: impresa

Impresa e lavoro: approvata una legge che abbiamo contribuito a migliorare e sulla cui attuazione ora vigileremo

Voto favorevole del Pd al provvedimento “Impresa Lombardia: per la libertà d’impresa, il lavoro, la competitività”. Una legge a cui il Pd ha dato contributi importanti e verso la quale si nutrono aspettative non da poco in un momento drammatico per l’economia e il lavoro. Oggi abbiamo scritto una buona pagina con l’obiettivo di far tornare a crescere l’economia lombarda. Dentro questo impianto ci sono principi importanti, che abbiamo condiviso, come la difesa della manifattura, che è la spina dorsale del nostro sistema economico, e il contrasto alla delocalizzazione che è una priorità da affrontare. Occorre tuttavia essere prudenti: non succederà che da domani il sistema economico lombardo trovi immediatamente protezione dagli eventi di crisi. Per riuscire a dare un adeguato seguito a quei principi abbiamo fatto approvare un ordine del giorno che cerca di declinare i principi in modifiche utili e puntuali come la semplificazione del sistema dei bandi regionali per le imprese o la creazione di una task force per affrontare i bandi europei 2014-2020 per finalizzare così al meglio l’accesso alle risorse pubbliche.
Il consigliere Onorio Rosati ha parlato di un confronto proficuo tanto da aver prodotto modificazioni consistenti nell’articolato e da far entrare a pieno titolo dentro al progetto di legge quegli impegni che il Pd ritiene fondamentali per lo sviluppo e per il raggiungimento di una piena occupazione. Verificheremo con un costante monitoraggio.
E sulla sperimentazione della moneta complementare inserita nel progetto di legge Brambilla puntualizza: “Mai eretto barricate preconcette. Sì alla creazione di una moneta elettronica che vada a integrare gli altri circuiti. No al contrabbando ideologico di un conio lombardo”

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Assestamento 2013

Era l’occasione per la giunta Maroni di svoltare rispetto al passato e tenere fede agli impegni. Invece i numeri del l’assestamento confermano i nostri rilievi. Non c’è traccia del miliardo per sbloccare i debiti verso le imprese. Quei soldi arriveranno ai creditori dalle società di factoring, le vere beneficiarie dell’operazione, di grande immagine e dubbia sostanza. Intanto in bilancio, quello dei soldi veri, al sostegno allo sviluppo sono stati tolti due milioni. Il PD ha presentato una propria contro-manovra, con emendamenti per 69 milioni finalizzati a servizi sociali, economia, tutela del territorio, indicando puntualmente le possibili coperture finanziarie. Un mio emendamento per 3 milioni da destinare ai distretti tecnologici è stato respinto, ma l’assessore si è impegnato a trovare copertura in corso d’anno.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Raid: propaganda senza risultati

Nel suo intervento a difesa della malandata Giunta regionale il capogruppo della Lega, Galli, ha lodato, quale principale strumento messo in campo in Lombardia a sostegno delle imprese contro la crisi, il programma Raid.
Si tratta di un programma di affiancamento alle imprese in crisi, mutuato da analoghe esperienze sperimentate in altri paesi, quali la Francia.
Noi pensiamo che questo possa essere uno dei diversi strumenti da testare sul campo per verificarne l’efficacia.
Altra cosa è usarlo propagandisticamente quale geniale soluzione per le tante situazioni di crisi.
Anche perchè per ora di risultati non se ne vedono. Bene lo sanno i lavoratori della Bames-Sem di Vimercate, dove è in corso il progetto. Per loro non solo non si intravedono soluzioni ma soprattutto, nel frattempo, da mesi non ricevono retribuzione e vedono avvicinarsi la fine della mobilità. Fare propaganda sulla pelle dei lavoratori è inaccettabile. Pessimo inizio della nuova Lega dopo le pulizie di primavera.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Il collegato ordinamentale: da Pdl e Lega Nord il solito nulla.

Un documento nel quale c’è di tutto ma nulla di poco incisivo e che inoltre conteneva i tentativi della Giunta, fortunatamente respinti dal Consiglio, di introdurre il vitalizio per i sottosegretari di Formigoni e di porre sotto il rigido controllo del Pirellone, scavalcando l’assemblea regionale, il fondo a sostegno dell’edilizia scolastica, che sarà comunque gestito da Finlombarda.

Un provvedimento che inoltre ricalca la pessima consuetudine del legislatore nazionale di legiferare su più argomenti contemporaneamente, modalità di fronte alla quale né Brunetta né Calderoli con la loro furia semplificativa sono riusciti a porre rimedio.

A proposito di sostegno alle aziende la giunta Formigoni ha gettato “solo fumo negli occhi” all’opinione pubblica. Nel provvedimento si sostiene che verranno introdotte semplificazioni per l’apertura di nuove imprese: siamo curiosi di capire a cosa si riferiscano Formigoni, Pdl e Lega Nord perché noi non abbiamo trovato nulla.

E anzi proprio sull’introduzione di norme che vadano con decisione ed efficacia nella direzione della facilitazione dello sviluppo delle imprese questo provvedimento rappresenta l’ennesima occasione mancata dalla giunta Formigoni, il solito nulla.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento